mostra aiuto
Accedi o registrati
salone di parigi 2016

Salone di Parigi 2016: ecco la nuova Land Rover Discovery [Video]

-

Debutta ufficialmente a Birmingham in un evento speciale Land Rover la nuova Discovery. Abbandonate le linee squadrate, adotta tanta tecnologia, mantenendo fede al DNA off-road con capacità oltre la media

Ecco il debutto ufficiale della nuova Land Rover Discovery, in un evento a lei dedicato dalla Casa inglese in attesa del debutto al Salone di Parigi. Linee più moderne, meno squadrate, versatilità, spazio a bordo, DNA off-road spiccato e tanta tecnologia. Queste le linee guida del nuovo progetto Discovery.

Nuova l'architettura del telaio, completamente in alluminio come la cugina Range Rover Sport, che ha consentito un risparmio di peso medio di circa 480 Kg. Le linee abbandonano gli spigoli del passato per attingere al nuovo corso stilistico inaugurato con Range Rover Evoque, Range Rover Sport e, per ultima, Discovery Sport. Logica conseguenza un miglioramento anche dell'aerodinamica, che ora sfrutta un Cx record per quest'auto, di solo 0.33

Prerogativa di questo modello, al pari del rialzo del tetto nella zona posteriore, rimane la grande abitabilità a bordo, che sfrutta tre file di sedili per sette posti complessivi. Ora le sedute sono comandabili individualmente, sia dai comandi nel bagagliaio o nei montanti C, sia dal display touchscreen dell'infotainment, sia da remoto attraverso lo smartphone. La capacità di carico e lo spazio a bordo sono anche testimoniati da dati come un bagagliaio da 1.231 a 2.500 litri, o vani portaoggetti più capienti del 65% rispetto al passato. Il portellone posteriore, sempre stato diviso in due pezzi, ora diventa unico.

Intatto il DNA offroad, anzi, ancora più spiccato: altezza da terra maggiorata a 28.3 cm (+43 mm), trazione integrale permanente, angoli di attacco, dosso e uscita rispettivamente di 34°, 27.5° e 30°. La profondità di guado, aumentata di 20 cm, tocca soglia 90 cm. Un grosso aiuto viene dal Terrain Response 2, che in base alle diverse modalità consente di adattare la risposta del motore, della trasmissione, la soglia di intervento dei controlli di stabilità e trazione, l'assetto (con le sospensioni pneumatiche, di serie dalla SE, si può alzare di 75 mm), la percentuale di bloccaggio dei differenziali, l'ABS e la velocità dell'auto in discesa. Il tutto in base alla modalità scelta fra le sei disponibili oppure delegando il tutto alla funzione automatica. È presente inoltre l'All-Terrain Progress Control, che è in grado di mantenere la velocità compresa fra 2 e 30 Km/h cosicché il guidatore possa concentrarsi esclusivamente sullo sterzo.

La nuova Discovery cresce in lunghezza di ben 14 cm, sfiorando ora i cinque metri (4.97 per la precisione). Il passo è cresciuto di 3.8 cm. Tanta la tecnologia a bordo, a partire dal nuovo sistema di infotainment InControl Touch Pro con display da 10", che è dotato dei sistemi di mirroring per smartphone Apple CarPlay e Android Auto. Tantissime le prese di corrente a bordo, 6 a 12 Volt e fino a 9 porte USB. È ovviamente presente la navigazione a bordo, dall'hotspot Wi-Fi 4G alla navigazione "porta a porta", che prosegue attraverso lo smartphone anche una volta parcheggiata l'auto. Particolare una dotazione in particolare: un braccialetto impermeabile che, se avvicinato alla "D" di Discovery sul portellone, sblocca il veicolo e disabilità il telecomando principale, che può essere lasciato così nell'auto per poter svolgere attività sportiva senza la preoccupazione di poter perdere le chiavi.

Per quanto riguarda il reparto motoristico, la gamma di motori è costituita da tre diesel e un benzina: quest'ultimo è un V6 Supercharged da 3.0 litri sovralimentato tramite compressore volumetrico, che sviluppa 340 CV e 450 Nm di coppia massima (scatto da 0 a 100 Km/h in 7.1 secondi). I propulsori a gasolio invece sono due quattro cilindri da 2.0 litri e un V6 da 3.0 litri. I primi due sono Td4 da 180 CV e 430 Nm di coppia e Sd4 da 240 CV e 500 Nm di coppia massima; l'ultimo è il 3.0 litri Td6 da 249 CV e 600 Nm di coppia. Il cambio è per tutte le motorizzazioni un automatico con convertitore di coppia a 8 rapporti firmato ZF, dotabile delle ridotte.

Oltre ad una capacità di traino di ben 3.500 Kg, l'auto offre una dotazione completa sotto tutti i punti di vista: per la sicurezza sono presenti tutti i più moderni sistemi, compresi frenata di emergenza automatica e cruise control adattivo. È inoltre possibile ribassare l'auto di 40 mm per poter accedere all'abitacolo, che può vantare rivestimenti in pelle Windsor, gli inserti in quercia naturale e il massaggio per i sedili anteriori, mentre tutte e sette le sedute sono riscaldabili.

Per l'inizio della commercializzazione ci sarà un'edizione limitata First Edition, di soli 2.400 esemplari, con finiture in alluminio specifiche per porte e plancia, loghi esclusivi, un'ampia gamma di colori e una dotazione particolarmente completa.

La nuova Discovery sarà in vendita dalla prossima primavera, sarà disponibile negli allestimenti S, SE, HSE e HSE Luxury.

 

  1 di 55  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Land Rover Discovery
Maggiori info
Land Rover