F1, GP Miami 2022, vince Verstappen. Leclerc secondo

  • di Massimiliano Amato
Max Verstappen vince il Gran Premio di Miami 2022 di Formula 1, davanti a Charles Leclerc. Carlos Sainz completa il podio, quarto Sergio Perez, George Russell è quinto
  • di Massimiliano Amato
8 maggio 2022

Nella gara di Miami ad imporsi è Max Verstappen: il campione del mondo si è aggiudicato la quinta prova del mondiale 2022 di Formula 1. Quella di Miami è la ventitreesima vittoria in carriera e la terza stagionale per Verstappen. Il pilota della Red Bull dopo aver conquistato nei primi giri la testa della corsa, stava dominando, ed è stato bravo al rientro ai box della safety car a difendersi nel finale dagli attacchi di Charles Leclerc, e riallungare.  Il monegasco si è dovuto accontentare della seconda posizione con una F1-75 che come ad Imola è stata inferiore nel passo e nella gestione gomme alla Red Bull. Sul gradino più basso del podio Carlos Sainz che ha tenuto dietro Sergio Perez quarto, nonostante avesse gomme usate. Alle loro spalle approfittando dell'errore di Valtteri Bottas settimo, le Mercedes con George Russell quinto autore di una grande rimonta che ha vinto il duello con Lewis Hamilton sesto. 

Allo start Leclerc difende la prima posizione, ma Verstappen si lancia subito al suo inseguimento scattando benissimo e superando Sainz. con Perez sempre quarto. Leclerc spinge per cercare di tenere Verstappen fuori dalla zona DRS, mentre Sainz e Perez non riescono a tenere il loro passo. Invece Hamilton dopo una brutta partenza si riprende la sesta posizione superando prima Alonso e poi Gasly. Grande inizio di corsa anche per Mick Schumacher che superando all'esterno Tsunoda entra in zona punti. La gara per Leclerc diventa il replay della Sprint di Imola, inizia a soffrire di graining, con Verstappen informato dal suo ingegnere dei problemi del rivale che si avvicina, e nel corso del 9° giro lo supera andando in testa.

Leclerc cerca di restituire il sorpasso, ma commette un piccolo errore con Verstappen che ne approfitta per andare in fuga. L'olandese martella con un passo costante, a differenza di Leclerc che alterna tempi più lenti anche di Sainz a giri veloci e vede salire il distacco a quattro secondi. L'unico brivido nel primo stint per la Red Bull è il problema di Perez che di colpo perde cinque secondi e contatto con Sainz. Iniziano i pit stop con Leclerc sempre più in crisi con le medie, che si ferma prima di Verstappen il quale rientra in pista con un vantaggio di sette decimi sul ferrarista, ed una volta che Perez vai ai box si riprende la leadership della gara. Prima sosta molto lenta invece per Sainz che grazie ai problemi del messicano rimane terzo.

Nel secondo stint la gara sembra saldamente nelle mani di Verstappen che si sfida a distanza con Leclerc per il giro veloce, ma a sedici giri dalla bandiera a scacchi Gasly con la vettura danneggiata dopo il contatto con Alonso, tocca Norris che va a muro ed entra in pista la safety car. Perez ne approfitta per cambiare le gomme, mentre la Ferrari nonostante la richiesta di Leclerc di fermarsi, decide di tenere i piloti in pista. Alla ripartenza Verstappen cerca di dare lo strappo e staccare Leclerc, mentre Sainz si difende in curva 1 da Perez. Leclerc si avvicina a Verstappen, ma dopo aver provato a mettergli pressione, la superiorità della Red Bull sul dritto rispetto alla Ferrari, lo convince a pensare al campionato. Verstappen allunga di nuovo mettendo Leclerc fuori dalla zona DRS, e va a festeggiare la seconda vittoria consecutiva che gli permette di ridurre a diciannove i punti di distacco nel mondiale. 

Stessa situazione alle loro spalle con Sainz che difende fino al traguardo la terza posizione davanti a Perez che finisce giù dal podio. Nel finale hanno regalato spettacolo anche le Mercedes con il primo corpo a corpo fra Russell e Hamilton che ha perso la sfida per la top five con il compagno di squadra. Settimo Bottas che ha perso due posizioni per l'errore alla ripartenza, precedendo le Alpine di Esteban Ocon che come Russel ha sfruttato la safety car per guadagnare posizione ed arrivare davanti a Alonso penalizzato di cinque secondi per il contatto con Gasly. Grande rimonta anche di Alexander Albon che completa la zona punti, da cui rimane fuori Daniel Ricciardo soltanto undicesimo, seguito da Lance Stroll costretto come Vettel a partire dalla pit lane per un errore con la temperatura della benzina dell'Aston Martin, Tsunoda e Nicholas Latifi. Invece Mick Schumacher ha rovinato la sua miglior gara in Formula 1 per il contatto con Vettel, fra i due tedeschi Kevin Magnussen sedicesimo. 

 

 

La corsa minuto per minuto

23.08 Max Verstappen vince il Gran Premio di Miami 2022 di Formula 1.

23.06 Inizia l'ultimo giro.

23.05 Hamilton si riprende la quinta posizione passando Russell.

23.04 Nuovo giro veloce di Verstappen che porta ad 1.2 il vantaggio su Leclerc.

23.03 Contatto fra Vettel e Schumacher.

23.02 Giro veloce di Verstappen.

23.01 Leclerc viene messo fuori dalla zona drs da Verstappen.

23.01 Verstappen cerca di allungare ma Leclerc non molla..

23.00 Cinque giri al termine.

22.58 Perez tenta di superare Sainz ma ha un bloccaggio e lo spagnolo si riprende la terza posizione.

22.57 Russell supera Hamilton e sale in quinta posizione.

22.56 Leclerc prova l'attacco ma Verstappen gli chiude la porta.

22.56 Errore di Bottas che viene passato dalle Mercedes.

22.56 Giro veloce di Leclerc che è incollato a Verstappen.

22.54 Verstappen guadagna tre decimi su Leclerc.

22.53 Leclerc è a mezzo secondo da Verstappen. Cinque decimi anche fra Sainz e Perez.

22.52 Leclerc si avvicina a Verstappen.

22.51 Perez cerca di attaccare subito Sainz che difende la terza posizione.

22.50 La gara riparte.

22.49 La safety car torna ai box al termine di questo giro.

22.41 Cinque secondi di penalità per Alonso.

22.40 Pit stop per Ocon. Soft per lui.

22.39 Perez come Russell in precedenza ne approfitta per fare la seconda sosta.

22.38 Entra in pista la safety car.

22.37 Viene applicata la procedura della virtual safety car.

22.36 Incidente fra Gasly e Norris che va a muro.

22.35 Continua la sfida a distanza fra Verstappen e Leclerc che gli ritoglie il giro veloce.

22.34 Alonso di cattiveria toccando Gasly lo supera.

22.32 Verstappen fa segnare la nuova miglior prestazione della gara.

22.31 Verstappen continua a martellare sull'1.32.5. Stesso tempo per Leclerc che è sempre a 7.5.

22.29 Errore di Vettel che deve cedere la 14° posizione a Norris.

22.28 Magnussen lascia passare Schumacher.

22.25 Leclerc si riprende il giro veloce.

22.24 Nuovo giro veloce di Verstappen.

22.19 Verstappen toglie la miglior prestazione della gara a Leclerc.

22.18 Nuovo giro veloce per Leclerc che guadagna due decimi a Verstappen.

22.16 Pit stop molto lento per Sainz.

22.14 Risponde la Red Bull richiamando ai box Verstappen. 

22.11 Pit stop per Leclerc. I meccanici Ferrari gli montano gomme dure.

22.10 Lampo di Leclerc che toglie il giro veloce a Verstappen.

22.09 Pit stop per Hamilton. Gomme hard per lui.

22.08 Di nuovo in difficoltà Leclerc più lento anche di Sainz, con Verstappen che scappa.

22.05 Giro veloce di Verstappen che riporta a 3.6 il vantaggio nei confronti di Leclerc.

22.04 Perez perde cinque secondi e dice via radio che non ha potenza.

22.02 Prima sosta per Norris.

22.02 Leclerc guadagna due decimi a Verstappen.

21.59 Reagisce Leclerc che fa il record nel T1. 

21.59 Vettel di forza supera Latifi e sale in diciottesima posizione.

21.58 Pit stop lento per Alonso che torna in pista tredicesimo.

21.57 Giro veloce di Verstappen. Le Ferrari perdono sei decimi.

21.55 Leclerc avvisa il suo ingegnere che le gomme stanno crollando.

21.53 Pit stop per Magnussen.

21.52 Lungo di Leclerc con Verstappen che ne approfitta per portare il vantaggio a 2.5.

21.51 Verstappen guadagna due decimi a Leclerc, mentre Perez è a 1.2 da Sainz.

21.50 Ricciardo passa Tsunoda e sale in dodicesima posizione.

21.49 Verstappen mette fuori dalla zona DRS Leclerc.

21.48 Sainz è più veloce di un secondo di Leclerc.

21.47 Leclerc non molla ed è vicinissimo a Verstappen.

21.46 Verstappen supera in curva 1 Leclerc ed è il nuovo leader della gara.

21.45 Il suo ingegnere informa Verstappen che Leclerc inizia ad avere problemi con le gomme.

21.44 Verstappen riduce a nove decimi il distacco da Leclerc.

21.44 Ritiro per Zhou.

21.44 Alonso è nei tubi di scarico di Gasly.

21.43 Mick Schumacher supera all'esterno Tsunoda ed entra in zona punti.

21.42 Hamilton passa Gasly e si riprende la sesta posizione.

21.41 Sainz e Perez perdono contatto non riuscendo a girare sul passo di Leclerc e Verstappen.

21.40 Verstappen toglie il giro veloce a Leclerc.

21.37 Hamilton supera Alonso e sale in settima posizione.

21.37 Giro veloce di Leclerc che porta ad un secondo il vantaggio nei confronti di Verstappen.

21.36 Hamilton si avvicina ad Alonso.

21.36 Leclerc guadagna quattro decimi su Verstappen nel T1.

21.34 Sainz si fa vedere negli specchietti da Verstappen.

21.33 Leclerc prende la testa della corsa davanti a Verstappen e Sainz.

21.30 Sale la tensione: al via il giro di formazione.

21.21 Primo colpo di scena. Le Aston Martin di Vettel e Stroll partiranno per un problema alla temperatura del carburante dalla pit lane.

5 millesimi tanto è bastato alla Ferrari per piazzare a tre anni dal Messico l'uno-due nelle qualifiche di Miami. A scattare dalla prima posizione sarà Charles Leclerc, che dopo aver conquistato la dodicesima pole con la Rossa, vuole partire subito meglio di Imola, per imporre il suo passo che nelle FP2 è stato il migliore, per conquistare anche la terza vittoria stagionale e riallungare nel mondiale.

Si candida ad essere un suo avversario Carlos Sainz, che ha riscattato l'errore nelle FP2 completando Sabato la doppietta della Scuderia di Maranello, e punta a ripagare il lavoro dei suoi meccanici di Venerdì notte, tenendo dietro al via Max Verstappen dopo averlo beffato in qualifica. Il campione del mondo come lo spagnolo disputerà la corsa senza riferimenti sul suo ritmo gara, ma nel caso non riesca a superare le Ferrari in partenza, potrà sfruttare nel primo giro la superiorità in rettilineo della RB18, per non permettere a Leclerc e Sainz di scappare.

Verstappen potrà contare come ad Imola sull'aiuto di Sergio Perez quarto in qualifica, che Venerdì aveva un buon ritmo e vuole salire sul podio per la terza gara di fila. Alle spalle delle due Red Bull ci saranno l'mvp delle prove ufficiali Valtteri Bottas che punta a migliorare il quinto posto del Gran Premio dell'Emilia Romagna, Lewis Hamilton migliore di una Mercedes protagonista di un grande passo indietro in qualifica, che punta almeno a battere il suo ex compagno di squadra ed approfittare di eventuali safety car, per inserirsi nella sfida Ferrari-Red Bull.

Stesso obiettivo per Lando Norris bravo ieri a limitare i danni con una McLaren non veloce come ad Imola a Miami, a differenza di Daniel Ricciardo che scatterà soltanto dalla quindicesima posizione. Puntano a confermarsi in top ten le Alpha Tauri di Pierre Gasly, Yuki Tsunoda, e Lance Stroll unica Aston Martin in Q3 Sabato.

A caccia di riscatto Fernando Alonso eliminato a sorpresa dopo delle buone prove libere, George Russell che oltre a perdere il duello con Hamilton non ha superato il taglio in Q2, Sebastian Vettel che vuole replicare a Stroll, e Mick Schumacher il quale cercherà di tagliare il traguardo in gara davanti a Kevin Magnussen come nelle qualifiche.

In fondo alla griglia scatteranno Guanyu Zhou ancora lontano da Bottas ed eliminato già in Q1 Sabato, le Williams con Alexander Albon che non ha ha ripetuto le prestazioni delle FP1 e FP3 e tenterà di rimontare come a Melbourne e Imola, così come Esteban Ocon che scatterà dall'ultima casella a causa dell'incidente nella terza sessione di prove libere, che gli ha fatto saltare le qualifiche.

La gara prenderà il via alle 21.30 ora italiana.

Ultime da Formula 1

Caricamento commenti...