Genova: avvio dei lavori del tunnel sotto il porto, il più grande d'Europa

Genova: avvio dei lavori del tunnel sotto il porto, il più grande d'Europa
Pubblicità
Simone Lelli
  • di Simone Lelli
Genova: un tunnel sottomarino di eccellenza; sostenibilità, connessione e innovazione per il futuro urbano e portuale d'Europa
  • Simone Lelli
  • di Simone Lelli
5 marzo 2024

In una giornata storica per la città e l'intera Italia, sono ufficialmente partiti oggi i lavori per la realizzazione del Tunnel Subportuale di Genova. Questa opera, il primo tunnel sottomarino mai costruito nel Paese e il più grande in Europa, è il risultato dell'eccezionale ingegneria italiana e incarna un nuovo approccio alle infrastrutture.

Progettato con un'ottica di sostenibilità ambientale e sociale, il tunnel subportuale di Genova rappresenta una svolta strategica per il territorio e il Paese. Con i lavori svolti da Autostrade per l'Italia, l'inaugurazione ufficiale ha visto la presenza dei ministri Salvini e Piantedosi, testimoniando l'importanza nazionale dell'evento.

Il tunnel, lungo 3,4 chilometri e composto da due gallerie separate per ogni direzione di marcia, diventa il punto di riferimento mondiale per la dimensione del diametro di scavo, con un investimento di circa 1 miliardo di euro. La sua realizzazione mira a migliorare i collegamenti cittadini e l'accessibilità al porto di Genova, tra i più trafficati d'Europa.Entro l'agosto del 2029, la nuova infrastruttura contribuirà a risparmiare più di 1 milione di ore di viaggio all'anno, con conseguenti benefici ambientali. La città guadagnerà anche 10 ettari di nuovi parchi urbani, integrati in un progetto di riqualificazione urbanistica, che cerca di promuovere la biodiversità e la qualità ambientale.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha commentato: "La giornata di oggi rappresenta un momento storico per Genova e per tutta la Liguria. L'avvio dei lavori del tunnel subportuale, progetto unico in Italia, è infatti un traguardo atteso da tempo, che Regione Liguria ha contribuito a raggiungere concludendo l'iter autorizzativo legato alla Conferenza di servizi a tempo record, in meno di un anno. Questo cantiere si aggiunge a quelli delle grandi opere in corso di realizzazione, che contribuiranno a rivoluzionare la Liguria come il Terzo Valico, il nodo ferroviario di Genova o la nuova Diga portuale. Un risultato frutto della sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte, unite nell'obiettivo comune di rendere questo territorio sempre più attrattivo non solo per i turisti, ma anche per gli investimenti, promuovendo così la crescita e lo sviluppo di tutta la regione".

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha poi aggiunto: “È un orgoglio inaugurare oggi un cantiere che cambierà il volto di Genova nel corso dei prossimi anni. Il tunnel subportuale rappresenta un’opera strategica, che migliorerà la circolazione nella nostra città con maggiore sicurezza e sostenibilità anche dal punto di vista ambientale. Una vera e propria rivoluzione per Genova, un’infrastruttura unica nel suo genere in Italia, uno dei progetti più avveniristici in questo momento in Europa, su cui abbiamo creduto fortemente fin dalla sua progettazione. Un’opera ingegneristica di altissimo livello che insieme al nuovo Waterfront, alla Diga e al Parco della Lanterna cambierà totalmente il volto di quest’area della città. Siamo pronti ad affrontare questa nuova sfida, ci attendono mesi di grande lavoro per dare vita al nuovo tunnel subportuale che proietterà Genova verso il futuro.”

Paolo Piacenza, Commissario Straordinario AdSP del Mar Ligure Occidentale, ha invece detto: “L’avvio dei lavori per la realizzazione del Tunnel sub-portuale è un ulteriore passo in avanti verso una trasformazione epocale della mobilità di Genova nel cui tessuto si innerva il nodo trasportistico e logistico portuale che potrà così beneficiare di questa nuova e moderna arteria di scorrimento, alternativa all’attuale viabilità, per completare quello che è uno degli obiettivi dell’AdSP: ottimizzare i flussi di traffico pesante e passeggeri diretti in porto per rendere sempre più sostenibile lo sviluppo delle economie del mare con effetti positivi di lunga durata sul territorio. La co-pianificazione tra le istituzioni si dimostra fattiva nel portare avanti interventi infrastrutturali di valenza strategica internazionale, come la Nuova Diga foranea e il potenziamento del nodo ferroviario Genova-Terzo Valico, al tempo stesso armonizzando i cantieri con le esigenze di tutela dell’ambiente, della vivibilità e delle attività portuali. Ancora una volta, la sinergia tra Porto, Città e Istituzioni mette in moto processi di rigenerazione e di crescita che guardano al futuro.”

L'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, Roberto Tommasi, ha concluso: “Il tunnel è una nuova grande sfida per Aspi. Un’opera complessa, prototipo di un nuovo modo di pensare le infrastrutture, guardando alla mobilità del domani. Un futuro in grado di far correre insieme la sostenibilità ambientale, economica e sociale, poiché l’una non può prescindere dall’altra. Al centro di questa rivoluzione, le competenze che rendono possibile il cambiamento. Un’opera che rimette l’ingegneria al centro della scena nazionale e che costituisce una risposta concreta all’esigenza di coniugare la mobilità su gomma con gli obiettivi di sostenibilità, nella sfera del grande piano per la decarbonizzazione illustrato nel recente studio firmato da Aspi e altri grandi player del panorama nazionale. Si entra oggi nel vivo di una stagione intensa per il nostro Gruppo, nel segno di una mobilità sempre più sostenibile, ancora una volta a partire da Genova”.

Argomenti

Pubblicità
Caricamento commenti...

Hot now