Cronaca

Milano: rivolta contro i vigili che multano le auto in sosta vietata

-

La protesta è nata a seguito del fermo di una donna che aveva puntato il dito contro le forze dell’ordine

Milano: rivolta contro i vigili che multano le auto in sosta vietata

E’ stato il fermo di una donna che stava protestando in modo plateale coi vigili, intenti a sanzionare le auto posteggiate in divieto di sosta dopo l’ennesimo taglio dei parcheggi ad opera della giunta comunale, a scatenare l’ira degli abitanti di Via Marco Ulpio Traiano a Portello. I cittadini che non ne possono più della carenza di posti auto si sono schierati a difesa della donna, i vigili trovatosi circondati e coperti di insulti sono stati costretti a richiedere l’intervento di altre pattuglie di supporto.

Sulla vicenda si è espresso anche il consigliere locale Fabrizio de Pasquale, in quota Forza Italia: parcheggi, multe, polizia locale, vigili, rivolta, residenti, arresto video: "Mai vista a Milano una esplosione di rabbia contro la Polizia Locale, che, va detto, esegue disposizioni assurde imposte dalla politica anti-auto della Giunta. Nella zona sono stati tagliati numerosi posti auto per il rifacimento dei marciapiedi. Altri dovranno essere eliminati per la vicina ciclabile di Corso Sempione e Viale Certosa. A qualche decina di metri dal luogo, ha sede il centro commerciale Portello che richiama sempre auto in sosta. il Comune ha addirittura rinunciato ad esercitare il diritto di concedere gratuitamente ai residenti un contingente di posti all’interno del parking del centro commerciale Portello (deserto la notte), che pure era previsto nella convenzione che permise la costruzione del polo commerciale"

  • quagliodromo, Telgate (BG)

    Giustizialismo all'italiana.
    Pugno duro solo quando fa comodo.
Inserisci il tuo commento