attualità

Stretta sul contante: detrazioni per chi paga con carta e limite a 1.000 euro

-

Allo studio nella imminente manovra economica misure per prevenire l’evasione. Diverse le ipotesi, tra cui l’abbassamento della soglia consentita per i pagamenti e detrazioni fiscali per chi usa la carta

Stretta sul contante: detrazioni per chi paga con carta e limite a 1.000 euro

Al momento, è bene precisarlo, sono solo voci, ma pare che nel prossimo decreto fiscale la tanto discussa stretta sui contanti potrebbe poggiarsi su due misure.

La prima è quella che prevede una detrazione fiscale, e non più una restituzione sul conto corrente come ventilato in precedenza, di una percentuale tra il 10% ed il 19% della transazione, in modo da incentivare i clienti a richiedere la regolare fattura necessaria con il pagamento elettronico a categorie considerate a maggiore rischio evasione, come artigiani, idraulici, muratori o autoriparatori.

La seconda prevede invece il ripristino del tetto al pagamento in contanti a 1.000 euro introdotto nel 2011 dal Governo Monti e portato ai 3.000 euro attuali nel 2015. Un’altra voce di corridoio sostiene invece che la soglia potrebbe essere abbassata a 1.500 euro.

Anche questo accorgimento potrebbe impattare sulle spese più costose sostenute dagli automobilisti, ad esempio in officina.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento