Attualità

Coronavirus, il Ministro Speranza conferma le misure contenitive fino al 13 aprile

-

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha confermato in Senato il prolungamento delle misure contenitive contro il Coronavirus fino al 13 aprile

Coronavirus, il Ministro Speranza conferma le misure contenitive fino al 13 aprile

L'Italia resterà ferma fino a dopo Pasqua: lo ha confermato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l'infomativa in Senato sull'emergenza Coronavirus. «I dati migliorano ma sarebbe un errore cadere in facili ottimismi. L'allarme non è cessato e per questo è importante mantenere fino al 13 aprile tutte le misure di limitazioni economiche e sociali e degli spostamenti individuali», ha spiegato Speranza.

«Gli italiani hanno dato una grandissima prova di maturità. Gli esperti dicono che siamo sulla strada giusta, e che le misure drastiche adottate iniziano a dare risultati. Ma sarebbe un errore imperdonabile scambiare questo primo risultato per una sconfitta definitiva del Covid, è una battaglia lunga, e non dobbiamo abbassare la guardia». Per questo motivo, spiega Speranza, è fondamentale un graduale ritorno alla normalità, sulle cui modalità «sono al lavoro gli scienziati».

Nel frattempo, è arrivata una circolare del Ministero dell'Interno guidato da Giuliana Lamorgese, che consente ai singoli genitori di uscire per una passeggiata con i figli, a patto che «avvenga in prossimità della propria abitazione e in occasione di spostamenti motivati da situazioni di necessità o di salute». In ogni caso, è stato chiarito che, fermo restando le limitazioni indicate, è consentito camminare solo nei pressi della propria abitazione.

Dal canto suo, il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, si è detto contrario al provvedimento, facendo sapere ai microfoni di Radio 1 che «in Lombardia non cambierà nulla di quello che c'è nella mia ordinanza, è un errore psicologico, è la dimostrazione che si stanno alzando le difese, che si sta mollando la presa, che la gente deve illudersi che stia finendo tutto. Questo è l'effetto più sbagliato».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento