novità

Subaru BRZ STI. Armi più affilate per la piccola giapponese

-

Ha conquistato il cuore degli sportivi grazie alle sue doti da piccola drifter e alla sua accessibilità economica. Adesso è il momento di alzare l'asticella

Subaru BRZ STI. Armi più affilate per la piccola giapponese

Subaru negli ultimi anni ha proposto più volte una versione pompata con badge STI della propria BRZ, vettura prodotta in collaborazione con Toyota sulla cui base la casa sviluppa la GT-86. Per gli appassionati delle piccole a trazioni posteriore entrambe sono piovute dal cielo come una benedizione, visto il prezzo contenuto e il carattere sportivo molto accentuato, assieme a un'innata tendenza al sovrasterzo. 

Nonostante il gradimento, in molti si sono lamentati del fatto che Subaru (e Toyota) stessero lesinando qualcosa sui vari spetti tecnici delle vetture. A partire dal motore, che secondo più pareri digerirebbe tranquillamente un sistema di sovralimentazione e quindi più cavalli. Nemmeno un assetto più estremo sarebbe disdegnato in quanto molti hanno fatto dei track day la casa di questo tipo di vettura. 

Sembra, però, che qualcosa si stia muovendo. Una versione visivamente più hardcore è stata pizzicata al di fuori della fabbrica di Ann Arbor, dove a spiccare sono gli interventi all'impianto frenante, che adesso può contare su un sistema di pinze monoblocco a 4 pistoncini per l'enteriore e a 2 per il posteriore. Non ci sono certezze riguardo a un aumento della potenza o nuovi dettagli tecnici a livello generale. 

A spiccare, però, e renderci fiduciosi, è il generoso alettone posteriore fissato alla carrozzeria con due pilastri laterali. Non ci sono indiscrezioni riguardo all'uscita di questo modello. Vedremo se il 2018 sarà generoso. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Subaru BRZ

Nuovo: Subaru BRZ

Vedi tutti
Maggiori info
Subaru