Sicurezza

Dispositivi antiabbandono: bonus di 30 euro?

-

Il decreto fiscale del Governo prevede l’incentivo all’acquisto dei sistemi di sicurezza per i bambini: si poteva fare di più, e meglio?

Dispositivi antiabbandono: bonus di 30 euro?

Una mancia, poco più, e nemmeno per tutti: se davvero fossero confermate le indiscrezioni relative ai fondi destinati dal Governo per incentivare l’acquisto dei dispositivi, c’è da rimanere quantomeno stupiti.

Infatti l’obbligo all’impiego dei dispositivi di sicurezza per i bambini, presto obbligatori dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale che ne disciplina le caratteristiche tecniche, verrebbe accompagnato da un contributo di 30 euro per ogni prodotto acquistato.

Ma non è tutto: per sostenere questo provvedimento, sono stati stanziati 16,1 milioni di euro a esaurimento per il biennio 2019-2020, una somma che - facendo un po’ i conti della serva - porterebbe a poco più di mezzo milione le famiglie che potranno usufruirne, circa il 30% quindi del potenziale bacino dei quasi 1.900.000 bimbi di età fino a quattro anni (dati Istat) residenti in Italia.

In altri termini, solo uno su tre.

Infine, un’altra considerazione obbligata: la quasi totalità dei fondi per questo provvedimento (14 milioni sul totale di 16,1) sarebbe stata reperita sottraendola al fondo di spesa per l’assunzione di personale dell’Ansfisa, l’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria e delle infrastrutture stradali istituita con il decreto Genova…

Come dire: metti da una parte, togli dall’altra...

Non sarebbe stato opportuno, come pure suggerito da alcune associazioni di consumatori, prevedere in parallelo l’obbligo di sistemi di allarme installati direttamente sulle auto di nuova produzione? 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento