WTCR

WTCR 2019 a Macao. Yvan Muller vince 2 gare su 3

-

Race2 e Race3 condizionate dai giochi di squadra. A trarre i maggiori benefici è stato il veterano francese, vincitore delle prime 2 gare del weekend. Michelisz e Guerrieri raccolgono punti pesanti. Sarà 'triello' in Malesia

WTCR 2019 a Macao. Yvan Muller vince 2 gare su 3

Le ultime 2 gare della domenica di Macao sono state all'insegna dei giochi di squadra.

Ormai i pretendenti al titolo, che matematicamente si deciderà nell'ultimo appuntamento di Sepang (14-15 dicembre 2019), sono definiti e guidano 3 auto diverse: Norbert Michelisz su Hyundai, Esteban Guerrieri su Honda e Yvan Muller su Lynk & Co, rispettivamente a 316, 307 e 305 punti.

Sia durante la Race2 che la Race3 i rispettivi compagni di marca hanno quindi lavorato anche per loro, in modo più o meno evidente.

Durante gli 8 giri della Race2, Yann Ehrlacher ha subito ceduto la testa della corsa a Thed Bjork, e a catena lo svedese ha fatto lo stesso con Muller. Il francese una volta balzato in testa, e scortato dai compagni della azzurra Lynk & Co, non ha avuto problemi a bissare il trionfo in solitaria di ieri.

Non solo. Ehrlacher una volta sceso al terzo posto ha provato a 'bloccare' il rivale nella corsa al titolo, Guerrieri. L'argentino della Honda, però, al secondo passaggio, con coraggio, lo ha scavalcato alla curva Lisboa.

La terza posizione di Guerrieri è durata solo qualche giro, sopravanzato da Kevin Ceccon, in palla sul cittadino di Macao, grazie anche alla grande velocità sui rettilinei della sua Alfa Romeo Giulietta. L'italiano ha così ottenuto il gradino più basso del podio come in Gara1.

Nel finale di corsa, ai giochi di squadra della Lynk & Co ha risposto la Hyundai, con Nicky Catsburg. L'olandese, a poche curve dalla bandiera a scacchi, ha rallentato in modo plateale, passando dal quinto al 12esimo posto, solo per far guadagnare una posizione al caposquadra Michelisz, 11°.

Macao - I primi 20 della Race3
Macao - I primi 20 della Race3

 

Gli 11 giri della Race3 hanno visto di nuovo il dominio della Lynk & Co (tripletta a Macao). Questa volta è stato Andy Priaulx a vincere, con Muller troppo distante per essere aiutato dal britannico. Il francese però è riuscito a finire davanti ai rivali Guerrieri (10°) e Michelisz (12°).

Ancora una volta Catsburg in Gara3 ha 'allargato le spalle' per tenersi dietro Muller, mentre davanti a lui Priaulx, Rob Huff, Jean-Karl Vernay e Johan Kristoffersson andavano in fuga, finendo la gara in queste posizioni.

In teoria anche Bjork poteva chiudere la corsa davanti a Catsburg, ultimo pilota del gruppetto di testa. Ma ancora una volta in questo weekend, lo svedese nel finale ha alzato il ritmo per farsi scavalcare dallo stesso Catsburg e soprattutto dal compagno Muller, 6°.

Alla fine si può dire che ad essere meno aiutato nell'arco del fine settimana sia stato Guerrieri, complice la competitività inferiore della Honda in quel di Macao rispetto a Link & Co e Hyundai. Ora il WTCR andrà in Malesia, dove il 15 dicembre verrà assegnato il titolo 2019.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento