DTM 2019, al Lausitzring Rast tenta la fuga

-

Questo weekend il campionato torna in Germania per il settimo dei nove appuntamenti

DTM 2019, al Lausitzring Rast tenta la fuga

Dopo sei dei nove appuntamenti, il DTM si appresta a entrare nella fase conclusiva di una stagione che, fino ad ora, ha incoronato sei differenti vincitori. A distanza di sole due settimane dalla trasferta di Brands Hatch, la serie riservata alle vetture 2 litri turbo da oltre 600 cv ritorna in Germania per approdare sul circuito del Lausitzring dove festeggerà un importante traguardo: quello delle 500 gare disputate nell’arco delle sue 35 stagioni (la prima si disputò l’11 marzo del 1984 a Zolder e venne vinta dalla BMW di Harald Grohs).

Davanti a tutti nella classifica c'è sempre René Rast. Il tedesco dell'Audi Sport Team Rosberg, salito in cattedra all'indomani della tappa di Misano (la terza del calendario 2019), in Inghilterra è tornato al successo dopo quattro gare di digiuno, centrando la sua quarta vittoria e incrementando il proprio vantaggio nei confronti del compagno di colori Nico Müller, che si ritrova adesso con 37 punti in meno. Lo svizzero, uomo di punta dell'Abt Sportsline, è salito solo una volta sul gradino più alto del podio; ma al contempo vanta un primato di tutto rispetto: quello di essere stato l’unico ad andare sempre a punti.

Wittmann terzo incomodo

Ancora una volta, a recitare il ruolo del "terzo incomodo" sarà Marco Wittmann. Il pilota del BMW Team RMG ha ottenuto lo stesso numero di vittorie di Rast, ma si è rivelato decisamente meno costante, occupando il terzo posto in campionato con un divario di 59 lunghezze dalla leadership generale. In terra d'oltremanica ha conquistato la pole nel primo turno di qualifica e ha dominato Gara 1, per chiudere soltanto decimo la domenica. Con sei gare ancora da disputare, una sorpresa potrebbe venire dall'austriaco Philipp Eng, che è andato a segno a Zolder con la vettura bavarese del Team RMR, ma in seguito ha raccolto altri due secondi posti (ancora in Belgio e poi a Misano).

Una vittoria, fino ad ora, anche per Mike Rockenfeller, portacolori Audi. Idem per Bruno Spengler (BMW), quest'ultimo fuori dai punti nelle ultime quattro gare. In risalita le azioni di Loïc Duval, autore di un bel weekend a Brands Hatch, dove ha collezionato un quinto e un quarto posto sempre con una Audi del Team Phoenix. 

Aston Martin ancora in crescita

Bene le Aston Martin in Inghilterra. Sul circuito di casa Paul Di Resta è stato autore della migliore qualifica di quest’anno, ottenendo nella prima sessione di sabato, con la pista in parte bagnata e in parte asciutta, il quarto responso assoluto. Poi in Gara 1, nonostante i tanti imprevisti, è arrivato il decimo posto di Daniel Juncadella. Lo spagnolo ha quindi concluso ottavo in Gara 2, proprio davanti al compagno di squadra Jake Dennis. 

Al Lausitzring il primo "ciak" sarà quello di venerdì, con i due turni di prove libere. Sabato, dalle 10.35, via alla prima sessione di qualifica utile a stabilire lo schieramento di Gara 1 che scatterà alle 13.30. Stessi orari per il programma di domenica, con la Q2 alle 10.30 ed il semaforo verde della seconda gara alle 14.30. Ed ovviamente, come nei precedenti round, sarà DAZN a trasmettere in diretta le due gare. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento