Formula 1 e Dakar: il futuro di Audi mira al gradino più alto

Formula 1 e Dakar: il futuro di Audi mira al gradino più alto
Pubblicità
In occasione del Festival dello Sport, Audi ha parlato del suo passato e del suo futuro nel mondo del motorsport
24 settembre 2022

In occasione del Festival dello Sport a Trento, Audi ci da uno sguardo al futuro nell’ambito del motorsport e lo fa rivivendo tutti i successi dei modelli più famosi che l’hanno portata dov’è oggi, come l’Audi Sport quattro, l’Audi R18 e-tron e Audi RS Q e-tron.

La storia del marchio tedesco, inizia con l’Audi quattro e più precisamente, nel 1981. Infatti, quell'anno esordì nel rally in occasione dello Janner Rallye in Austria e fu la prima vettura del mondiale a portare la tecnologia 4WD

I successi con la famosa quattro non sono mancati e grazie alla tecnologia della trazione integrale, riuscì a vincere ben due titoli costruttori e piloti dal 1982 al 1984 nel Campionato del Mondo Rally, portando anche a casa le tre vittorie consecutive alla Pikes Peak dal 1985 al 1987.

Negli anni successivi, il marchio con i quattro anelli lasciò la trazione integrale e si dedicò ai prototipi. Nel 1999, debuttò con l’Audi R8 Sport e conquistò il terzo gradino del podio nella gara di Le Mans al suo primo tentativo. Inoltre, un altro modello che ha fatto parlare di sè, è sicuramente l'Audi R10 TDI, la prima vettura da competizione con motore Diesel a vincere alla 24 Ore di Le Mans. 

Con l’entrata dell’era ibrida, Audi è rimasta al passo con i tempi, vincendo la prima 24 Ore di Le Mans nel 2012 e anche il Campionato del Mondo Endurance con la R18 e-tron per ben tre anni consecutivi (2012-2013-2014), fino all’abbandono del campionato nel 2016.

Nella stagione 2017/2018, il brand ha intrapreso in veste ufficiale anche l’avventura della Formula E, vincendo sia il titolo piloti nel 2016/2017 che il costruttori nel 2017/2018. 

Parlando di futuro, Audi ha due grandi obiettivi: Dakar 2023 e il campionato di Formula 1 dal 2026

Il 2022, ha visto Audi partecipare alla Dakar con la RS Q e-tron, conquistando all’esordio del prototipo ben quattro vittorie e dieci podi di tappa

Come vi abbiamo già raccontato su Automoto.it, qualche giorno fa sono stati ultimati i test in Marocco dell’Audi RS Q e-tron E2 e sembra che stia facendo dei grandi passi in avanti dal punto di vista tecnico. Infatti, la carrozzeria si è rinnovata con un ulteriore sviluppo dell'aerodinamica e un  gruppo propulsore elettrico più efficiente rispetto a prima.

Infine, in attesa che arrivi il 2026, il gruppo tedesco parteciperà al campionato più famoso al mondo: la Formula 1. Da quell’anno, il regolamento porterà dei nuovi cambiamenti tecnici (soprattutto dal punto di vista dell’elettrificazione) e dopo oltre 10 anni, sarà il primo brand tedesco a sviluppare un propulsore per la classe regina.

Argomenti

Pubblicità
Caricamento commenti...