attualità

Decreto Ristori: in arrivo aiuti a taxi ed NCC

-

Bonus di importo pari a quello del precedente “Decreto Rilancio”

Decreto Ristori: in arrivo aiuti a taxi ed NCC

Ci sono anche quelle di tassisti ed NCC nel “Decreto Ristori” da poco pubblicato in Gazzetta Ufficiale tra le attività che saranno aiutate con l'erogazione di contributi a fondo perduto come sostegno dopo le nuove limitazioni anti-contagio introdotte con gli ultimi DPCM.

Il Governo vara dunque un bonus straordinario per i codici Ateco 493210 - Trasporto con taxi e 493220 - Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente.

Il bonus per queste categorie sarà pari a quello erogato nel precedente “Decreto Rilancio” di maggio per coloro i quali alla data del 25 ottobre 2020 hanno una partita IVA attiva.

L'accredito avverrà in automatico sul conto corrente per coloro che nei mesi scorsi hanno presentato domanda, mentre per chi non l'ha fatto viene riconosciuto previa presentazione all'Agenzia delle Entrate dell'apposita istanza esclusivamente mediante la procedura web.

Ieri però si sono registrate ancora proteste in diverse città d'Italia da parte dei tassisti, che lamentano di essere l'unica categoria a percepire un bonus pari al precedente ed inferiore a quanto spettante con il Decreto Ristori ad altre attività.

Nel caso di sale da ballo, night club e discoteche si arriva al 400% rispetto al precedente contributo, mentre per i settori del turismo, della ristorazione e delle attività fisiche/sportive di va dal 150% al 200%.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento