F1, GP Arabia Saudita 2021: vince Hamilton

  • di Massimiliano Amato
Lewis Hamilton vince il Gran Premio dell'Arabia Saudita 2021 di Formula 1. Max Verstappen e Valtteri Bottas completano il podio, settimo Charles Leclerc
  • di Massimiliano Amato
5 dicembre 2021

Al termine di una gara ricca di colpi di scena, Lewis Hamilton vince a Gedda. Il pilota della Mercedes imponendosi nel Gran Premio dell'Arabia Saudita 2021 di Formula 1, raggiunge Max Verstappen 2° in testa alla classifica piloti. 

Alle loro spalle Valtteri Bottas che ha beffato sul traguardo Esteban Ocon 4°. Sfortunato Charles Leclerc 7° condizionato dalla bandiera rossa, che ha tagliato il traguardo davanti a Carlos Sainz 8°. 

Prima edizione del Gran Premio dell'Arabia Saudita  che resterà negli annali della Formula 1, e regalerà tante polemiche.  Hamilton sembrava avere la vittoria in pugno dopo che al via aveva conservato la prima posizione, con Verstappen terzo dietro a Bottas senza riuscire mai a mettergli pressione, e Leclerc 4° davanti a Perez.

La situazione cambia nel corso del decimo giro, quando Mick Schumacher va a muro ed entra in pista la safety car. Le due Mercedes decidono di fare il pit stop insieme a Leclerc, mentre Verstappen allunga il suo stint. Mossa che rivelerà giusta visto che la gara viene interrotta, e l'olandese alla ripartenza potrà cambiare le gomme e partire dalla prima posizione. 

Nella seconda partenza Hamilton sfoga la rabbia per la decisione di Michael Masi, scattando meglio di Verstappen che va lungo in curva 1 tornando in pista in testa, con Hamilton finito dietro ad Ocon. La gara per gli incidenti di Nikita Mazepin e Sergio Perez viene di nuovo sospesa, ed inizia una lunga trattativa fra i commissari e la Red Bull per far partire Verstappen terzo al fine di fargli evitare la penalizzazione.

Verstappen però scattando dalla terza casella alla terza partenza, e sfruttando le gomme medie si riprende la prima posizione, mentre Hamilton ha un contatto con Ocon. Hamilton quando si libera del pilota dell'Alpine si lancia alla caccia di Verstappen, che però facendo la differenza nel primo settore riesce a non dargli occasioni di attaccarlo.

Al 37° giro arriva l'altro momento decisivo della gara. Verstappen in rettilineo decide di lasciar passare Hamilton che però lo tampona, ma la sua vettura rimane illesa nel contatto e può di nuovo lanciarsi alla caccia del rivale. Verstappen fa di nuovo passare Hamilton ma sfruttando il drs gli torna subito davanti,  manovra che gli costerà una penalizzazione di cinque secondi.

Verstappen cede a sette giri dalla fine la posizione a Hamilton, che allunga facendo anche il nuovo giro veloce, ma soprattutto andando a vincere la terza gara consecutiva e raggiungendo al primo posto della classifica piloti Verstappen crollato nel finale a causa delle gomme. Alle loro spalle al fotofinish Bottas beffa Ocon impendendogli di far conquistare il secondo podio consecutiva all'Alpine, e Daniel Ricciardo bravo a sfruttare gli episodi della gara per recuperare sei posizioni rispetto alla partenza.

Dietro all'australiano Charles Leclerc che era saldamente in quarta posizione fino alla bandiera rossa,  nell'ultimo giro vince il duello in casa Ferrari con Carlos Sainz che lo aveva superato in precedenza, Antonio Giovinazzi che dopo averla a lungo inseguita va in zona punti, completata da Lando Norris.  Lance Stroll, Nicholas Latifi, Fernando Alonso, Yuki Tsunoda e Kimi Raikkonen chiudono la classifica del Gran Premio dell'Arabia Saudita, ritirati anche Sebastian Vettel e George Russell. 

La gara minuto per minuto

20.40: Lewis Hamilton vince il Gran Premio dell'Arabia Saudita 2021 di Formula 1. 

20.39: Leclerc supera Sainz.

20.38: All'inizio dell'ultimo giro Hamilton ha un vantaggio di 8.3 su Verstappen.

20.37: Due giri al termine.

20.36: Bottas prende la scia ma non riesce ad attaccare Ocon.

20.35: Hamilton non gestisce il vantaggio ma stabilisce il nuovo giro veloce.

20.34: Il suo ingegnere chiede ad Hamilton di evitare i cordoli visto che ha l'ala danneggiata.

20.33: Ritiro per Vettel.

20.32: Giro veloce di Hamilton, mentre Verstappen è crollato ed ha un distacco di 4.2.

20.31: Hamilton allunga con Verstappen a due secondi.

20.29: Verstappen lascia di nuovo passare Hamilton.

20.29: Verstappen e Hamilton di nuovo sotto investigazione.

20.28: Cinque secondi di penalità per Verstappen.

20.27: Verstappen lascia passare Hamilton, ma poi lo supera in curva 1.

20.26: Giro veloce di Hamilton.

20.25: Mercedes furiosa con Masi per la mancata penalizzazione di Verstappen.

20.25: Nel frattempo Sainz e Leclerc hanno passato Giovinazzi.

20.24: Bottas ripassa Ricciardo.

20.23: Hamilton riduce lo svantaggio nei confronti di Verstappen 1.7.

20.22: Bottas supera Ricciardo e sale in 4° posizione.

20.21: Anche questo contatto è stato notato dai commissari.

20.20: Contatto fra Hamilton e Verstappen in rettilineo.

20.19: Hamilton prova l'attacco a Verstappen che va lungo e rientra in pista 1°.

20.17: Nuova virtual safety car molto veloce per rimuovere un detrito in pista.

20.17: Nuovo giro veloce di Hamilton che si porta a sette decimi da Verstappen.

20.15: Hamilton toglie il giro veloce a Verstappen.

20.14:. Hamilton riduce a 1.1 il gap da Verstappen.

20.12: La gara riparte quando siamo nel corso del 33° giro.

20.05: Nuova virtual safety car dopo che Alonso via radio aveva comunicato che c'erano ancora detriti in pista.

20.05: Verstappen continua a fare la differenza nel T1, con Hamilton che non riesce ad attaccarlo negli altri due settori.

20.03: Veloce virtual safety per rimuovere dei pezzi in pista.

20.01: Cinque secondi di penalità per Tsunoda.

20.00: Problemi per Vettel che ha danneggiato la macchina nel contatto con Tsunoda.

19.59: Giro veloce di Hamilton che riduce il distacco da Verstappen a 0.9. Testa coda di Alonso.

19.57: Bandiera verde. Tsunoda torna ai box a cambiare l'ala, mentre Leclerc ha ceduto la posizione a Sainz.

19.55: Viene applicata la procedura della virtual safety car, mentre Tsunoda prova a tornare in pista.

19.54: Tsunoda a muro.

19.53: Errore nel primo settore di Hamilton con Verstappen che porta il suo vantaggio ad 1.4.

19.53: Hamilton si fa vedere negli specchietti da Verstappen.

19.51: Hamilton si riprende il giro veloce.

19.50: Verstappen risponde ad Hamilton facendo la miglior prestazione.

19.49: In difficoltà Leclerc scivolato in 10° posizione seguito da Sainz.

19.48: Giro veloce di Hamilton che è vicinissimo a Verstappen.

19.47: Hamilton supera Ocon e si lancia all'inseguimento di Verstappen.

19.46: Verstappen sfrutta le medie per andare in fuga.

19.46: Gasly super Leclerc.

19.45: Verstappen si prende la testa della corsa davanti a Ocon e Hamilton.

19.41: I piloti tornano in pista per il giro di formazione. Lo schieramento di partenza sarà Ocon in pole poi Hamilton e Verstappen.

19.31: Masi ha proposto alla Red Bull di far partire Verstappen secondo per fargli evitare l'investigazione per il contatto con Hamilton nella precedente partenza.

19,30: La gara ripartirà fra dieci minuti.

19.26: I meccanici della Ferrari stanno cercando di sistemare l'ala della vettura di Leclerc, danneggiata nel contatto con Perez.

19.21: Bandiera rossa, la gara viene nuovamente interrotta. 

19.20: Mazepin a muro, Perez è costretto al ritiro.

19.19: Verstappen rimane in testa alla corsa davanti a Ocon e Hamilton.

19.16: Hamilton si lamenta via radio che Verstappen ha provato la partenza in pit lane.

19.15: I piloti escono dai box per il giro di riscaldamento.

19.05: Alle 19.15 ripartirà la gara.

18.57: Bandiera rossa i piloti tornano i box.

18.54: Prima della safety car Sainz aveva superato Giovinazzi conquistando la 9° posizione.

18.50: Pit stop anche per Hamilton, Bottas e Leclerc.

18.49: Russell e Stroll entrano ai box per fare il pit stop.

18.49: Entra in pista la safety car.

18.48: Mick Schumacher a muro in curva 22.

18.47: Giro veloce di Hamilton. Verstappen via radio si lamenta del comportamento della macchina.

18.46: Leclerc che gira con un passo di mezzo secondo più lento dei primi tre, ha 2.7 su Perez.

18.45: Ricciardo e Sainz passano Gasly e Alonso.

18.44: Hamilton stabilisce la nuova miglior prestazione della gara. Giovinazzi supera Alonso e torna 10°.

18.42: Hamilton si riprende il giro veloce. Alonso va lungo ma rientra in pista davanti a Giovinazzi.

18.41: Bottas toglie la miglior prestazione a Hamilton. Verstappen per la prima volta fa gli stessi tempi delle Mercedes.

18.40: Sainz supera all'esterno Tsunoda e sale in 12° posizione.

18.38: Nuovo giro veloce di Hamilton che guadagna tre decimi da Bottas.

18.37: Giro veloce di Hamilton che porta ad 1.1 il vantaggio su Bottas.

18.36: Alonso passa Giovinazzi ed entra in zona punti.

18.36: Sainz supera Raikkonen.

18.35: Hamilton allunga, Verstappen mette pressione a Bottas.

18.33: Hamilton prende la testa della corsa davanti a Bottas, Verstappen e Leclerc.

18.30: Sale l'adrenalina: inizia il giro di formazione.

Manca soltanto un’ora alla partenza della penultima gara stagionale, che si annuncia decisiva per l’assegnazione dei titoli piloti e costruttori. Infatti Lewis Hamilton ha la grande occasione di superare nella classifica piloti Max Verstappen che scatterà soltanto dalla seconda fila, e se riuscirà a mantenere la prima posizione al via potrebbe andare subito in fuga come ha fatto in Qatar, e riconquistare la leadership del mondiale.

L’inglese spera nell’aiuto del compagno di squadra Valtteri Bottas, che avrà il difficile compito di bloccare a differenza delle precedenti gare Verstappen, per permettergli di allungare. L’olandese invece è chiamato al riscatto dopo l’errore negli ultimi minuti delle qualifiche che gli ha fatto perdere la pole, e dovrà fare una grande partenza e sperare che la sua Red Bull, la quale sembra non essersi danneggiata andando a muro, si confermi sui livelli di ieri per mettere pressione e battere Hamilton.

Al fianco dell’olandese ci sarà Charles Leclerc che dopo aver dimostrato ancora una volta il suo feeling nei tracciati cittadini ed aver riportato la Ferrari in seconda fila, proverà a lottare per il podio. Principali avversari del monegasco saranno Sergio Perez che nelle qualifiche di ieri ha fatto un passo indietro, Pierre Gasly, e Lando Norris che tenterà di far rimanere in corsa la McLaren per il terzo posto della classifica costruttori.

Obiettivo zona punti per Esteban Ocon, e Antonio Giovinazzi autore di un’altra ottima qualifica, in questa stagione che vuole conquistare quella zona punti sfuggita nelle precedenti gare per errori di strategia.  Altri sicuri protagonisti Fernando Alonso che non è riuscito a ripetere quanto fatto in Qatar, e Carlos Sainz che ha pagato l’errore commesso nelle Q2 venendo eliminato, ed è chiamato alla rimonta dalla quindicesima posizione.

La gara scatterà alle 18.30 ora italiana.

Ultime da Formula 1