DTM

DTM, R-Motorsport ritira le Aston Martin dalla categoria

-

Lo schieramento del DTM perde quattro vetture: si tratta delle Aston Martin della R-Motorsport, che ha annunciato il ritiro dalla categoria con effetto immediato

DTM, R-Motorsport ritira le Aston Martin dalla categoria

L'esperienza delle Aston Martin Vantage della R-Motorsport nel DTM si conclude dopo una sola, deludente stagione: il team ha annunciato il ritiro dalla categoria con effetto immediato. Il 2019 di R-Motorsport è stato segnato dai significativi problemi tecnici occorsi durante il campionato alla Vantage DTM, affidata a Daniel Juncadella, Paul Di Resta, Ferdinand Von Habsburg e Jake Dennis. R-Motorsport ha quindi deciso di non proseguire l'avventura nel DTM. 

«La rivalutazione del nostro impegno nel motorsport ci ha fatto capire che vogliamo stabilire nuove priorità per il futuro e che la partecipazione al DTM non sarebbe più appropriata per noi - spiega il team principal di R-Motorsport, Florian Kamelger -. Annunceremo più avanti il nostro programma per la stagione 2020. In ogni caso, voglio approfittare di questa occasione per ringraziare in particolare Gerhard Berger e la ITR, Dieter Gass e Jens Marquardt (responsabili motorsport di Audi e BMW, ndr) per l'impegno comune nel DTM nella nostra stagione inaugurale. Specialmente BMW si è rivelata un partner molto importante per noi».

«Siamo dispiaciuti della decisione di R-Motorsport e auguriamo al team del Dottor Kamelger il meglio nei loro impegni futuri - ha dichiarato Dieter Gass, responsabile motorsport di Audi -. La ITR e in particolare Gerhard Berger sono attualmente impegnati in trattative con potenziali team e costruttori. Sappiamo che non è un compito facile cercare altri partecipanti nei tre mesi che ci separano dall'inizio della stagione, ma siamo sicuri di poter presentare ai fan del DTM uno schieramento competitivo per la stagione 2020». 

L'abbandono delle quattro Aston Martin di R-Motorsport riduce la griglia del DTM a sole 14 vetture, a meno che Audi e BMW non decidano di schierare altre vetture clienti. Per la prima volta dal 2011, saranno solo due i costruttori coinvolti: si tratta di Audi e BMW. Il calendario 2020 del DTM comprende anche Monza: le auto della categoria Turismo tedesca scenderanno in pista al Tempio della velocità dal 26 al 28 giugno prossimi.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento