WRX

WRX-18. Peugeot ritirerà le Supercar 208 WRX ufficiali dal Mondiale Rallycross

-

Alla base della decisione l’accelerazione nelle strategie tecnico-commerciali della Casa francese, unite al rinvio, da parte di FIA e del Promoter, della programmata conversione da termico a elettrico del Rallycross Mondiale

WRX-18. Peugeot ritirerà le Supercar 208 WRX ufficiali dal Mondiale Rallycross

Parigi, 18 Ottobre. Peugeot ha annunciato la decisione di ritirarsi dal Campionato del Mondo Rallycross a fine stagione, ponendo fine al progetto di partecipazione ufficiale diretta deciso lo scorso inverno. Di fatto la corrente stagione resterà la sola in cui Peugeot, assistita dal Team Hansen, avrà messo il proprio sigillo diretto su ogni aspetto cruciale dell’impegno nel WRX.

Due le ragioni alla base della decisione. Da una parte l’annunciato rinvio, da parte della FIA e del promoter, della conversione da termico e elettrico del Campionato del Mondo, annunciato un anno fa, previsto inizialmente per il 2020 e invece procrastinato, al momento, di un anno per dar modo alle Fabbriche di allinearsi alla nuova formula. Questa decisione sembra, tuttavia, accordarsi all’attesa di un ripensamento di Audi, l’unica Marca convolta direttamente a non aver ancora aderito allo switch e, anzi, ad aver annunciato già due mesi fa l’interruzione della sua partecipazione in forma ufficiale al Mondiale.

Dopo cinque stagioni di crescita continua, il doppio forfait di fine anno è un primo, importante episodio di inversione di tendenza accusato dall’establishment della disciplina.

Parallelamente Peugeot aveva annunciato al recente Salone di Parigi di voler imprimere una forte accelerazione al proprio impegno di sviluppo, produzione e commercializzazione della sua gamma di Autovetture, fissando per il 2019 l’ingresso dell’ibrido in una vasta gamma della propria produzione e l’introduzione nel 2020 di nuovi modelli di impostazione e indole prettamente sportive totalmente elettrici.

Kevin Hansen in azione con Peugeot nel WRX
Kevin Hansen in azione con Peugeot nel WRX

Peugeot è stata impegnata nel Mondiale Rallycross fin dalla sua conversione dal precedente Europeo avvenuta nel 2014, dapprima appoggiando il Team svedese di Kenneth Hansen, e quindi decidendo di intensificare la propria presenza diretta, sempre comunque con il supporto del Team Hansen e dei Piloti figli di Kenneth, Tommy e Kevin Hansen.

A tal fine era stato deciso di spostare sul Rallycross Bruno Famin, il leggendario ingegnere autore, tra l’altro, delle Peugeot 2008/3008 DKR tre volte consecutive vittoriose alla Dakar. A luglio, inoltre, aveva finalmente visto la luce la nuova 208 WRX EVO Ufficiale, primo parto della nuova direzione tecnica. Quest’anno Peugeot è stata l’unica Marca in grado di interrompere il dominio delle VW, vincendo il Rallycross Mondiale di Mettet, Belgio, con Sébastien Loeb.

L’ultimo appuntamento Mondiale del Rallycross 2018, in Sud Africa alla fine di Novembre, sarà dunque anche l’ultima apparizione della 208 WRC EVO in assetto ufficiale.

Resta da vedere cosa sarà delle vetture. Al momento il solo Kevin Hansen, il figlio più giovane, ha dichiarato che vorrebbe almeno un ripensamento parziale da parte di Peugeot, in modo da poter continuare a correre con le sue Supercar.

In conseguenza della decisione, dunque, Loeb è l’unico Pilota del Gruppo a non avere ancora in programma di corse per il 2019.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento