Automoto.it per Land Rover Italia

Nuova Discovery Sport, con il SUV di Land Rover nei pressi della Via del Sale [video]

-

Il nuovo SUV Land Rover ci ha accompagnato in un'affascinante escursione lungo i percorsi adiacenti alla Via del Sale. Ecco com'è fatto

Cos’è la Via del Sale? Piemonte, Francia, Liguria. La Via del Sale è qui. Fatta di saliscendi, strade bianche, off-road, panorami mozzafiato che si susseguono, su un percorso lungo oltre 100 chilometri, che veniva usato per portare il sale dalla costa all’entroterra. C’è la via canonica, certo, ma ci sono altre mille ramificazioni, deviazioni, percorsi meno noti. Siamo andati su uno di questi con la voglia di spingersi oltre il solito asfalto. Ma se si pensa di uscire dagli spazi comuni, saltare da asfalto a off-road senza paura e senza rischi, allora serve il mezzo giusto, un'auto come la nuova Land Rover Discovery Sport.

Guidare su strade come queste porta emozione, sembra quasi di essere pionieri su percorsi unici e molto molto lontani dalla quotidianità. Il Discovery Sport permette di tutto: portare bambini al cinema o fare il più duro degli off-road, senza perdere mai una briciola del DNA Land Rover.

Sensazioni Guida

Posizione rialzata, comodità per ogni stazza, senza rischio di battere testa o ginocchia e soprattutto strade dissestate che, una volta alla guida... beh, possono quasi sembrare, non dissestate. Il merito sta un po’ nel motto di questo Discovery: non smettere mai di andare oltre. Grazie al Terrain Response 2, che declinato sulla piattaforma PTA sposta l’asticella ancora un po’ più in alto. Più rigidità rispetto al passato e una centralina che comprende automaticamente il tipo di terreno sotto le gomme. Il risultato è ottimizzazione costante per le molte regolazioni, suggerendo anche tramite il selettore delle modalità guida, modifiche dirette: allo sterzo, all’erogazione potenza, al cambio automatico ZF e alle sospensioni. Scenari anche estremi come sabbia, erba-ghiaia-neve, fango e solchi.

Con questa nuova Discevery noi abbiamo percorso soltanto delle strade bianche ma avremmo potuto essere ovunque: la profondità di guado è 60 centimetri, la pendenza massima affrontabile 45 gradi e a disposizione c'è la trazione integrale. A proposito: sulle 4x4 c’è il driveline disconnect, che su strade “normali” a velocità costanti stacca la coppia all’assale posteriore, per rendere più efficienti i consumi, andando a completare l’active driveline, il sistema di torque vectoring utile ogni volta che affrontiamo una curva.

Esperienza di bordo

La nuova Land Rover Discovery Sport è un concentrato di tecnologia, perché introduce in maniera elegante nuove soluzioni capaci di completare l’esperienza di bordo non solo di chi guida ma anche degli occupanti. Anzitutto, l’attenzione alla sicurezza si declina con gli ADAS completi, mentre a livello Infotaiment ci sono la ricarica wireless, nella sezione inferiore della consolle centrale e la connettività con Apple Car Play e Android Auto. A livello connettività non mancano l’hotspot wi-fi 4G e le prese USB + 12 volt. Non solo per chi sta davanti, ma per ciascuna fila di sedili. E qui non ce ne sono due, ma tre!

Discovery Sport offre, infatti, anche sette posti, e sono posti veri. La soluzione 5+2 si abbina alla suddivisione del divano posteriore 40:20:40. Ci sono addirittura 24 configurazioni disponibili, per una flessibilità e una versatilità senza pari. A livello di qualità degli interni, si respira un’aria premium in ogni aspetto, con un occhio anche all’ecologia, nel rivestimento in LUXTEX (non usa pellami ma microfibra di poliestere riciclato). La funzione Smart Settings apprende grazie all’intelligenza artificiale le preferenze regolando molti aspetti, dalla posizione del sedile al massaggio, dal volume della musica ai flussi del climatizzatore. È tutto semplice da usare e immediato da capire. Soprattutto, c’è una risposta a ogni domanda. Per esempio: se a bordo siete in sette o in condizioni particolari, è possibile attivare il Clearsight Ground View che rende trasparente il cofano offrendo visuale a 180 gradi della zona antistante e sottostante del veicolo e che permette una visione maggiorata attraverso lo specchio retrovisore, che restituisce un’immagine migliorata grazie a una telecamera che porta la visibilità oltre le possibilità umane.

All’esterno, invece, si conferma l’inconfondibile impronta del design Discovery, con proporzioni armoniose e un carattere unico, deciso. È una vera Land Rover, resa più moderna grazie ai nuovi paraurti, al design della griglia e alle luci LED. È ammiccante ma elegante, imponente ma compatto, soprattutto personalizzabile: cerchi da 17 a 21 pollici, 12 tinte per la carrozzeria, a soddisfare anche le esigenze di unicità di ogni driver.

Motori

La nuova Discovery Sport non è green solo negli interni, ma anche nelle motorizzazioni, che offrono anche la propulsione mild hybrid con sistema a 48V utile per rendere più efficienti i consumi. Quanto? A partire da 6.9 litri per cento chilometri nel ciclo WLTP, con un miglioramento tangibile, del 6%. Inoltre Discovery Sport è già certificata secondo la normativa RDE3 che entrerà in vigore nel 2020. Quando si frena, per esempio, a velocità inferiore di circa 17 Km/h il motore si spegne per diminuire le emissioni, a partire da 144 grammi di CO2 per chilometro (NEDC). Il sistema a 48 volt immagazzina l’energia dispersa ed è pronto a restituirla nelle partenze e nelle accelerazioni. La tecnologia mild hybrid, di serie su tutte le versioni a trazione integrale, interessa tutti i quattro cilindri benzina e diesel, della famiglia Ingenium, che offrono diverse potenze a seconda delle esigenze: si va da 150 a 249 cavalli. Il modello ibrido plug-in PHEV, sarà commercializzato prossimamente.

Ma quanto costa tutta questa versatilità? Si parte da 39.000 euro e ci sono i consueti allestimenti S, SE e HSE, che si affiancano alla versione standard e alla R-Dynamic che sfoggia accenti esterni più marcati, oltre alle cuciture a contrasto sul volante e alle soglie brandizzate. Per i più curiosi, è possibile provare direttamente e gratuitamente questa vettura, visitando questa pagina.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento