Aziende

Volkswagen-Ford, Diess: «Negoziati avanzati per alleanza globale»

-

Negoziati avanzati per un'alleanza globale tra Volkswagen e Ford: ad annunciarlo il CEO del gruppo di Wolfsburg, Herbert Diess, a margine di un incontro con Donald Trump

Volkswagen-Ford, Diess: «Negoziati avanzati per alleanza globale»

L'intesa tra Volkswagen e Ford potrebbe tramutarsi presto in qualcosa di concreto: il CEO del gruppo di Wolfsburg, Herbert Diess, ha dichiarato a margine di un incontro dei costruttori con Donald Trump alla Casa Bianca che «siamo in «negoziati avanzati con la Ford per costruire davvero una alleanza automobilistica globale, che rafforzerà anche l'industria automobilistica americana».

Si tratta di un'alleanza, però, che al momento non prevederebbe acquisti di azioni. «Stiamo costruendo un'alleanza con Ford che rafforzerà la posizione della Ford in Europa attraverso la condivisione di piattaforme produttive», ha spiegato Diess. VW, peraltro, ha intenzione di intensificare la propria presenza in America, cercando il riscatto dopo lo scandalo del Dieselgate, partito proprio dagli USA nel 2015. «Potremmo usare le capacità produttive della Ford in USA per costruire le nostre auto», ha spiegato Diess. Volkswagen avrebbe anche intenzione di affiancare un nuovo stabilimento di proprietà negli Stati Uniti a quello di Chattanooga.

Investimenti negli States in vista anche per BMW, rappresentata alla Casa Bianca dal chief financial officer, Nicolas Peter: La casa dell'Elica ha annunciato che investirà altri 600 milioni di dollari entro il 2021, dopo i 9,3 miliardi di dollari già spesi negli USA, e che aggiungerà mille dipendenti ai 10 mila operanti nel suo impianto di Spartanburg, in South Carolina. Il gruppo bavarese ha definito «produttivo» l'incontro a Washington e non esclude la possibilità di creare una nuova fabbrica negli USA. 

Presente alla Casa Bianca anche il CEO di Daimler, Dieter Zetsche: «L'America per noi è il mercato più importante - ha detto al quotidiano finanziario tedesco, Handelsblatt - e noi vogliamo ampliare gli affari in USA».  La Casa Bianca si è limitata a far sapere che Donald Trump «ha condiviso il suo desiderio di vedere tutti i produttori automobilistici di produrre negli Stati Uniti e di creare un ambiente più favorevole alle imprese». 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento