• Prezzo
    da € 24.900
    a € 39.500
    Confronta
  • Lunghezza
    408 cm
  • Larghezza
    176 cm
  • Altezza
    144 cm
  • Posti
    5
  • Bagagliaio
    da 309 dm3
    a 1.118 dm3
  • Massa
    da 1.282 kg
    a 1.561 kg

Perchè comprarla

L’italiana cinque porte del segmento B che punta a rappresentare oggi al meglio stile e lusso tricolori rimanendo “possibile”. È agile, con i suoi soli 384 cm d’ingombro, ben curata e pienamente in linea con le prestazioni richieste sui vari fronti. Lo stile è quello che fa la differenza, in positivo, salvo si amino solo le forme squadrate e spigolose, rispetto anche a sorelle o cugine della galassia Fiat, con cui condivide soluzioni tecniche affidabili. È l’auto dell’industria nazionale a livello "premium" nelle piccole dimensioni, più originale della media senza costare poi troppo di più. Una cinque porte con look da vettura tre porte, compatta, ma dalla buona abitabilità e comfort, se si sia in quattro. Priva di indole corsaiola, è dotata di finiture lussuose e un bagagliaio abbastanza capiente.
Pubblicità
Ultimi video sulla Lancia Ypsilon
Ce l’hai? Vota subito
  • Non manca la personalizzazione, con oltre 600 possibili varianti, che nascono incrociando i livelli di allestimento, le livree (anche bicolore), i rivestimenti interni, i cerchi e i motori. A proposito di motori sono due quelli a benzina, 1.2 Fire e 0.9 TwinAir, quest'ultimo anche in versione a metano, uno il turbodiesel, 1.3 Multijet, tutti dotati di tecnologia Start&Stop; per risparmiare senza gasolio la motorizzazione bi-fuel 1.2 (benzina e GPL); a quasi tutte si combina il cambio semi-automatico DFN. Con il crescere delle dotazioni e dei vari assorbimenti a bordo, sarebbe preferita la scelta di qualche cavallo in più, ma qualora si punti solo ad allestimenti e colorazioni particolari, è ancora il 1.2 8v quello più accessibile: poco brioso, ma se non si amino gasolio e turbine preferendo la semplicità di gestione (costi manutenzione bassi), è sempre un’ottima scelta di compromesso, per andare bene in città. Ypsilon possiede una degna dotazione sicurezza: controllo elettronico stabilità con ASR e Hill Holder, ABS con EBD, da quattro a sei airbag, oltre agli attacchi Isofix. Sono implementati poi vari sistemi "eco-friendly", mentre contenuti di rilievo per la categoria sono "Blue&Me-TomTom LIVE" e "Smart fuel system", oltre a Magic Parking di seconda generazione, proiettori Bi-Xenon e fanali posteriori a LED. Se si esagera con gli accessori il prezzo però sale parecchio.
  • Un modello talmente diffuso nei decenni, in così tante versioni e allestimenti, non può che avere un’interessante movimentazione sul fronte dell’usato. In particolare la serie Y10 Autobianchi prodotta in Lombardia, può avere connotazione di vettura storica, ma sono i recenti modelli Euro5 che, forti di una consolidata immagine e di affidabilità, oltre a costi di gestione chiari, vanno per la maggiore e mantengono quotazioni superiori a vetture comparabili. Più diffuse le versioni a benzina, in coerenza allo stile più garbato perseguito. Sul fronte della gestione tecnica, pur avendo Ypsilon qualche soluzione propria e maggiormente onerosa della Punto, non ci sono problemi particolari, grazie alla fitta rete di assistenza nazionale.
  • Una storia lunga oltre trent’anni, cominciata con la progenitrice Autobianchi Y10 nel 1985. Sono stati tre i loghi comparsi nel tempo sulle carrozzerie della vettura: Autobianchi fino al 1995, Lancia costantemente e Chrysler dal 2011 (per i mercati britannico e giapponese). Al primo debutto del Salone di Ginevra si parlò di “un'ammiraglia in miniatura”, con stile e contenuti inediti per un'utilitaria. Nel 1996 sarà la volta della Lancia Y: condivisione tecnica di gran parte del modello Fiat Punto 176, uscito tre anni prima, ma con toni più eleganti e maggiore personalità, a rafforzare il concetto di "lusso su misura" nelle intenzioni, ma senza proporre poi una vettura particolare com’era invece la Y10, o troppo diversa dalle rivali del tempo. Nel 2003 giunge la terza generazione, chiamata Ypsilon: questa volta si implementano realmente tecnologia e stile mai visti su un’utilitaria del gruppo italiano, con pianale condiviso alla cugina di casa Fiat, ma soluzioni esclusive. Nel 2011 il testimone viene raccolto dalla nuova Ypsilon, dove si abbina allo stile anticonvenzionale anche lo spazio, che cresce per un utilizzo più trasversale. Se la prima Y10 misurava 3,3 per 1,5 metri e non vide mai motori superiori a 1.3 con l’ultima Ypsilon si superano i 3,8 metri di lunghezza, accrescendo molto il volume interno ed è molto ricca anche la gamma motori. Le unità prodotte in totale sfiorano i due milioni. Molti i modelli speciali usciti nei decenni, partendo dalla Y10, con tante collaborazioni di marchi noti nel mondo della moda, che hanno reso la Ypsilon una vettura presente in edizioni limitate uniche e dal forte carattere.
  • Marca Lancia
    Modello Ypsilon
    Segmento Tre volumi
    Inizio produzione 2003
    Prezzo da 24.900 € a 39.500 €
    Massa da 1.282 kg a 1.561 kg
    Lunghezza 408 cm
    Larghezza 176 cm
    Altezza 144 cm
    Bagagliaio da 309 dm3 a 1.118 dm3
Pubblicità