attualità

Polstrada: «Ritiro immediato patente per cellulare alla guida»

-

Lo ha riferito il dirigente della Polstrada Santo Puccia in audizione alla Camera. Oggi la sospensione avviene solo in caso di comportamento recidivo

Polstrada: «Ritiro immediato patente per cellulare alla guida»

«Una modifica normativa che consenta il ritiro della patente alla prima violazione va incontro all'esigenza di essere più efficaci nel contrasto a questo comportamento pericolosissimo». Così ha riferito Santo Puccia, primo dirigente della Polizia Stradale, in audizione alla commissione Trasporti della Camera a proposito di uso dello smartphone durante la guida, che secondo il rappresentante della Polstrada «è la prima causa di distrazione».

Per Puccia, infatti, «Oggi c'è la sospensione della patente, solo in caso di recidiva e ciò si è mostrato poco efficace in termini di deterrenza».

«La modifica normativa che pone la possibilità di procedere alla sospensione e quindi contestualmente al ritiro della patente già alla prima violazione - ha sottolineato Puccia - è di grande aiuto dal punto di vista della prevenzione e per educare in maniera più efficace gli utenti della strada».

I dati dell'attività di contrasto a questo comportamento, ha proseguito il dirigente della Polizia stradale, «evidenziano un incremento delle violazioni. Purtroppo si tratta di una trasgressione diffusissima e difficile da contrastare. Per questo lo spauracchio del ritiro della patente alla prima violazione può essere efficace. Ormai - ha aggiunto - si trovano a buon mercato auricolari e dispositivi di viva voce. Ritengo si possa generare un effetto virtuoso come lo abbiamo registrato con il meccanismo della patente a punti».

  • DoktorCash, Roma (RM)

    Sarebbe necessario dare una maggiore risonanza a questo provvedimento, e iniziare quanto prima a metterlo in pratica: a tutt'oggi (e quando dico oggi parlo proprio di oggi), non si vedono altro che deficienti che non si limitano a parlare (magari!) con lo smartphone, ma che chattano, scrivono, leggono.....
    La ulteriore soluzione (purtroppo non percorribile per questioni di privacy) sarebbe il sequestro del telefonino, non dell'auto. Se sei privo di licenza di porto d'arma e giri armato, oltre che finire in galera, come primissimo provvedimento ti viene sequestrata l'arma. E visto che la quantità di incidenti causati dai patiti dello smartphone equivale a un comportamento criminale, sarebbe buona cosa portargli via lo strumento del crimine. Allora si che i teleidioti darebbero in escandescenze! Per loro equivarrebbe all'espianto di un organo essenziale per la sopravvivenza....
  • Marci 1952, Milano (MI)

    Io oltre al ritiro, aggiungerei anche lo strappo della patente + rottamazione del veicolo immediato.Solo cosi si verrebbe a capo di questa situazione.
Inserisci il tuo commento