BYD Dolphin: la suv elettrica è appena arrivata e fa un gran "rumore"

BYD Dolphin: la suv elettrica è appena arrivata e fa un gran "rumore"
Pubblicità
Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
La BYD Dolphin fa il suo debutto a Milano: è una suv di segmento C che (con gli incentivi) arriva a poco più di 25.000 euro.
  • Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
13 novembre 2023

La BYD Dolphin arriva in Italia con un prezzo di 30.790 euro senza contare gli incentivi, che sono di 3.000 euro senza la rottamazione (quindi scende a 27.790 euro) e 5.000 in caso di rottamazione (netto 25.790 euro). Questo per la versione di base, la Active da 70 kW/95 CV, mentre la  Boost, con soli 700 euro in più, offre un motore da 130 kW/176 CV, le sospensioni posteriori multilink e i cerchi da 17 pollici. Al top ci sono poi la Confort (35.490 euro) e la Design (37.490 euro) entrambe con il motore da  204 CV, ugualmente scontabili come da incentivo. E adesso che vi siete fatti un'idea dei prezzi, veniamo al prodotto, che prende forma e sostanza in una Suv di segmento C a 5 porte da 429 cm di lunghezza e 157 di altezza, completamente elettrica e dotata di pacchi batteria che vanno da 45 a 60,4 kWh. E siccome parliamo di accumulatori, ci sta una piccola digressione su come sono fatti quelli prodotti in casa dalla BYD, perché sono un po' particolari.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Batterie a prova di chiodo

Nel video qui sopra si vedono bene le diverse condizioni in cui si trova una batteria quando viene forata con un chiodo, ed è facile osservare che la classica cella NMC può incendiarsi facilmente mentre la LFP a tasca (o pouch o anche blade battery) raggiunge al massimo i 60 gradi senza sprigionare fiamme. Ebbene, BYD utilizza per i nuovi modelli questo tipo di batterie (e fornisce molti altri costruttori di auto elettriche) rendendo i propri modelli intrinsecamente più sicuri in caso d'incidente.

Su strada con la Dolphin Confort

La Dolphin pesa, nelle versioni più prestanti, 1658 kg, e questo non è un problema con 240 CV a disposizione e una coppia che è vicina ai 300 Nm, tant'è vero che lo scatto da 0 a 100 si conclude in 7 secondi, tempo più che sufficiente per prevalere sul 90% del traffico nella guida cittadina. La spinta è così grintosa da provocare qualche pattinamento sulle ruota più scarica in occasione delle curve strette, cosa che si osserva con molte altre elettriche a trazione anteriore, specie sul bagnato o brecciolino. Il confort di marcia è comunque ottimo e l'ambiente accogliente, anche se nelle linee degli interni i richiami al mondo marino fatti di onde e gusci a conchiglia, sembrano sconfinare in quel mondo dell'"overdesigned" che va decisamente nella direzione contraria di quanto proposto dalla concorrenza. Il piccolo "tamburo" sulla plancia che racchiude il selettore del cambio e qualche altro comando può sconcertare anch'esso, ma in realtà dopo pochi minuti è comodo da usare.

Il selettore delle marce della BYD Dolphin
Il selettore delle marce della BYD Dolphin

Display rotante adattabile a tutti

Sin dai tempi della prima Tesla Model S (che aveva il display verticale) e della sua evoluzione, i costruttori si sono interrogati se sia meglio rappresentare quella che oggi è la console di comando di tutta la vettura come uno smartphone o un televisore super widescreen. BYD ha messo d'accordo un po' tutti e tutto, con uno schermo che gira di 90°, cosa che ha un suo perché: per esempio, quando si usa il navigatore (ottimo e basato su Google Maps) è meglio la vista verticale, che mostra un'area maggiore del percorso, mentre nell'uso comune la disposizione orizzontale ingombra un po' meno la visuale anteriore e risponde in pieno alla facilità di manovra. Al guidatore è riservato un piccolo display da 7 pollici con le informazioni essenziali, non diversamente da quanto ha fatto la nuova Volvo EX30, che è forse la concorrente ideale della Dolphin. Una volta fatta l'abitudine allo sterzo da Suv (regolabile via software) e alla risposta dei freni  un po brusca (2 posizioni di regen, on e off) si apprezza la parsimonia dei consumi (nel mio tratto di circa 100 km in città ho segnato un lodevole 16,7 kWh/100 km) e un'efficienza generale nell'uso dell'energia, aiutato anche dalla presenza della pompa di calore su tutte le versioni. L'autonomia compledssiva con la batteria più grande da 60 kWh vale 427 km nel ciclo Wltp: non sono arrivato a completare la percorrenza, ma partendo con il 100% di carica ho riscontrato un calo del 20% dopo 100 km. La ricarica con una presa trifase arriva a 11 kW, mentre è un po' sotto la media la capacità in CC, che è limitata a 88 kW e comunque permette un tempo di passaggio del SOC dal 30 all'80% in 29 minuti.       

Pubblicità
Caricamento commenti...
Byd Dolphin
Tutto su

Byd Dolphin

Byd

Byd
's-Gravelandseweg 256
3125 BK Schiedam (--) - Paesi Bassi
00800 10203000
info.ITauto@byd.com
https://www.byd.com/it

  • Prezzo da 33.790
    a 35.790 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 429 cm
  • Larghezza 177 cm
  • Altezza 157 cm
  • Bagagliaio da 345
    a 1.310 dm3
  • Peso 1.733 Kg
  • Segmento Tre volumi
Byd

Byd
's-Gravelandseweg 256
3125 BK Schiedam (--) - Paesi Bassi
00800 10203000
info.ITauto@byd.com
https://www.byd.com/it