novità

Audi e-tron 2019 | prezzo, autonomia e costi di ricarica

-

e-tron rappresenta l'interpretazione con filosofia premium nel mondo delle elttriche da parte di Audi. Arrivata in Italia siamo andati a vederla più da vicino

Audi e-tron. La full electric di Ingolstad in versione SUV con cui la casa lancia ufficialmente l’offensiva alle altre case presenti sul mercato. Si tratta di un’auto che sfrutta la piattaforma MLB opportunamente modificata per adattarsi alle esigenze della batteria da 95 kW/h, collegata a due motori asincroni che danno vita all’electric Quattro e che sprigionano una potenza massima di 408 CV, con 660 Nm di copia e 400 chilometri di autonomia già omologati secondo il ciclo WLTP
Vi rimandiamo a questo articolo per i dettagli tecnici che abbiamo avuto modo di spiegarvi durante il primo contatto in anteprima.

Stavolta vogliamo parlare della filosofia con cui Audi ha approcciato il mondo della mobilità elettrica. Di fatto la e-tron arriva dopo le A3 e la R8 a emissioni 0, anche se in quel caso si trattava più di una vetrina per il futuro. Stavolta il carattere premium non è solo dato dalla grande cura per il dettaglio, soprattutto nell’ambiente interno, ma anche da tutte le scelte tecniche che consentono a questa vettura di essere più ‘disinvolta’ e capace di rendere la vita più semplice all’utente finale. Come? 
 

Partiamo dai freni

Quando si dialoga con questo genere di veicoli è importante fare i conti con un tema molto importante, ovvero il recupero dell’energia in frenata. Parliamo dell’energia cinetica che normalmente andrebbe sprecata sotto forma di calore, ma che queste vetture di norma riescono, in parte, a riassorbire trasformandola in energia elettrica. Per testimoniare l'efficienza del sistema presente sulla e-tron, Audi ha deciso di portare la vettura sul mitico percorso della Pikes Peak. Invece di salire, però, stavolta l'auto ha percorso i 31 chilometri in discesa, dove grazie al dislivello negativo di 1900 m è riuscita a recuperare un valore di energia che tradotto in km è analogo alla distanza percorsa in discesa. La e-tron infatti è capace di recuperare fino al 30% dell'autonomia totale grazie alla frenata che agisce singolarmente su ogni freno per massimizzare l'efficienza e il recupero. Questo si traduce in un vantaggio nel mondo reale rispetto alle competitor, che da questo punto di vista devono ancora affinarsi. 

I tempi di ricarica

Un'altra delle novità che porta su strada la e-tron è la possibilità di ricaricare la batteria da 95 kWh con un sistema a 150 kw. In seguito sarà possibile arrivare fino a 350 kw, ma considerate che già in questo modo si riesce ad avere l'80% della carica in 30 minuti. Con un impianto da 11 o 22 kW il tempo passa da 8 ore e 30 a 4 ore e 30. Sconsigliata la ricarica con il classico impianto a 3 kW che porterebbe la batteria ad avere bisogno di oltre 40 ore per ricaricarsi. Le partnership che Audi sta stringendo con Ionity e Enel sono volte a rendere questo tipo di mobilità più 'fruibile', con una rete di collonine capaci di soddisfare le richieste dei clienti. Siamo all'inizio e quindi l'infrastruttura risente della mancanza di un numero adueguato per il momento, ma le propspettive sembrano buone. Da considerare che con il programma Enel X i proprietari di e-tron avranno gratuitamente i primi 3300 Kw, che corrispondono a oltre 14 mila chilometri

Da considerare per il momento ci sono i costi di ricarica. Se infatti consideriamo 50 centesimi per ogni kW sugli impianti da 50 a 150 kW, arriviamo a una spesa compresa tra i 40 e i 50 euro per ogni ricarica. In futuro è possibile che questi costi diminuiscano e bisogna tenere a mente che le soluzioni per impianti di potenza inferiori, come un wallbox sono molto valide, soprattutto se si ha la possibilità di ricaricare la notte, quando la corrente costa meno

Altra interessante novità della e-tron, che si estenderà al resto della gamma dei modelli che verranno, è la possibilità di incorporare gli optional a seguito dell'acquisto. L'auto, infatti, è già provvista di quanto necessario per attivare funzioni come i vari tipi di assistenza alla guida (gli adas per intenderci) o anche la funzione matrix dei fari LED. Idea interessante che consente all'acquirente di capire, dopo i primi chilometri su strada, di cosa abbia effettivamente bisogno per rendere la sua esperienza di guida più sicura e perché no, coinvolgente. 

Per quanto riguarda il costo, e-tron sarà disponibile dall'inizio del 2019, con un prezzo che parte da 83.950 euro. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento