carburanti

Motori ibridi elettrici e benzina, Moda al termine: col nuovo biodiesel ai funghi

-

Il nuovo carburante ecologico basato sui funghi rivoluziona il motore diesel, riducendo emissioni nocive e fumosità a costo zero per le Case. M-Multijet di FCA pronti dal 2021 per nuove 500 e Panda, ma ci guadagnano ancora i cinesi

Questa volta il biodiesel cambia fonte migliorandosi per davvero, senza essere una nicchia per pochi. Anche l’etanolo balza in vetta ai gradimenti delle Case auto per un uso su larga scala, ma l’asse economico, purtroppo per noi, sembra ancora la Cina. Il merito, o meglio la dannazione, di chi sino a ora ha spinto motori benzina blandamente elettrificati stra-guadagnandoci nel mezzo del marasma CO2, è nei funghi. Già, più precisamente in alcune parti di particolari funghi che, debitamente trattate, generano combustibile 100% compatibile nei motori diesel di oggi. Va un po’ allungato con quello classico, certo, ma gli studi delle università americane, polacche e olandesi, hanno generato risultati comuni ottimi, che ripoteranno il sorriso alla vecchia industria meccanica del motore diesel, quella che non casualmente ha finanziato il progetto di studio decennale e i primi test segreti. Amaro invece il sorriso per chi stava già cavalcando l’onda dei Mild-Hybrid benzina 48V, sul mercato auto europeo.

Basta DPF, SCR, EGR

Il futuro elettrico è programmato e certo, per le auto, ma si sposta tutto in là di un decennio. Nel frattempo basta ipotesi variabili, vince il biodiesel. La cosa incredibile del nuovo biodiesel è che non solo non necessita di tutti i sistemi di abbattimento emissioni che sono l’80% dello sviluppo fatto (e pagato) ultimamente sui motori a gasolio, quindi alleggerendo anche di costo i nuovi diesel; ma lavora con pressioni inferiori nel common rail e non sporca EGR o FAP essendo privo di particolato a grande dimensione. Le prestazioni caleranno, di poco (si parla di 15% meno in coppia) i consumi resteranno simili, eliminata anche la riduzione catalitica selettiva. Si viaggia con NOx nulli soprattutto, che erano il vero problema, insieme al PM.

Zuccheri cinesi

La miglior combustione, priva di CO2 e NOx residui, avviene grazie anche agli zuccheri che si generano trattando alcuni enzimi dei funghi e tradotto per gli automobilisti, vuole dire: nuove auto diesel Euro7 che sulla carta avranno piena compliance con le regole comunitarie CO2 nel 2021. L'elettrico non serve più, con i suoi costi e le sue colonnine, le sue limitazioni autonomia. Il costo industriale di motori Euro7 a biodiesel su base funghi, meno complessi di quello odierni, è certamente inferiore a quello degli attuali diesel Euro6D. Ci attende la rivoluzione con pensionamento di tutti i vari euro0/1/2/3/4/5 termici anche a benzina e forse anche Euro6, fatta a costi bassi. I maggiori guadagni per le Case saranno sulle economie di scala, visto il motore già super ammortizzato e diffuso nella meccanica, ovvero nei volumi.

Nuova linfa, di fungo, anche per l’etanolo come alcool basato su questi zuccheri. Ci stanno lavorando quelli di Volkswagen per il momento sulle auto dell’America Latina. Rivoluzione del diesel a vantaggio di tutti quindi? Non proprio, perché l’epicentro del business punta ancora verso la Cina, vero produttore leader mondiale della varietà di funghi necessaria al biodiesel. In Europa però l’Italia sarebbe sul podio dei Paesi produttori, dopo Polonia e Olanda, se solo avesse i diritti necessari e la filiera del carburante attiva. Vedremo, se il rialzo della domanda per biodiesel al fungo farà salire anche il costo del carburante alla pompa, che farebbe guadagnare la Cina. Sarebbe la nuova beffa: chi usa solo auto elettriche e si prepara a dominarne l’industria globale, ora ci “sfama” anche nel periodo di intermezzo, con il carburante.

Intanto FCA annuncia, in concomitanza alla diffusione dello studio internazionale, la prossima uscita del motori 1.3, 1.6 e 2.0 M-Multijet che andranno solo con biodiesel. Nuova Fiat 500 e nuova Panda avranno un po’ di odore inedito allo scarico, ma circoleranno più liberamente costando meno, molto di una elettrica e di un diesel Euro6D ultratappato.

Fonte Studio e Dati: C.B. D. (Cascia Ball Diffusion) - Fonte news: AFD (April Fools' Day) Agency

  • Carla de carolis

    Qualcosa non torna:1)impossibile produrre carburante e fare combustione nel motore senza produrre CO2..2)i funghi andranno alimentati con qualche substrato di partenza,occorre vedere tuttz la filiera per capirne gli impatti reali ed i costi...
  • Nick_Farl_3999761, Vicenza (VI)

    pesce d'aprile o articolo di De Vita? Beh, pari sono
Inserisci il tuo commento