Attualità

Audi sceglie Enel X per la mobilità elettrica

-

Debutto italiano per e-tron, primo modello 100% elettrico di Audi, presso la sede di Enel X, il partner scelto per l’offerta di Ready for e-tron, la ricarica veloce in ogni ambiente

Ci sono matrimoni predestinati, unioni che non hanno bisogno di troppe spiegazioni, sodalizi naturali e spontanei: a questa categoria appartiene l’accordo tra Audi ed Enel X.

Per la sua prima vettura full electric, l’ambiziosa e-tron, la Casa dei Quattro Anelli non poteva che trovare nell’infrastruttura di Enel X, la più capillare d’Italia, il suo partner ideale: nasce così l’offerta Ready for e-tron, destinata a rendere più semplice la scelta per privati ed aziende di convertirsi alla mobilità elettrica. 

Primo modello di serie elettrico di Audi, e-tron racchiude l’essenza Audi in termini di avanguardia tecnologica, condivisa con i modelli al top di gamma dai quali mutua connettività, digitalizzazione delle funzioni di bordo e sistemi di assistenza alla guida.

SUV a trazione integrale a cinque posti con autonomia superiore a 400 km nel ciclo WLTP, è la prima vettura al mondo di grande serie in grado di attingere alle colonnine ad alta capacità da 150 kW, così da garantire la ricarica di gran parte dell’energia nelle batterie (80%) in meno di 30 minuti.

Audi e-tron, che porta al debutto la trazione quattro elettrica, è dotata di un powertrain a zero emissioni con potenza massima di 408 CV e coppia di 664 Nm, assicurate da batterie da 95 kWh.

Allo scatto da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi si accompagnano plus unici, come le funzioni on demand e gli specchietti retrovisivi esterni virtuali: dotazioni che elevano la digitalizzazione di bordo a un nuovo livello.

Costruita nello stabilimento carbon neutral di Bruxelles, sarà ordinabile in Italia a fine anno a partire da un listino di 83.930 euro; al momento, in fase di pre-ordine, sono 100 i contratti firmati in Italia, mentre in tutto il mondo sono oltre 14.000 le vetture già prenotate, ben 8.000 delle quali in Norvegia. 

Il pacchetto Ready for e-tron permette di beneficiare del sopralluogo domestico, della consulenza per l’aumento della potenza elettrica dell’impianto di casa, della predisposizione del sistema di ricarica e dell’accesso, grazie l’app e la card Enel X Recharge, alla rete pubblica Enel X.

I clienti di Audi e-tron beneficiano inoltre di un bonus gratuito di 3.300 kW d’energia in due anni, equivalenti a una percorrenza media stimata di oltre 14.000 km.

Per facilitare la vita di chi guida elettrico, Enel è impegnata in un piano di installazioni di infrastrutture di ricarica nel nostro Paese: circa 7.000 colonnine entro il 2020, che raddoppieranno nel 2022 per un investimento complessivo fino a 300 milioni di euro, con l’obiettivo di coprire in modo completo tutte le regioni italiane.

Il pacchetto di centraline di ricarica offerte da Enel X comprende modelli da 22 kW (quick), stazioni a 50 kW (fast) e stazioni fino a 350 kW (ultrafast). 

La strategia “elettrica“ del Gruppo VW

Entro il 2025, la Casa dei Quattro Anelli introdurrà sul mercato 12 modelli elettrici e offrirà una variante a zero emissioni o ibrida plug-in per ogni modello in gamma.

L’impegno a favore della sostenibilità si articola attraverso la certificazione carbon neutral, entro il 2030, di tutti gli stabilimenti produttivi e lo sviluppo insieme a Enel delle infrastrutture di ricarica a Cortina e in Alta Badia, progetto, quest’ultimo, che prevede la realizzazione di 12 postazioni di ricarica.

La strategia Audi, che prevede entro il 2025 l’investimento di 40 miliardi di euro nei settori dell'e-mobility, della guida autonoma e della digitalizzazione, s’inserisce nel piano del Gruppo Volkswagen per la mobilità sostenibile.

Un programma ampio, con investimenti per ben 90 miliardi di euro nei prossimi sette anni, che ha come fulcro la Roadmap E, la più ampia iniziativa di elettrificazione dell’intera industria automobilistica. 

Gli obiettivi del Gruppo sul fronte dell’e-mobility sono ben definiti: entro il 2025 saranno introdotti 80 nuovi veicoli elettrici (50 BEV e 30 ibridi plug-in), ed entro il 2030 sarà disponibile almeno una versione elettrificata per ciascuno dei circa 300 modelli che compongono l’intera gamma. 

Una trasformazione profonda, che sarà attuata anche attraverso l’ottimizzazione delle strutture: entro il 2022, 16 stabilimenti nel mondo saranno dedicati alla sola produzione di veicoli elettrici, con lo sviluppo di nuove competenze, che si tradurrà in una formazione specialistica per i collaboratori.

Nell’ambito del Piano rientra anche il progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) co-finanziato dalla Commissione Europea, a cui Volkswagen Group Italia partecipa con Audi e Volkswagen, insieme ad altri costruttori, che prevede l’installazione di 180 punti di ricarica veloce lungo le tratte extraurbane italiane; le prime 100 infrastrutture, installate ed attive, permettono la ricarica di Audi e-tron in circa un’ora e 20 minuti.

Enel X sta inoltre collaborando con la joint-venture Ionity per installare e gestire le prime infrastrutture ultrafast in Italia, 20 siti che ospiteranno fino a 6 colonnine ciascuno, in grado di ricaricare Audi e-tron in circa 30’.

Il progetto, avviato dal Gruppo Volkswagen insieme ad altre Case automobilistiche, ha l’obiettivo di ampliare la rete europea di ricarica rapida per i veicoli elettrici, in particolare per quanto riguarda le lunghe percorrenze.

Entro il 2020 saranno attivate oltre 400 stazioni di ricarica lungo le principali arterie europee.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento