News

Assetto Corsa Competizione, prime impressioni [Video]

-

L'abbiamo provato in anteprima, ecco tutto quello che c'è da sapere

Con l'arrivo sul mercato di Assetto Corsa Competizione early access, il simulatore con licenza ufficiale Blancpain GT Series, Kunos Simulazioni dimostra di essere in grado di offrire al pubblico di piloti virtuali un'esperienza unica.

Abbiamo avuto la possibilità di provare per due giorni interi le novità apportate sul nuovo simulatore distribuito da 505 games e, il risultato, ci ha lasciati senza parole.

Può una versione early access con un solo circuito (Nurburgring GP) ed una sola auto utilizzabile (Lamborghini Huracan GT3) essere considerato un buon acquisto? Scopriamolo insieme.

La fisica

Dopo la prova della versione pre alpha a Misano siamo rimasti soddisfatti, il prodotto sviluppato dal team di Kunos prometteva bene e non mancava di certo il piacere di guida condito dalla dinamicità del tempo e delle condizioni meteo ma, quando abbiamo provato la versione early access, tra le mani abbiamo avuto un nuovo upgrade sensazionale.

La fisica, complici i miglioramenti apportati negli ultimi mesi, è essenzialmente da "straccio di licenza".

La Lamborghini Huracan GT3 è incollata all'asfalto, le sospensioni copiano le asperità come una vera auto da corsa e ti trasmettono sensazioni incredibili, il trailbraking è diventato molto più difficile e, i sovrasterzi, ancora più diretti e ardui da controllare.

La macchina è "viva" e non vi trasmetterà da subito confidenza anzi, sarete molto spesso voi ad adattarvi al suo carattere.

Finalmente, come nella realtà, aggredire i cordoli non sarà più un rischio a patto di utilizzare un assetto della vettura che lo permetta; molto spesso saranno vostri fondamentali alleati o, nel caso esageriate, i vostri peggiori nemici. Anche la fisica dei contatti ha fatto un notevole balzo in avanti e i piccoli contatti che in Assetto Corsa si concludevano con incredibili testacoda ora non sono più presenti (a basse velocità ovviamente).

I trasferimenti di carico sono repentini e molto più difficili da sfruttare, il cambio invece potrà essere utilizzato maggiormente in inserimento per aggredire subito la corda o, nel caso abbiate leggermente esagerato in staccata, per non perdere troppo tempo e chiudere la porta ad un vostro ipotetico avversario.

Grazie alla dinamicità del tracciato dovete sempre porre molta attenzione a dove mettete le gomme. I marbles non sono poi così distanti dalla linea ideale ed effettuare un sorpasso sarà molto più difficile perchè, molto spesso, dovrete utilizzare la parte sporca del tracciato perdendo un pò di grip.
 

Effettuare un sorpasso sarà molto più difficile perchè dovrete utilizzare la parte sporca del tracciato
Effettuare un sorpasso sarà molto più difficile perchè dovrete utilizzare la parte sporca del tracciato

Il Force Feedback

Se la nuova fisica ci ha impressionato, il nuovo force feedback è un capolavoro.

Utilizzando un Thrustmaster T150 (abbinato ad una pedaliera Fanatec CSL Elite) la zona morta centrale è minima e la forza (impostata a 100) non manca mai. Lo sterzo è molto diretto e i fenomeni di clipping (visibili tramite una barra dedicata direttamente nell HUD in gioco) si manifestano esclusivamente nelle curve dove la vettura è sottoposta a notevoli e molteplici forze.

Chi possiede un volante più performante o un direct drive potrà apprezzare un force feedback pulito, comunicativo e, nel caso decidiate di utilizzare valori di forza molto alti, assolutamente "spaccapolsi".

Ogni imperfezione, movimento delle sospensioni, perdita di grip (meccanico o aerodinamico) sarà trasmessa al vostro volante senza però eccedere in effetti "fake" che facilitano il controllo dell'auto: recuperare il grip dopo un sovrasterzo non sarà "intuitivo" come su Assetto Corsa.

Attenzione anche ai contatti, in base alla velocità dell'impatto riceverete un bello scossone al volante!

La guida

La combinazione tra la nuova fisica ed il nuovo force feedback si traduce in un'esperienza di guida virtuale ai massimi livelli.

Assetto Corsa Competizione è immersivo, ti permette di calarti veramente in un abitacolo di una GT3 (nonostante la mancanza del supporto VR per questa prima build) e di non stancarti di provare e riprovare a cercare il tuo best time, il tuo limite.

Per la prima volta ci siamo trovati in difficoltà quando abbiamo deciso di intervenire sul'assetto della vettura: non sono presenti molti parametri ma, per migliorare il tempi sul giro realizzato con il setup studiato da Aristotelis Vasilakos, abbiamo impiegato più di due ore!
 

La Huracan GT3 si è dimostrata sensibilissima ad alcune modifiche e, per alcune, molto più permissiva
La Huracan GT3 si è dimostrata sensibilissima ad alcune modifiche e, per alcune, molto più permissiva

La Huracan GT3 si è dimostrata sensibilissima ad alcune modifiche e, per alcune, molto più permissiva. Sicuramente adattare la vostra auto al vostro stile di guida sarà più complesso, richiederà una buona conoscenza di dinamica del veicolo e, infine, un bel pò di tempo.
Notevole il lavoro eseguito sull'elettronica: ora ogni mappa di TC e ABS fa veramente la differenza e vi permette una personalizzazione sopraffina in base alle vostre capacità con acceleratore e freno.

Guidare sul bagnato? Serve una sensibilità incredibile e mantenere i nervi saldi.

Basta veramente qualche km/h in più o appoggiarsi al freno nel momento sbagliato e la macchina perderà grip all'improvviso a causa dell'aquaplaning, correggere una perdita di grip a velocità medio/alte risulterà praticamente impossibile.

Bisogna provare per credere: è veramente complesso spiegare quanto gli strati di bagnato sull'asfalto non vi diano alcuna sicurezza e, di conseguenza, molto frequentemente vi traggano in inganno facendovi terminare il giro a muro.

Guidare sul bagnato? Serve una sensibilità incredibile e mantenere i nervi saldi
Guidare sul bagnato? Serve una sensibilità incredibile e mantenere i nervi saldi

Grafica e sonoro

Grazie ad Unreal Engine 4 la grafica è sbalorditiva, non esiste al momento sul mercato un simulatore commerciale in grado di competere con Assetto Corsa Competizione.

I riflessi della luce sull'asfalto bagnato non sono assolutamente fastidiosi mentre le gocce di pioggia e la guida in notturna garantiscono l'esperienza che molti piloti virtuali hanno richiesto per anni su Assetto Corsa. La scelta di diversi orari e condizioni climatiche per correre (purtroppo non è presente ne il meteo dinamico ne la progressione temporale) permette di apprezzare il Nurburgring GP con dei giochi di luce/ombra veramente mozzafiato.

Il nuovo simulatore di Kunos sembra meno videogioco ma più concreto, più realistico.

L'unico problema grafico che abbiamo ricscontrato durante i test si è verificato in notturna selezionando il meteo "monsone":
guidare con fari anabbagglianti vicino ad altre auto sarà impossibile a causa del riflesso della luce dei fari sulla nube d'acqua che alzano le vetture che vi precedono. Guidare o, semplicemente, vedere la pista sarà impossibile con la visuale pilota.

Soluzione? Spegnete i fari anabbaglianti e utilizzate solo quelli standard di posizione, il Nurburgring GP è abbastanza illuminato e non avrete difficoltà a vedere (ma a guidare in quelle condizioni assolutamente si!).

Per quanto riguarda il sonoro abbiamo notato un miglioramento sensibile rispetto al primo titolo. Sono stati aggiunti nuovi elementi sonori ma, forse per una questione di volumi dei suddetti, continuiamo a "sentire" poco invasivo il V10 aspirato della Huracan (onboard) mentre, all'esterno, affidarsi al proprio orecchio per cambiare marcia risulterà veramente difficile.

Guidare in notturna con le peggiori condizioni meteo sarà difficilissimo
Guidare in notturna con le peggiori condizioni meteo sarà difficilissimo

Intelligenza artificiale

Un altro upgrade rispetto alla versione pre alpha riguarda il comportamento dell'intelligenza artificiale: ora è molto più fluida nei movimenti e più veloce (difficoltà massima e aggressività a 95). 

Se nel primo titolo sorpassare in staccata una fila di vetture guidate dalla CPU era molto semplice, in Assetto Corsa Competizione vi sarà richiesta una maggior abilità al volante e una maggior consapevolezza che i vostri avversari non sono molto inclini a farvi passare. Non si difenderanno tantissimo ma vi costringeranno a lavorare di linea e incroci di traiettoria portandovi a sporcare le gomme con i marbles.

Non abbiamo notato alcun effetto "trenino" alla prima staccata tuttavia vi mettiamo in guardia su due fenomeni che si sono presentati durante le nostre sessioni di test:
 

  • Quando correte con pioggia battente o molto intensa (monsone) sarà facile assistere a uscite di pista dell'AI o lunghi alla prima staccata (che possono risultare in divebomb casuali);
  • Correndo con meteo "monsone" capiterà che in alcuni punti le macchine davanti a voi freneranno all'improvviso, sicuramente un bug che il team di sviluppo di adopererà per risolvere.
L'IA ora è molto più fluida nei movimenti e più veloce
L'IA ora è molto più fluida nei movimenti e più veloce

Rating e contenuti

Il neonato sistema di rating vi valuta costantemente durante le sessioni assegnandovi un punteggio (provvisorio durante le fasi di early access) in base a diversi fattori e parametri. Controllo dell'auto, rispetto dei limiti del tracciato e consistenza in pista sono importanti sia per chi è un novizio della simulazione sia per chi vuole comprendere come migliorare i propri tempi sul giro.

Purtroppo i contenuti di questa build sono molto limitati:

  • Lamborghini Huracan GT3 e Nurburgring GP;
  • Due eventi hotlap;
  • Due eventi hotstint;
  • Una sola competizione disponibile;

Gli eventi hotlap vi permettono di confrontarvi direttamente con una leaderboard dei tempi migliori realizzati online lasciandovi libertà di assetto mentre gli hotstint sono sessioni dove dovrete ottenere un passo gara pulito ma veloce.

Sicuramente durante questo primo mese di early access molti piloti virtuali diventeranno dei maesti del Nurburgring GP!

La modalità hotlap ha una leaderboard dedicata con i tempi migliori realizzati online
La modalità hotlap ha una leaderboard dedicata con i tempi migliori realizzati online

Prezzo e requisiti hardware

Al prezzo iniziale di 24,99 euro (che vi permetterà di accedere gratuitamente agli aggiornamenti successivi) avrete la possibilità di toccare con mano tutte le novità di Assetto Corsa Competizione e fornire dei feedback (tramite il forum dedicato) direttamente al team di Kunos Simulazioni.

Vale la pena? 

Se siete appassionati di vetture a ruote coperte e non volete spendere 44,95 euro per la versione finale assolutamente si. 

In conclusione qui potrete trovare i requisiti hardware e, il consumo delle risorse, è leggermente aumentato rispetto al titolo precendente (testato con cpu I7 6700, 16 GB DDR4 ram, Nvidia GTX 1080 con schermo Full HD 27' a 60HZ).

Assetto Corsa Competizione è disponibile solo per PC, rimaniamo in attesa di sapere se ci sarà un eventuale porting su PlayStation e Xbox.

Appassionati di simulazione scaldate i motori!
 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento