approfondimento

Limiti europei di CO2 per autovetture: ecco come si calcolano

-

Il nostro editorialista Enrico De Vita ci spiega il criterio adottato dalla UE per calcolare le limitazioni di CO2 che dovranno rispettare le auto nel corso dei prossimi anni

Limiti europei di CO2 per autovetture: ecco come si calcolano

Nel corso dei prossimi anni le Case automobilistiche andranno incontro a  limitazioni in termini di emissioni di CO2 sempre più rigide ed imposte con sempre maggior rigore dall'Unione Europea.

 

I diversi costruttori infatti dovranno rispettare norme di volta in volta più restrittive per il contenimento delle emissioni e per questo motivo stanno studiando tutte le soluzioni possibili per aggirare ed in qualche modo evitare di rispettare fino in fondo le norme UE.

 

Per capire meglio come le disposizioni comunitarie andranno ad influenzare il panorama automobilistico del prossimo futuro può essere utile capire sulla base di quale criterio l'Europa ha deciso di calcorare le limitazioni di CO2 per le autovetture.

 

Il limite di CO2 fissato per ogni vettura è determinato sostanzialmente dalla sua massa. Come illustrano le formule in calce all'articolo, se il peso della vettura (in ordine di marcia) è di 1.372 kg il limite per la CO2 è di 130 g/km. Se il peso è maggiore invece, si ha un limite più elevato, pari al 4,5% della differenza in kg. Dal 2016 in avanti, la formula rimane la stessa, ma il peso standard di 1.372 kg verrà ricalcolato sulla media delle nuove vetture.

 

Le emissioni specifiche di CO2 per ciascuna autovettura nuova, misurate in grammi per chilometro, sono determinate con la seguente formula:

Dal 2012 al 2015

Emissioni specifiche di CO2 = 130 + a × (M – M0)

dove:
M =massa del veicolo in chilogrammi (kg)
M0 =1372,0
A =0,0457;

A partire dal 2016

Emissioni specifiche di CO2 = 130 + a × (M – M0)

dove:
M =massa del veicolo in chilogrammi (kg)
M0 =il valore adottato a norma dell’articolo 13, paragrafo 2
A =0,0457.

 

Entro il 31 ottobre 2014 e, successivamente, ogni tre anni, sono adottate misure per modificare la formula in modo tale che la massa M0 risulti  la massa media delle autovetture nuove dei tre precedenti anni civili.
 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento