wrx

WRX-18. Sud Africa. Round 12. Johan Kristoffersson (VW), l’11° sigillo della stagione trionfale

-

Lo svedese Campione del Mondo conquista anche il Rallycross del Sudafrica. A podio anche il “nemico” Ekstrom e, per l’ennesima e… ultima volta, la Peugeot 208 WRX di Sébastien Loeb

WRX-18. Sud Africa. Round 12. Johan Kristoffersson (VW), l’11° sigillo della stagione trionfale

Città del Capo, Sud Africa, 25 Novembre. Con i Titoli già assegnati in anticipo, e le rivincite nominali non andate a segno o rimandate, si conclude in Sud Africa, sul circuito dedicato di Killarney, la stagione Mondiale 2018 di Rallycross.

Il sipario sul Campionato si chiude con un nuovo successo di Johan Kristoffersson, lo svedese del Team PSRX Volkswagen Sweden e bicampione del Mondo che, con il suo sigillo anche sull’ultima Prova del Mondiale, porta a termine una stagione record e trionfale scandita dal ritmo delle 11 vittorie sulle dodici manche del torneo iridato “pesented” da Monster Energy.

Niente da fare per gli avversari, nonostante il circuito Killarney International Raceway, un complex nella fattispecie dedicato all’Evento da due serie ultimo della stagione, un largo chilometro 60%-40% asfalto-terra molto spettacolare, fosse particolarmente adatto, per la possibilità di sorpassare, alle vicende più varie e incerte del Rallycross.

Infatti, rispetto ad altre manifestazioni del corso della Stagione, il Rallycross del Sudafrica ha potuto vivere, se non sull’incertezza dei Titoli, Piloti e Team, già assegnati, almeno sulla certa bagarre della Gara sudafricana. 

Il primo a “recriminare” un posto al sole è stato Sébastien Loeb, che guidava l’ultima uscita ufficiale del Team Peugeot Total dopo il ritiro annunciato a sorpresa nei dintorni della penultima di Mondiale in Germania.

Loeb si è imposto nella prima manche di qualifica e, ottenendo anche un sesto e due secondi nelle successive “heat”, si è presentato alle semifinali al secondo posto, giusto alle spalle del “solito” Kristoffersson vincitore di tre delle quattro frazioni di qualifica. 

Semifinali incrociate, Kristoffersson, Volkswagen Polo R, si è imposto nella prima davanti ai fratelli Timmy e Kevin Hansen, Peugeot, mentre il compagno di Squadra Solberg ha vinto la seconda davanti a Loeb e Ekstrom, per una prima fila interamente occupata dai Piloti del Team PSRX VW Sweden Campione del Mondo, e la seconda con due delle tre Peugeot affiancate.

Finale concitata ed emozionante. Mentre Kristoffersson andava via involandosi verso l’undicesimo successo stagionale, Solberg e Timmy Hansen rimanevano al palo al secondo giro, giravolta e contatto, aprendo la porta allo spettacolare seguimento di Mattias Ekstrom, Audi S1, autore del migliore tempo sul giro, del miglior parziale anche sul Joker Lap e finalmente secondo assoluto.

Loeb ancora una volta sul podio, sul terzo gradino, e Kevin Hansen quarto, a conclusione della prova che tira una riga sul bilancio del Mondiale 2018. Kristoffersson vola a 342 punti, lontanissimi tutti gli altri. Ekstrom, il Campione del Mondo 2016, è secondo con 248 punti, Andreas Bakkerud, Audi S1, terzo con 237. Le Peugeot ufficiali escono di scena con il quarto posto finale di Loeb e il sesto di Timmy Hansen.

Pronto il calendario della prossima stagione, basato su undici Prove, l’inaugurazione del Campionato con il Rallycross new entry di Abu Dhabi e l’uscita dal circuito Mondiale dei Rallycross di Portogallo e Germania. In attesa delle reazioni del Promoter IMG al terremoto provocato dal rinvio della conversione termico-elettrico del Campionato, il conseguente ritiro di Peugeot e le “minacce” di altri costruttori. Momento delicato per il Rallycross, proprio nell’anno in cui ha fatto vedere un ulteriore incremento delle sue potenzialità.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento