attualità

Gilet gialli, in Francia un terzo morto ad Arles

-

Macron apre ai manifestanti: verso un incontro tra Governo e gilet gialli

Gilet gialli, in Francia un terzo morto ad Arles

Sale a tre il numero dei morti dall'inizio della protesta dei gilet gialli francesi, il movimento nato sul web che chiede una revisione delle leggi sui prezzi del carburante. La terza vittima dall'inizio degli scontri, appena due settimane fa, è un automobilista rimasto ucciso sul colpo in un tamponamento ad Arles all'altezza di un blocco stradale su una strada provinciale.

Intanto le manifestazioni si sono fatte sempre più dure: a Parigi le agitazioni di sabato si sono concluse con oltre 133 feriti e 378 fermi e numerose scene di devastazione. Il bilancio è decisamente superiore a quello della manifestazione del sabato precedente, che aveva fatto 24 feriti e 101 fermi.

Sotto la pressione degli scontri, giunti ormai alla terza settimana, le autorità transalpine iniziano a lasciare intendere che sia arrivato il momento di prendere la strada del dialogo: il presidente Emmanuel Macron ha chiesto al suo primo ministro, Edouard Philippe, di ricevere i leader del movimento di protesta e i capi dei partiti politici che ne sostengono le rivendicazioni, i quali chiedono il «blocco dell'aumento delle tasse sui carburanti e l'annullamento della sovrattassa sulla revisione obbligatoria dei veicoli».

Macron si è recato di persona all'Arco di Trionfo, poco lontano dall'Eliseo, poco dopo essere rientrato dal G20 in Argentina, per verificare di persona i danni provocati dai gilet gialli, tra cui diversi imbrattamenti all'arco sugli Champs Elysées ed alla tomba del milite ignoto.

Martedì sarà la volta del Ministro dell'Interno Cristophe Castaner di riferire in Senato sulle iniziative che il governo vuole attuare per normalizzare la situazione, mentre il sindacato di polizia Unsa ha chiesto ufficialmente di vietare manifestazioni a Parigi per la giornata di sabato 8 dicembre, dove è prevista un'altra adunata di gilet gialli.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento