Eventi

Rental Racing Day, si riparte ad Arce

-

Si è svolto sul circuito Valle del Liri di Arce il primo Rental Racing Day dopo l'emergenza COVID-19: ecco come sono andate le cose

Si riparte con gli eventi, quelli dove il cuore batte forte per adrenalina e passione; peccato soltanto per le porte chiuse che non hanno permesso la presenza del pubblico che sarebbe arrivato in massa per assistere alle spettacolari gare in pista. Un altro week end di gare si è appena concluso, a fare da sfondo alla competizione c’è stato il Circuito Valle del Liri di Arce (FR) che ha ospitato piloti sia delle due che delle quattro ruote, tutto però in modalità Full Rental, dove i mezzi sono stati messi a disposizione dall’organizzazione.  Le temperature del 28 giugno 2020 erano degne di una domenica estiva e ciò ha permesso a tutti i piloti, oltre che di soffrire un po’ il caldo, di abbassare nettamente i tempi dello scorso anno

Iniziando dalle due ruote vediamo cosa è successo in pista per questa tappa del TORM 2020 Selettiva Centro/Sud Italia. Due le batterie di gara: una dedicata agli Under e una agli Over ai quali si è unita Flavia Ferri, Team Gladio ASD, unica per la categoria Junior ed unica quota rosa della giornata, che non è passata di certo inosservata! 

Per la categoria Under Daniele Cinelli con il tempo di 1’05’’321 conquista la prima casella dello schieramento. Il miglior spunto in partenza di Gara1 è sicuramente di Simone Minervini, Team MRacing, che si porta in testa ma viene prontamente ripassato da Cinelli e Andrea Di Placido, Team Sulmo Racing Factory, che erano rimasti saldamente nella sua scia. I primi tre tentano da subito una fuga alla quale si unisce in quarta posizione anche Giulio Di Michele, 90 Gradi Racing Team. Proprio Di Michele sembra avere un piccolo cedimento, un leggero fuori pista che riesce a controllare ed a ritornare prontamente in pista senza perdere troppo margine. Si formano due coppie in lotta per la prima e terza posizione. Di Michele riesce a conquistare la posizione su Minervini e si stabilizza sul terzo gradino del podio.

Davanti a lui è lotta accesa fino all’ultimo, fra Cinelli e Di Placido che riesce ad ottenere la vittoria per soli 253 millesimi con il sorpasso decisivo effettuato proprio al penultimo giro di gara. In Gara2 è invece Fabrizio Di Marco, Team Sulmo Racing Factory, a beffare tutti alla partenza, si piazza in prima posizione ed è intenzionato a fare di tutto per rimanerci fino alla fine. Il gruppo rimane sempre compatto ed ad ogni passaggio sul rettilineo le posizioni dei primi tre cambiano ordine. Allo spettacolo regalato da Di Placido, Cinelli e Di Marco si unisce anche Minervini autore di una partenza più spenta. I quattro rimangono appaiati tutta la gara e si restituiscono fior fiori di sorpassi divertendo il pubblico che osservava dagli spalti. A spuntarla è proprio Di Marco per 143 millesimi su Minervini. Terzo gradino del podio conquistato da Di Placido, che arriva comunque ad un secondo dal duo di testa. Di Marco a fine gara afferma: “ È stata veramente una bella gara, ma soprattutto è stata una sorta di rivincita di Gara1 dove non ero rimasto per nulla soddisfatto. Una gara faticosa perché eravamo tutti molto vicini, ma proprio per questo divertente!”.

Altra categoria quella degli Over, che accoglieva anche la Junior Ferri. La pole spetta a Mario Merlini, 90 Gradi Racing Team, con il tempo di 1’07’’170. La partenza di Merlini è impeccabile e prova subito a prendere quel margine che gli può consentire di stare tranquillo, Giuseppe Belli, 90 Gradi Racing Team, si porta in seconda posizione dietro di lui. Brutto contatto nella curva dell’Americano fra Ferri e Antonio Altobelli, MRM Racing Team, le moto rimangono agganciate ed è necessario l’intervento dei commissari di pista per separare le due moto. Altobelli riesce a rientrare in pista e terminare la gara, nulla da fare invece per Ferri che sconsolata è costretta a tornare i box. Merlini va indisturbato a vincere la gara, mentre dietro di lui Belli si trova costretto a difendere la sua seconda posizione da Francesco Asaro, Team Gladio ASD, per tutta la seconda metà gara. Ultimi due giri tiratissimi, dove sempre in curva 1 Asaro tenta il sorpasso. Un sorpasso che non arriva e lo stesso Asaro afferma: “mi mancava un leggero spunto in più, purtroppo su qualche curva ho ancora qualche dubbio”.

In Gara2 Belli si porta subito in prima posizione, Merlini lo segue da vicino e fuggono insieme via dal resto del gruppo. In terza posizione solitaria Ferri. A sei giri dal termine Merlini passa in testa, ma nel corso del secondo giro alla fine del rettilineo Belli lo affianca, i due compiono ben due curve appaiati. La spunta Belli che si rimette saldamente al comando ma dalla bagarre ne trae vantaggio Ferri che si unisce ai due per la lotta al primo posto. Mancano solo tre giri e Ferri si conquista la seconda posizione ai danni di Merlini, tenta di tirare la staccata a Belli in più di un occasione ma non riesce, Belli si porta a casa soddisfatto la vittoria ed ammette che ha sempre tenuto il suo passo, senza strafare per paura di buttare via un ottimo risultato.

Classifica di giornata: 
Categoria Junior: 1° Ferri (Team Gladio ASD)
Categoria Over: 1° Merlini (90 Gradi Racing Team), 2° Belli (90 Gradi Racing Team), 3° Asaro (Team Gladio ASD)
Categoria Under: 1° Di Placido (Team Sulmo Racing Factory), 2° Di Marco (Team Sulmo Racing Factory), 3° Cinelli.
Classifica Team: 1° 90 Gradi Racing Team, 2° Team Sulmo Racing Factory, 3° Team Gladio ASD

Passiamo ora alle quattro ruote, dove il sabato ha visto protagonisti la categoria Wheel Chair, piloti con disabilità, per provare i kart da competizione adattati alle loro esigenze. Per il racconto della domenica del KZR Championship 2020 iniziamo dai più piccoli che nonostante la giovane età hanno fatto vedere tutto il loro talento in pista. Maurizio Borsini, Parafarmacie Fois Racing Team, parte dalla pole e mantiene la testa della gara. Già dalle prime curve si intuisce che la lotta sarà a due per la vittoria fra Borsini e Andrea Cecchini, RCK Mini Corse 1. Cecchini che prova a farsi vedere in ogni curva, salvo poi la difesa perfetta di Borsini che impedisce il sorpasso. Quando ormai sembra finita, il colpo di scena! Passata la metà dell’ultimo giro Cecchini tira una staccatona e si infila all’interno, nulla può Borsini che si vede così sfumare la vittoria. Dietro di loro chiude il podio Lorenzo Bruni, RCK Mini Corse 2. Analoga Gara2, sono sempre Borsini e Cecchini i protagonisti. Questa volta però cecchini si impone fin da subito in testa e sono diversi i sorpassi che ci regalano durante la metà gara, ancora una volta il primo posto va a Cecchini che da piccolo campione quale si è dimostrato, alla domande se preferiva vincere all’ultimo giro o da leader della gara afferma “Ovviamente all’ultimo giro”. Un podio che rimane invariato, fotocopia di Gara1. 
Classifica di giornata categoria KZR Mini: 1° Cecchini (RCK Mini Corse 1), 2° Borsini (Parafarmacie Fois Racing Team), 3° Bruni (RCK Mini Corse 2)

Nella categoria Rotax “Speed” è Jacopo Ibba, unica wild card di giornata, ad ottenere la pole position con il tempo di 53’’684, in partenza è però Maurizio Sini, RCK HP Racing Team, ad avere lo spunto migliore e viene seguito da molto vicino da Marco Speranzini, RCK Mini Corse 2, e Edoardo Leo, Parafarmacie Fois Racing Team. Inizialmente i tre sembrano prendere il largo ma dopo una partenza spenta, Ibba torna a farsi vedere proprio dietro al gruppetto di testa. Leo si porta in testa al gruppo e già dal quarto giro inizia a mettere margine fra sé e gli inseguitori. Dietro di Leo la lotta per la seconda posizione si consuma fra Ibba, Sini e Luca Corvetto, Skindoor HG, mentre Speranzini lentamente sembra perdere posizioni. Nel corso del sesto giro anche Ibba sembra voler iniziare la sua fuga staccando leggermente Sini e Corvetto che si giocano la terza piazza. Corvetto passa Sini e si lancia all’inseguimento di Ibba che invece sembra perdere un po’ di smalto proprio a favore dell’avversario che ne approfitta per prendere la seconda posizione. Fuori dalla lotta per il podio Speranzini si riprende la posizione su Sini che inizia a perdere posizioni velocemente.

Le posizioni rimangono così congelate, ma Corvetto arriva veramente vicino al vincitore Leo e a fine gara afferma: “Sono molto soddisfatto per la gara, qualche giro in più forse avrebbe innescato la lotta con Edoardo ma non so se mi avrebbe regalato la vittoria. Sono soddisfatto anche della partenza dove ho usato il consiglio di un caro amico che ovviamente non posso rivelare!”. In Gara2 invece è Sini che si prende subito la prima posizione ai danni di Ibba, seguito subito da Speranzini e Leo, mentre il pole man scivola fino alla penultima posizione. Nei primi giri c’è anche un leggero contatto fra Speranzini e Leo per la seconda posizione, contatto che fa perdere diverse posizioni a Leo essendo tutti i piloti in gara molto vicini fra loro. Ibba risale e inizia una lotta per la terza posizione del podio con Andrea Ciabattoni, RCK HP Racing Team.

Davanti a loro altra coppia in lotta quella di Sini e Speranzini. Poco dopo la metà gara Ibba passa e si stacca da Ciabattoni e va indiavolato anche alla conquista della seconda posizione di Speranzini; che ovviamente non demorde ma nel tentativo di restituire il sorpasso si fa sfilare da Ciabattoni. Ultimi giri sul filo del rasoio, i sorpassi sono continui ed è impossibile tenerne il conto. La bandiera a scacchi vede sfilare in prima posizione proprio Sini tallonato da Ibba e Speranzini che conquista il terzo gradino del podio. Ibba a fine gara: “il contatto iniziale con un pilota mi ha fatto perdere moltissimo terreno, diverse sono state le imperfezioni e ne avevo di più di Maurizio che però si è difeso benissimo e non ho potuto fare di meglio”. 

Classifica Assoluta di giornata Rotax Speed: 1° Ibba, 2° Leo (Parafarmacie Fois Racing Team), 3° Sini (RCK HP Racing Team)
Classifica di giornata categoria UNDER: 1° Speranzini (RCK Mini Corse 2), 2° Sabatini (Racing DAD), 3° Ciabattoni (RCK HP Racing Team)
Classifica di giornata categoria OVER: 1° Sini (RCK HP Racing Team), 2° Corvetto (Skindoor HG), 3° Monaco
Classifica di giornata categoria Junior: 1° Leo (Parafarmacie Fois Racing Team), 2° Albertini, 3° Capretti

Nella Rotax B invece il pole man è stato Mike Bonucci, Racing DAD, con il tempo di 54’’794’’’, che è autore anche di un ottima partenza. Bonucci prova a mettere un po’ di margine mentre la lotta si consuma fra Patrizio Ricciardi e Riccardo Mauthe, Abruzzo Korse. Mentre però Mauthe lentamente sembra mollare ed essere anche incalzato dai piloti dietro; Ricciardi cerca di fuggire all’inseguimento della prima posizione. Nel corso del quarto giro conquista la testa del gruppo, qui inizia la sua corsa in solitaria verso la bandiera a scacchi. Mauthe deve difendersi da Leonardo Capretti in lotta per la posizione. I due raggiungono anche Bonucci e si mettono tutti e tre in lotta per il secondo gradino del podio. Purtroppo un contatto fra Bonucci e Capretti porta i due a perdere diverse posizioni in gara. Ricciardi vince silenziosamente la gara e scende dal kart sorridente e soddisfatto della sua gara; dietro di lui chiude Mauthe ed in terza posizione Alain Bucci. In Gara2 le posizioni rimangono invariate rispetto a quelle della griglia di partenza. Capretti insinua fin da subito la terza posizione di Ricciardi. Questa volta sono Mauthe e Bonucci che sbagliano ed ad approfittarne è ancora Ricciardi che si riporta in testa a tutti. Mauthe stavolta non si lascia sfuggire la prima posizione e si mette subito all’inseguimento, dietro di loro Lorenzo Albertini, autore anche di un’ottima partenza lì segue da molto vicino. A sei giri dal termine Mauthe compie il sorpasso che gli consegna la vittoria della gara, una manovra magistrale che impedisce a Ricciardi ogni tipo di difesa. Peccato per l’errore di Albertini che va lungo agevolando il sorpasso di Capretti. Il giovane pilota non demorde e a testa bassa si rimette all’inseguimento e approfitta di un tentativo di Capretti di passare Ricciardi per riprendersi la sua posizione. Non contento si incolla al kart di Ricciardi fino al traguardo accontentandosi purtroppo della terza posizione, molto soddisfatto a fine gara afferma: “è la prima gara che faccio sono felicissimo del risultato, certo peccato per l’errore ma si fa quel che si può al massimo delle possibilità”. Mentre il vincitore Mauthe finisce la gara rilassato e riposato, soddisfatto della sua posizione e orgoglioso dei suoi 56 anni, unico rimprovero le qualifiche! “Un tempo non soddisfacente purtroppo ti porta fuori dalla categoria A e sono certo mi sarei divertito ancora di più li” afferma. 

Classifica Assoluta di giornata Rotax AMA: 1° Mauthe (Abruzzo Korse), 2° Ricciardi, 3° Albertini
Classifica Assoluta Team: 1° Parafarmacie Fois Racing Team, 2° RCK Mini Corse 2, 3° RCK HP Racing Team.

Con questa categoria si conclude anche questo week end di gare, ma la stagione è appena iniziata e di tappe da correre ce ne sono ancora!
La prossima tappa sarà il 26 Luglio a Viterbo: stesso format, stesso divertimento.

Tutte le classifiche su www.demorace.it

Alessandra Guidi

Foto di Dilhan Randeera Fernando

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento