Domande e Risposte

Gamma Elettrificata Hyundai | Le risposte alle vostre domande [Video]

-

Ecco le risposte dei nostri Matteo e Valerio alle domande più frequenti e curiose che avete lasciato nei commenti dello speciale della gamma elettrificata Hyundai

Sono passati due mesi dalla pubblicazione del nostro speciale sui motori del futuro della gamma Hyundai, dove vi abbiamo mostrato tutte le caratteristiche e i costi reali di percorrenza dell'ampio parco di tecnologie motoristiche offerto dal costruttore (MHEV, HEV, PHEV, EV e IDROGENO).

A fine video vi abbiamo chiesto di interagire con noi nei commenti, dando sfogo alla vostra curiosità per porre qualunque tipo di domanda, con la promessa che sarebbe seguito un secondo video dove avremmo risposto alle domande più frequenti e interessanti; compito che oggi toccherà ai nostri Matteo Valenti e Valerio Nebuloni, che vi risponderanno con semplicità per fare chiarezza su ogni dubbio.

In alcune risposte, tra le tante domande analizzate, è stato necessario essere sintetici; per completezza ecco alcune precisazioni aggiuntive:

In riferimento al discorso "come mai i costruttori automobilistici si concentrano sui SUV", oltre a quanto spiegato e al cambiamento del mercato, bisogna ricordare che in ogni caso, i costruttori, offrono comunque delle alternative di carrozzeria. Infatti come analizzato nel nostro primo video, Hyundai offre ad esempio anche IONIQ, una berlina disponibile sia hybrid, plug-in ma anche electric, per tutti coloro che non cercano una guida rialzata.

Un altro tassello chiave è la richiesta di spiegazioni sul perchè della scelta di Hyundai della tecnologia Mild Hybrid per la compatta i20; fatto tesoro delle ragioni tecniche esposte, in linea generale bisogna sempre ricordare un fatto importante, ovvero che l'omologazione ibrida non differisce tra le tecnologie MHEV ed HEV, di conseguenza i vantaggi fiscali sono i medesimi.

Infine, riguardo le considerazioni personali sulla scelta della vettura su base di un elevato ed imprevedibile kilometraggio annuo, tanto è valido il discorso sulla destinazione di utilizzo secondaria di una generica autovettura elettrica, come ad esempio mezzo da utilizzare in città, tanto è vero che con l’ampia autonomia di KONA Electric (ben 484km in omologazione WLTP e 660km ciclo urbano) si possono fare tranquillamente anche viaggi più lunghi senza aptemi d'animo o "stress" da scarica di batteria.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento