Nicola Tesini racconta come nacque il drift. Kunimitsu Takahashi ed il Touge

Nicola Tesini racconta come nacque il drift. Kunimitsu Takahashi ed il Touge
Pubblicità
Daniele Pascucci
  • di Daniele Pascucci
  • Fonti Motorsport.com - Japanese Nostalgic Cars - Racing Blog - Speed Hunters - Wikipedia -
Nicola Tesini creatore di Solo Curve di Traverso e del primo campionato drift italiano nel 2004 qualche anno fa mi ha raccontato come nacque il drift nella terra del sol levante. Vi racconto la storia di Kunimitsu Takahashi che a bordo della Nissan GT-R negli anni 70 "inventò" la tecnica
  • Daniele Pascucci
  • di Daniele Pascucci
26 giugno 2023

I padri del drift

Molti di voi conoscono il nome di Keiichi Tsuchyia come creatore del drift ed è sicuramente grazie a lui che il movimento attuale ha raggiunto il successo che conosciamo. Le radici dello sport risalgono però a qualche tempo prima grazie ad ex un pilota del moto mondiale: Kunimitsu Takahashi

Kunimistu Takahashi in sella alla Honda RC162 con cui diventò il primo giapponese a vincere una gara di moto mondiale
Kunimistu Takahashi in sella alla Honda RC162 con cui diventò il primo giapponese a vincere una gara di moto mondiale Japanese Nostalgic Car
Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Gli inizi della carriera

Non mi soffermerò sui dettagli della carriera motociclistica di Kunimitsu Takahashi, ve lo racconta meglio di me Nico Cereghini nel suo articolo. Per il momento ci basta sapere che Takahashi fu vittima di un terribile incidente durante il Tourist Trophy del 1963 e decise di abbandonare il mondo delle due ruote.

Takahashi a bordo della Nissan G-TR Hakusoka con cui vinse quasi 50 gare
Takahashi a bordo della Nissan G-TR Hakusoka con cui vinse quasi 50 gare https://japanesenostalgiccar.com/

La tragedia e la svolta a quattro ruote

Kunimitsu Takahashi non si perse d'animo e nel 1964 firmò un contratto per correre con la Nissan R380A e successivamente con la Nissan Skyline GT-R "Hakusoka" nel campionato turismo nipponico. 

Kunimistsu Takahashi a bordo della Tyrrell 007 durante Gran Premio di Formula 1 del Fuji del 1977
Kunimistsu Takahashi a bordo della Tyrrell 007 durante Gran Premio di Formula 1 del Fuji del 1977 Motorsport.com

Kunimitsu Takahashi arrivò anche a correre sulle ruote scoperte disputando una gara di Formula 1 su una Tyrrel 007 privata. Era l’ultimo gran premio del 1977 al Fuji. Partì ultimo e si classificò 9. sotto la bandiera a scacchi.

La Honda NSX impiegata per la 24h di Le Mans del 1994
La Honda NSX impiegata per la 24h di Le Mans del 1994 Wikipedia

Nel 1994 fu incaricato di sviluppare la Honda NSX per Le Mans. Si ritirò dalle corse solo nel 2000 quando di dedicò completamente alla gestione del suo team e della Japanese GT Association di cui divenne presidente.

Kunimitsu Takahashi mentre riceve il prestigioso Sportsman Award dal governo giapponese
Kunimitsu Takahashi mentre riceve il prestigioso Sportsman Award dal governo giapponese Racing Blog

Nel 2020, due anni prima della sua scomparsa per un male incurabile, il governo giapponese lo insignì del premio al merito per gli sportivi (Sportsperson of Merit Award)

Takahashi divenne famoso che membro dei "Tre corvi" che dominarono il campionato turismo giapponese sul finire degli anni '60
Takahashi divenne famoso che membro dei "Tre corvi" che dominarono il campionato turismo giapponese sul finire degli anni '60 Japanese Nostalgic Car

Takahashi è sicuramente ricordato per le gare corse alla guida della Nissan Skyline GT-RKuni-san, come era soprannominato, insieme a Kitano e Motoharu Kurosawa, divennero noti come il Miragurasu Oppama Works (Oppama era una fabbrica dalla quale la Nissan sviluppò molte delle sue auto da corsa, e miragurasu significa letteralmente "tre corvi", ma nel significato equivale ai Tre Moschettieri). Il trio portò la Nissan G-TR a dominare il panorama delle gare Turismo, contribuendo all'attuale fama dell'acclamata coupè, il solo Takahashi vinse 50 gare in quegli anni.

Una Nissan GT-R Skyline Hakusoka
Una Nissan GT-R Skyline Hakusoka Japanese Nostalgic Car

Lo stile di Takahashi

Durante la sua carriera Takahashi conquistò il cuore del pubblico grazie al suo personalissimo stile di guida, affrontava le curve con spettacolari scivolate sulle quattro ruote. Non che i pneumatici di quel tempo fossero molto aderenti, ma Takahashi dimostrò un abile controllo dell'auto con queste acrobazie, mantenendo la traiettoria e passando senza soluzione di continuità tra aderenza e scivolamento. Senza saperlo, Kunimitsu Takahashi aveva inventato il Drift.

La Toyota Corolla AE-86 un'icona nel panorama JDM
La Toyota Corolla AE-86 un'icona nel panorama JDM Speed Hunters

Il Touge

Negli anni ‘80 le tortuose strade di montagna del Giappone divennero il teatro abituale delle gare clandestine che presero il loro nome dalla parola giapponese : touge (letto toh-ghe). Erano ancora gara di velocità generalmente corse in discesa per sopperire alla poca potenza delle auto. Lo stile di guida di Takahashi venne adottato dai concorrenti e fu anche questo aspetto a spingerlo, assieme a Keichi Tsuchyia, a raccogliere i giovani in pista per contrastare quello che nel tempo era diventato un vero problema sociale.

La Subaru Impreza da Drfift del Team Orange. Uno dei più famosi team giapponesi del D1GP
La Subaru Impreza da Drfift del Team Orange. Uno dei più famosi team giapponesi del D1GP Speed Lounge

La fama mondiale del Drift

Agli inizi degli anni 2000 lo sport iniziò a farsi conoscere nel mondo grazie alla creazione del D1GP, il campionato professionistico giapponese. Nel 2004 gli organizzatori nipponici organizzarono una manifestazione promozionale presso l’ovale di Irwindale in California, ma questo non ebbe i risultati sperati. Il drift fu siì importato negli Stati Uniti, ma con uno nuovo campionato il Formula Drift.

Nicola Tesini fondatore di Solo Curve di Traverso ed organizzatore delle prime competizioni ufficiali in Italia
Nicola Tesini fondatore di Solo Curve di Traverso ed organizzatore delle prime competizioni ufficiali in Italia Wikipedia

Solo Curve di Traverso e l’Italia.

Fu in quegli anni che Nicola Tesini allora giornalista specializzato in tuning per una nota rivista di settore conobbe questo mondo, grazie ai DVD che gli furono inviati da un amico che viveva in Giappone. Nicola si appassionò e creò  “Solo Curve di Traverso” l’organizzazione che per prima al mondo fece approvare alla federazione nazionale, ACI Sport nel nostro caso, un regolamento per le gare di drift.

Pubblicità