Mondiale turismo wtcr

WTCR 2018 Nurburgring, Day3: vittorie di Guerrieri e Björk [video]

-

Il Mondiale Turismo che parla coreano vede un poker di i30 in vetta alla classifica, ma in Germania oltre Muller e Björk vince anche la Honda, con Guerrieri

Si conclude di sabato, la terza tappa del Mondiale Turismo 2018 presso il Nürburgring Nordschleife. Il WTCR infatti, come si denomina oggi il Trofeo iridato per le auto ispirate alla serie, quello che purtroppo non passa più in quell’Italia che lo vide in un certo senso nascere, condivide per l’occasione il mitico tracciato tedesco con la 24ore (che impegna il lungo percorso nella rimanente giornata del weekend con splendide auto GT). A fare da spettatori della domenica, ma vincenti quando è toccato a loro faticare sui 25,378 km di ogni giro, ci sono Muller, Björk e Guerrrieri, saliti sul primo gradino dei tre podi WTCR con i30 e Civic, rispettivamente. La classifica di Campionato vede ora quattro Hyundai ai primi quattro posti, con il francese Muller che allunga sul nostro Tarquini, staccato di 19 punti, ma campionato è ancora lungo.

Il podio del WTCR al Nurburgring
Il podio del WTCR al Nurburgring

Gara2

Con griglia di partenza rimescolata e le Hyundai i30, più veloci sul tempo cronometrato durante le prove, che partono arretrate, è infine Esteban Guerrieri a trionfare in Gara 2, dichiarandosi sul podio tanto entusiasta quanto affaticato. La Honda Civic Type R TCR balza al comando nel primo giro, ma deve poi tenere testa al “poleman” di Gara2, lo spagnolo Pepe Oriola con la Cupra e a una rimonta esagerata di Yvan Muller, vincitore in Gara 1 e capace risalire dalla settima piazza sino a ridosso del podio. Una rimonta, quella dell’esperto pilota Hyundai che sul finale cede all’Audi di un coriaceo Vervisch, favorita anche dalla rapida uscita di scena di René Rast e Rob Huff, potenziali protagonisti venuti a contatto poco dopo il semaforo verde. Sorte questa toccata purtroppo anche all’italiano meglio messo in questo campionato, Gabriele Tarquini. Il poleman nel senso classico del termine, quello di tempo migliore registrato, Thed Björk, deve rientrare mestamente ai box dopo un contatto.

Il WTCR nel 2018 offre tre podi a concorrenti e spettatori, ma non passa dall'Italia
Il WTCR nel 2018 offre tre podi a concorrenti e spettatori, ma non passa dall'Italia

Gara 3

Non poteva andarsene via solo con i migliori tempi in prova Thed Björk, quando la sua categoria di gare ne fa addirittura tre in un fine settimana. Lo svedese coglie l’ultima opportunità al Nürburgring Nordschleife, partendo dalla pole e rimanendo davanti fino al termine di Gara 3, lontano da certi contatti e urti pesanti che con queste vetture sono all’ordine del giorno, in gara. La i30 precede un ottimo Frédéric Vervisch, capace di un secondo podio in giornata con la Audi RS 3 LMS TCR, oltre che di ottenere il giro più veloce e quindi il compagno in casa Hyundai Yvan Muller, terzo, che si tiene dietro l’altra i30, quella di Norbert Michelisz prima che lo stesso finisca KO, per contatti ai limiti della sicurezza.

Pochissimi giri ma di lunghezza esagerata, oltre 25 Km
Pochissimi giri ma di lunghezza esagerata, oltre 25 Km

Italiani

Il ritornello triste dell’Italia alla tappa tedesca del WTCR 2018 si ripete: le Alfa Romeo Giulietta TCR vedono solo Fabrizio Giovanardi al traguardo, quindicesimo dopo una rimonta, out Gianni Morbidelli con l’altra vettura italiana e nemmeno partito Gabriele Tarquini, che con la Hyundai resta però quello meglio messo in ottica di Campionato, per i nostri colori, pur se lui e soprattutto la sua i30 sono usciti malconci dopo l’incidente di Gara 2.

Le Alfa Romeo corrono ancora nel Mondiale Turismo, ma non volano come un tempo
Le Alfa Romeo corrono ancora nel Mondiale Turismo, ma non "volano" come un tempo

 

A questo link, la classifica di Campionato WTCR 2018 aggiornata dopo Gara2 e Gara3 al Nurburgring, in formato .pdf. Prossima tappa tra una settimana, a Zandvoort.

Video

 

 

O.M.F.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento