Honda: “La vendita di veicoli elettrici in Cina potrebbe far crescere o distruggere l’azienda”

Honda: “La vendita di veicoli elettrici in Cina potrebbe far crescere o distruggere l’azienda”
  • di Automoto.it
Lo ha dichiarato Katsushi Inoue, chief officer di Honda per le operazioni regionali, che ha spiegato gli obiettivi dei prossimi cinque anni: la casa automobilistica punta a 800.000 unità nel 2030, rispetto alle 10.000 dell'anno scorso e a 2 milioni alla fine di questo decennio
  • di Automoto.it
28 gennaio 2022

Honda Motor prevede di vendere 800.000 veicoli elettrici in Cina nel 2030, ha detto a Nikkei il capo delle operazioni regionali della casa automobilistica. Per mettere realizzare questo obiettivo, Honda ha venduto 10.000 veicoli elettrici in Cina nel 2020, in un anno in cui la rivale locale BYD ha più che triplicato le sue vendite di veicoli a nuova energia - una categoria che include veicoli elettrici e altri componenti – fino a 600.000 unità. Volkswagen, che possiede la quota più alta di autovetture in Cina, ha invece venduto 70.000 veicoli elettrici l'anno scorso e punta a raddoppiare questa cifra quest'anno. "Se non rimaniamo competitivi in ​​Cina, dove l'elettrificazione sta andando avanti, rimarremo indietro a livello globale", ha affermato Katsushi Inoue, chief officer di Honda per le operazioni regionali. "Cambieremo di nuovo in tutte le aree", ha aggiunto Inoue. "I prossimi cinque anni faranno crescere o distruggeranno la Honda". L’azienda mira a vendere complessivamente 2 milioni di veicoli alla fine di questo decennio, il che migliorerebbe del 30% la cifra di vendita del 2021. I veicoli elettrici rappresenterebbero il 40% della flotta entro quella data, mentre l'altro 60% sarebbe costituito da veicoli ibridi.

La chiave delle ambizioni di Honda sarà la serie e:N, il primo veicolo elettrico Honda in Cina con l'iconico logo "H" dell'azienda. Inoltre, lancerà dieci modelli nei prossimi cinque anni, con il primo dei veicoli utilitari sportivi e:NS1 ed e:NP1 che usciranno questa primavera. I concept car per il secondo lancio di e:N saranno esposti alla Beijing International Automotive Exhibition ad aprile. La serie e:N presenta il sistema di bordo Honda CONNECT, sviluppato dalla casa automobilistica giapponese e affinato del colosso tecnologico cinese Neusoft. Il sistema include un display lato guida che può essere suddiviso in tre sezioni per visualizzare una mappa, app e comandi dell'aria condizionata. Honda CONNECT può anche essere controllato a voce e il sistema supporta più dialetti cinesi, come il cantonese. Sul fronte della produzione, le due joint venture cinesi di Honda, Dongfeng Honda Automobile e Guangqi Honda Automobile, riceveranno ciascuna un nuovo impianto di veicoli elettrici. Le strutture dovrebbero entrare in funzione nel 2024 con una capacità combinata iniziale di 240.000 unità all'anno.

Quella capacità da sola non sarà sufficiente per raggiungere l'obiettivo di 800.000 unità, ma "l'espansione futura della capacità è certamente all'orizzonte", ha aggiunto Inoue. I nuovi stabilimenti fungeranno anche da hub di esportazione, anche se i tempi e le regioni di destinazione per le operazioni devono ancora essere ancora determinati. Per le batterie dei veicoli elettrici, Honda lavorerà a stretto contatto con Contemporary Amperex Technology Co., Ltd. o CATL, il più grande fornitore di batterie al mondo, in cui Honda detiene una partecipazione di minoranza. "Ci siamo assicurati l'alimentazione garantita della batteria da CATL", ha affermato Inoue. "Nei prossimi cinque anni le forniture saranno stabili. Honda non ha pubblicizzato gli obiettivi di vendita di quest'anno per la Cina. La carenza globale di semiconduttori dell'anno scorso ha colpito pesantemente Honda, provocando una contrazione delle vendite annuali per la prima volta in tre anni. L'impatto persisterà in una certa misura fino alla prima metà di quest'anno", ha continuato Inoue.

L'anno scorso, in Cina sono stati venduti 3,52 milioni di veicoli a nuova energia, con un aumento del 160% rispetto al 2020. Il governo mira a fare in modo che i veicoli a nuova energia rappresentino la metà di tutte le vendite di auto nel 2035, mentre l'altra metà sarà costituita da ibridi. Le case automobilistiche saranno sotto pressione per elettrificare le loro flotte, il che porterà inevitabilmente a una concorrenza più forte nello spazio dei veicoli elettrici.

Ultime da News

Da Moto.it

Caricamento commenti...

Hot now