ev

Roma E-Prix: Renault si conferma pioniere nella mobilità a zero immissioni

-

In occasione del primo E-prix di Roma, Renault ha confermato la sua visione della mobilità del futuro. Tecnologie rispettose dell’ambiente si coniugano con servizi mobilità ed energetici innovativi

Roma E-Prix: Renault si conferma pioniere nella mobilità a zero immissioni

Renault ha spesso anticipato, accompagnando, le tendenze e i cambiamenti nel mondo auto. Oggi la visione rimane immutata: garantire una mobilità sostenibile per tutti, con veicoli a zero emissioni e nuove soluzioni di trasporto per tutti coloro che ne hanno bisogno, che preferiscano esserne proprietari o condividerle. Renault è in effetti il primo costruttore europeo ad aver creduto nel veicolo 100% elettrico e corre ovviamente nella Formula E: con tre titoli, il team si è imposto come protagonista sin dal 2014. Sul mercato la Marca della losanga propone una gamma completa di modelli 100% elettrici, per soddisfare tutte le esigenze di mobilità: il quadriciclo Twizy, la berlina compatta ZOE, auto elettrica più venduta in Europa, Kangoo Z.E., veicolo commerciale elettrico più venduto in Europa e il grande furgone Master Z.E. Con questa gamma Renault si conferma leader del mercato elettrico europeo, a quota di mercato 23,8% (più di un veicolo elettrico su quattro venduti in Europa ha il marchio della losanga).

Renault è anche la Marca ad aver venduto più veicoli elettrici in Italia, dal lancio nel 2012: circa 5.500 i veicoli elettrici venduti e a supporto delle stazioni di ricarica rapida, sempre carenti da noi, la Casa è tra i principali partner di EVA+ (Electric Vehicles Arteries) il progetto di sviluppo per le principali strade ed autostrade in Italia e Austria. Altro progetto sostenuto da Renault è E-VIA FLEX-E, in collaborazione con Enel, che sarà lanciato a fine anno e consentirà di sperimentare la ricarica ad alta potenza, attraverso l’installazione lungo gli assi autostradali e le superstrade di 14 stazioni di ricarica rapida tra 150 kW e 350 kW in Italia, Francia e Spagna (di cui 8 in Italia).

Il Gruppo Renault ha acquisito nei mesi scorsi una partecipazione del 25% in Jedlix, start-up olandese specializzata nella ricarica intelligente, e lanciato Z.E. Smart Charge, una app mediante la quale l’utente indica il livello di ricarica di cui ha bisogno e l’ora in cui deve utilizzare l’auto. Per le batterie, Renault e Powervault hanno avviato nel Regno Unito una partnership per riutilizzarle nelle unità di stoccaggio di energia domestica (50 unità di prova, alimentate da batterie rigenerate, nelle abitazioni di clienti già dotate di pannelli solari installati).

Drive the Future 2017-2022 Il nuovo piano strategico del Gruppo Renault prevede che da qui al 2022 il Costruttore mantenga la leadership nel veicolo elettrico, con 8 modelli elettrici e 12 modelli elettrificati. Il Gruppo si prefigge anche di lanciare 15 modelli a guida autonoma e servizi di robo-taxi. Il futuro della mobilità sarà infatti- per Renault- elettrico, connesso e autonomo. Con la scelta di guidare o di lasciarsi guidare. Con o senza conducente a bordo. Con veicoli che non saranno più prodotti isolati ma parte integrante del loro ambiente. Con servizi di mobilità che si integreranno in città divenute intelligenti grazie alle tecnologie connesse, ai dati intelligenti e ad altre innovazioni tese a rendere più gradevole la vita in città.

Al Salone di Francoforte 2017, Renault ha svelato la sua visione della mobilità del futuro, ad orizzonte 2030, con Renault SYMBIOZ, un veicolo autonomo, elettrico e connesso che interagisce con le case e le città connesse, gli altri veicoli e le infrastrutture stradali. Al recente Salone di Ginevra EZ-GO, un veicolo condiviso autonomo e senza conducente, con motorizzazione elettrica.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento