safety car

BMW M8 in pista con la MotoGP: i dettagli della Safety Car

-

Come è fatta e quali modifiche usa la vettura BMW in servizio per la MotoGP

Il rapporto tra BMW e la MotoGP è estremamente solido e come ogni anno da Monaco ci tengono a rimarcarlo anche realizzando delle Safety Car estremamente curate sotto il profilo estetico e prestazionale. Questa volta la protagonista della sicurezza negli scenari riservati alle due ruote più veloci al mondo è una M8 Competition che è stata personalizzata da BMW con l'intento di rappresentare un vero e proprio punto di riferimento sul tema anche in onore dei 20 anni di partnership tra l'elica bianco blu e la Dorna.

625 CV, la M8 Competition Safety Car è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi grazie all'azione della trazione integrale ma anche di superare i 300 km/h grazie alla disponibilità del Drivers' Package che alza il limitatore dai 250 km/h "offerti" di serie. Dischi carboceramici, pinza freno M a sei pistoncini, sedili recaro e rollbar sono alcune delle caratteristiche della nuova M8 Competition che è stata arricchita anche degli scarichi Akrapovic e di molti dettagli in carbonio pensati per compensare l'iniezione di peso data da rollbar e lampeggianti sul tetto.

Una vettura, la BMW M8 Competition Safety Car 2020 che si affianca ad una vasta schiera di vetture fornite da Monaco - tra cui M5, M4, M2, M3 ed X5M - oltre che due S1000 RR in versione 2019 e grafica ufficiale Motorsport.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento