GP Russia

F1, Verstappen: "Non dormo la notte perché sento la pressione di Hamilton"

-

Max Verstappen ha replicato alle dichiarazioni in conferenza stampa di Lewis Hamilton, e ha dichiarato che è rimasto sorpreso di essere stato penalizzato per l'incidente di Monza

F1, Verstappen: Non dormo la notte perché sento la pressione di Hamilton

Subito duello a distanza fra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Il pilota della Red Bull ha risposto con ironia alle affermazioni nella conferenza stampa del Gran Premio di Russia del rivale.

"Eh sì, ha ragione, sono talmente teso che a stento riesco a dormire la notte, è davvero orribile lottare per il titolo o per vincere tutte le gare. Chi mi conosce lo sa, io sono sempre rilassato, non sono mai stato meglio. È una sensazione fantastica poter contare su una macchina con cui puoi vincere sempre e dovunque. I suoi commenti dimostrano che non mi conosce ma va bene così, neanche io lo conosco bene. Abbiamo entrambi molta pressione ma di certo questo non cambierà il modo in cui io guido, il mio approccio sarà sempre lo stesso".

Il leader del mondiale spiega perché a Monza, non si è accertato delle condizioni di Lewis Hamilton dopo l'incidente. “Quando sono uscito dalla mia monoposto, anche lui stava cercando di uscire. L’ho visto e non aveva problemi. Anzi stava talmente bene che poche ore dopo si è messo su un aereo ed è andato a un galà, quindi buon per lui”.

Verstappen non è d'accordo per la penalità che i commissari di Monza gli hanno inflitto e che dovrà scontare Domenica in griglia, ma è convinto che la Red Bull sarà veloce anche a Sochi. 

“Sì, sono rimasto sorpreso della sanzione, ma alla fine hanno deciso così e devo accettarlo, non è la fine del mondo. La penso in modo diverso, non devo per forza essere d’accordo ma solo accettare la decisione e lasciarmela alle spalle. Faremo un bel weekend. Sappiamo che loro qui sono forti ma già l’anno scorso non siamo andati male e stavolta possiamo fare ancora meglio. Sinceramente non importa dove siamo, quest’anno riusciamo a essere sempre competitivi. E poi sembra che pioverà, quindi vedremo, sarà una bella gara. In passato dovevo sperare nel maltempo per avere una chance ma ora non più”.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento