DTM

DTM '18 Hockenheim, Qualifiche2: pole di Wittmann e BMW [video]

-

Il due volte campione DTM regala a BMW l’ultima pole della stagione e toglie punti ai contendenti. In prima fila anche Rast con Audi. Terzo tempo per Paffett. Male Di Resta, solo undicesimo

Marco Wittmann conquista l’ultima pole position di questa stagione con il tempo di 1’32”683: per il portacolori di BMW, due volte campione del DTM, è la prima di quest’anno e gli consente di mettersi alle spalle la giornata da incubo del sabato, finita con il ritiro. Il giovane talento tedesco si era già messo in evidenza nella terza sessione di Prove Libere, che ha aperto questa domenica a Hockenheim, segnando il secondo tempo a 0”348 dal miglior crono.

La giornata era cominciata bene soprattutto per Jamie Green che, con gomme nuove sulla sua Audi RS 5, si era messo tutti dietro con il tempo di 1’33”032. Alle spalle di Wittmann il poleman di Gara 1 Lucas Auer (Mercedes-AMG). Il migliore dei contendenti al titolo era stato René Rast, con il quarto tempo. Solo nono il nuovo leader della classifica Gary Paffett e addirittura 13° tempo per Paul Di Resta.

Nei 20 minuti caldissimi delle Qualifiche più importanti dell’intera stagione, Wittmann batte Rast per soli 54 millesimi di secondo. Per il “serial winner” di casa Audi è un buon risultato, costruito al mattino con ben 21 giri nelle Libere, più di chiunque altro, per mettere a punto la sua RS 5 e ultimato nei minuti decisivi con l’aiuto del compagno di squadra Green che gli ha dato la scia nel tratto veloce tra le curve 4 e 6. Gary Paffett spreme al massimo la sua C 63 AMG e si migliora nell’ultimo giro, chiudendo al terzo posto, a 0”163 dalla pole. Ottima performance di BMW con Bruno Spengler quarto davanti ad Augusto Farfus, seguiti dalla Mercedes-AMG del nostro Edoardo Mortara che chiude con il sesto tempo, a 0”233.

Ancora le M4 in evidenza con i “rookie” Joel Eriksson e Philipp Eng davanti all’Audi di Nico Müller. Chiude la top ten Timo Glock (BMW), a 0”429 da Wittmann. Qualifica al di sotto delle aspettative per Paul Di Resta, solo 11° a oltre 4 decimi dalla pole: è l’unico dei tre che si giocano il titolo che non raccoglie alcun punto in questa sessione. Solo diciottesimo Robin Frijns: il pilota del team Audi Abt Sportline in Gara 1 ha ricevuto il suo quinto warning della stagione, quindi deve scontare una penalità di dieci posti sulla griglia di partenza.

Alla vigilia della gara che decreterà il campione 2018 del DTM Paffett è in testa con 240 punti e ha portato il suo vantaggio su Di Resta a 7 lunghezze, mentre Rast si avvicina ed è a 14 punti dal leader. In gara che ne sono in palio 25: la matematica dice che il fuoriclasse di Audi dovrà finire almeno sul podio e se dovesse vincere, dovrà sperare che Paffett non faccia meglio del quinto posto. Io se fossi in voi non me la perderei….

 

#weloveDTM

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento