Porsche paga i danni ai clienti negli USA: 80 milioni di dollari per consumi non veritieri

Porsche paga i danni ai clienti negli USA: 80 milioni di dollari per consumi non veritieri
  • di Automoto.it
Il gruppo Volkswagen dovrà rimborsare i possessori di Porsche per aver pubblicizzato consumi inferiori rispetto alla realtà
  • di Automoto.it
20 giugno 2022

Dopo il Dieselgate, per cui ha dovuto corrispondere 15,3 miliardi di dollari per aver progettato i cosiddetti defeat device per aggirare le restrizioni sulle emissioni, il gruppo Volkswagen oggi si trova a rimborsare i propri clienti. Secondo quanto riporta Bloomberg, i proprietari di specifiche Porsche a benzina che sono state vendute negli Stati Uniti dal 2005 al 2020 avranno diritto ad un risarcimento che può andare da 250 a 1.109 dollari. 

I querelanti hanno affermato: “Il risarcimento del risparmio del carburante pagherà a tutti i membri una percentuale molto alta dei loro potenziali danni (e la stragrande maggioranza di loro il 100% dei danni)”.

Secondo quanto riportato, i test hanno mostrato che il risparmio effettivo di carburante era tra l’una e le due miglia (tra i 1,6 e i 3,2 km) per gallone (3,79 litri), inferiore rispetto a quello pubblicizzato dalla casa tedesca. 

Infine, la società ha testato veicoli utilizzando dei rapporti di trasmissione inferiori rispetto ai modelli che alla fine ha prodotto e venduto al pubblico. I rapporti di trasmissione inferiori hanno comportato un consumo minore di benzina, con una conseguente riduzione delle emissioni.

Argomenti

Caricamento commenti...