Attualità

Autostrade in festa: inaugurato il “passante del Galluzzo“

-

Presentato anche il nuovo piano di potenziamento della rete autostradale per ulteriori 141 km di terze e quarte corsie, con un investimento di 2,2 miliardi di euro

Autostrade in festa: inaugurato il “passante del Galluzzo“

Come testimonial ci sarebbe voluto Massimo Troisi, con il suo ironico ed immortale “Scusate il ritardo“: l’apertura al traffico del bypass del Galluzzo, infatti, non soltanto si rende un utile servizio all’intero comprensorio viario fiorentino-senese, ma si chiude una vicenda tutta all’italiana che durava ormai da quasi trent’anni.

La memoria, infatti, corre ai primi anni '90, quando iniziarono i lavori per un tratto di meno di quattro chilometri: inaugurata ora, l’opera è proceduta, come con sarcasmo sottolineava un toscanaccio presente all’evento, al ritmo frenetico di… 36 cm al giorno!

Meglio tardi che mai, comunque, soprattutto per la popolazione locale che ora sarà alleggerita da un flusso di mezzi valutato anche in 700 veicoli nelle ore di punta, con intuibili conseguenze in termini di inquinamento ambientale, acustico e di congestione delle strade locali.

Il “bypass del Galluzzo“, prolungamento della superstrada Firenze-Siena con la via Cassia, garantirà un notevole miglioramento della viabilità in entrata e uscita da Firenze.

Il Ministro di Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, presente di persona all'inaugurazione del nuovo passante fiorentino
Il Ministro di Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, presente di persona all'inaugurazione del nuovo passante fiorentino

All'inaugurazione, dal grande significato simbolico per tutto il comprensorio interessato, sono intervenuti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, l’Amministratore Delegato di Atlantia e Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e i sindaci di Firenze, Dario Nardella, e di Impruneta, Alessio Calamandrei.

L’opera rientra nei lavori di ampliamento alla terza corsia dell’A1 Milano-Napoli nel tratto Firenze Nord - Firenze Sud e rappresenta il principale intervento sul territorio connesso all'ampliamento dell'Autosole nel tratto fiorentino.

Il tracciato, che ricade nei Comuni di Firenze e di Impruneta, si sviluppa per una lunghezza di circa 4 km e comprende le gallerie Le Romite (lunga 265 metri), Poggio Secco (1.231 metri) e Del Colle (660 metri), oltre ad un viadotto di 105 metri, per un investimento di circa 60 milioni di euro.

I lavori, come detto, iniziati negli anni '90 sono stati più volti sospesi fino alla definitiva ripresa nel 2014.

Da quel momento, l’opera è stata completata in poco più di due anni e da ora è presa in consegna dall’Anas, che ne curerà la gestione.

Il bypass del Galluzzo è stato progettato con soluzioni all’avanguardia per la tutela dell'ambiente e la sicurezza. Le gallerie sono attrezzate con avanzate dotazioni impiantistiche (illuminazione a led, ventilazione regolabile, pannelli di avviso all'utenza, videosorveglianza, ponti radio, etc.) e in quella di Poggio Secco è stato installato un innovativo sistema antincendio a diluvio, che utilizza acqua e schiuma oltre al rilevamento automatico degli incendi.

L'inaugurazione del “Galluzzo“ è stata anche l'occasione per presentare il nuovo piano di investimenti per il potenziamento di ulteriori 141 km di terze e quarte corsie della rete di Autostrade per l’Italia, con un investimento complessivo di circa 2,2 miliardi di euro.

Le varie autorizzazioni sono già state avviate e in alcuni casi anche concluse: i primi cantieri apriranno già nel corso del prossimo anno.

I nuovi investimenti presentati si aggiungono ad altre iniziative in corso di approvazione: tra le principali e più impegnative dal punto di vista progettuale ed ingegneristico ricordiamo il Passante di Bologna e la Gronda di Genova, per un valore complessivo superiore ai 5 miliardi di euro che, sommati a tutti gli interventi in fase di realizzazione, portano l'impegno di Autostrade per l'Italia per investimenti in nuove opere a circa 12 miliardi di euro nel prossimo futuro.

Speriamo con tempi di consegna minori rispetto al “Galluzzo“.

  • alby_net7197, Oleggio (NO)

    non so quanto ci sia da essere felici... ogni volta che vedo queste notizie mi viene un po da piangere e un po mi incazzo
Inserisci il tuo commento