novità mercato

Dodge Dart

-

La Casa americana ha svelato le prime informazioni sulla Dart, nuova compatta dal DNA italiano che verrà presentata ufficialmente a gennaio in occasione del prossimo Salone di Detroit

Dodge Dart

Dodge ha diffuso le prime informazioni ufficiali in merito alla Dart, che verrà presentata a gennaio in occasione del prossimo Salone dell’Auto di Detroit.

Questo modello compatto, che nel mercato nordamericano andrà a competere con la Chevroler Cruze hatchback e con la Ford Focus, è la prima auto costruita negli Usa ricorrendo alle tecnologie Fiat. Dodge Dart, che ha dimensioni e architettura analoghe a quelle della Alfa Romeo Giulietta, utilizza infatti la piattaforma CUSW (Compact US Wide) del Gruppo torinese, opportunamente sviluppata per servire a breve anche come base costruttiva per il modello 4x4 che rimpiazzerà la Jeep Liberty.

Dalle "medie" europee la Dodge Dart eredita molti elementi costruttivi ed ospita sotto il cofano tre propulsori a benzina: un 2.0 litri in grado di erogare circa 160 CV di potenza massima, un 2.4 litri da circa 180 CV (entrambi provenienti della serie "Tigershark" della famiglia World Gas Engine di Chrysler, un progetto nato nel 2006 per fornire propulsori anche a Mitsubishi e Hyundai) dotato di tecnologia MultiAir e un 1.4 Turbo, anch’esso MultiAir, già utilizzato su molti modelli del Gruppo Fiat.

Al lancio la nuova Dart verrà dotata di un cambio Fpt automatico doppia frizione con 6 rapporti, ma verrà successivamente proposta anche con il nuovo automatico ZF a 9 rapporti, in grado di abbassare ulteriormente i consumi e le emissioni.

La produzione della Dart verrà avviata nel primo semestre del 2012 nello stabilimento Chrysler a Belvidere, nell'Illinois, dove gli investimenti per l'adeguamento ai nuovi prodotti sono stati di 600 milioni di dollari.

Questa nuova compatta riprende un nome storico per la Casa di Auburn Hills: la prima Dart venne infatti presentata nel 1960. Nel mercato Usa il nome Dart è stato usato fino al 1976, mentre le versioni per l'esportazioni sono state prodotte fino al 1981.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento