Peugeot 308 Cup: #Masterpilot vince a Gubbio! | CIVM 2017, Trofeo Fagioli

Quello delle salite è un mondo che riserva sempre grandi sorprese: non è la prima volta, infatti, che corro la Gubbio - Madonna della Cima ma sotto molti punti di vista mi è sembrato di tornare alla prima volta, quando quasi per gioco con la Citroen C3 Max sviluppata da Procar abbiamo preso il via di quella che viene considerata la Montecarlo delle salite.

Il calore del tifo, i continui imprevisti sul tracciato (tanti iscritti, tanto olio...) ed una Peugeot 308 Cup fiammante, infatti, hanno reso estremamente speciale l'appuntamento di quest'anno, che certamente porterò nel mio cuore come uno dei momenti più belli della mia vita.

La nostra Peugeot 308 Cup al via
La nostra Peugeot 308 Cup al via

Ovviamente in tutto questo contano anche i risultati: nonostante il peso prossimo ai 1.100 kg, infatti, la nostra Peugeot si è dimostrata da subito più veloce della cugina C3 Max ed i tempi che siamo riusciti ad ottenere sin dalle prime salite di prova hanno stupito un po' tutti. E' stato incredibile, per un'auto al debutto, far segnare non solo tempi di tutto rispetto ma anche in linea a quelli di vetture sviluppare nel corso degli anni per questo genere di corse: il 2'00"44 fatto segnare in gara 2, che conferma il 2'00"78 di gara 1, infatti, non solo è il record di classe E1_1.6t ma è anche il tempo che ci ha permesso di ottenere il secondo posto "nell'impossibile" raggruppamento E1 italia: tanto per intenderci davanti a me è arrivata una Lancia Delta Proto (Sbrollini) da 600 cv e dietro una Alfa Romeo 156 D2 Superturismo pilotata dall'esperto Cimarelli.

Un risultato frutto della bontà del progetto Peugeot, di un motore decisamente più performante rispetto allo step installato sulla C3 Max dello stesso 1.6 turbo, ma anche di una mia maggior conoscenza del tracciato, in cui come in tutte le salite si prova poco: 2 libere il sabato, 2 gare la domenica e poi tutti a casa. Ecco perché il risultato ha dell'incredibile, soprattutto se si pensa che io in quella 308 Cup prima di Gubbio non mi ero nemmeno mai seduto...

Forte va forte, insomma, quello che è mancato forse è stata un briciolo di fortuna e di attenzione in più da parte mia: il potenziale per scendere ampiamente sotto al muro dei 2' c'era ma purtroppo un errore nella parte finale del tracciato nella seconda prova e l'olio nella prima non mi hanno permesso di raggiungere un risultato che avevo fissato come obiettivo primario di questa avventura. Un ottimo motivo per tornare l'anno prossimo.

Il nostro Emililiano Perucca Orfei
Il nostro Emililiano Perucca Orfei

Vorrei ringraziare Peugeot Italia ed Arduini Corse per aver reso possibile questa corsa ma anche la Pirelli e soprattutto il tifo "esagerato" del popolo delle salite: hanno davvero amato la nostra Peugeot 308 Cup per tutti e tre i giorni di gara e sono davvero felice di aver ricambiato tutto questo calore lasciando un bel ricordo tra le classifiche di questa edizione. Peccato solo per quel 1'59" mancato...

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento