novità

Mitusbishi Outlander PHEV 2019, gran comfort ma quel prezzo... [Video]

-

Mitsubishi Outlander torna per il 2019 in variante PHEV con una motorizzazione rivista e potenziata. Ecco la nostra prova

Mitsubishi rinfresca la linea del suo Outlander per il 2019 e con l'occasione rivede anche il comparto tecnico della versione PHEV. Stiamo quindi parlando della versione ibrida PLUG-IN, che adesso può contare su un 2.4 L benzina a ciclo Atkinson che raggiunge quota 135 CV e 211 Nm di coppia. Viene affiancato da due unità elettriche poste sui due assi che danno vita al Super-All Wheel Control e hanno una potenza di 83 CV (anteriore) e 95 CV (posteriore). La potenza complessiva del sistema arriva a 224 CV e basta per far passare l'auto da 0 a 100 in 10,5 secondi

Dal vivo: com'è fuori

Lunga 4,70 m, la Outlander PHEV ha un passo di 2,67 m ed è alta 1,71 per 1,80 m di largezza. Il peso è fissato a quota 1880 Kg e per qanto riguarda lo stile ci sono le forti caratterizzazioni cromate sull'anteriore, con il Dynamic Shield rivisto per rinfrescare l'immagine. Immagine che al posteriore non è totalmente al passo con i canoni europeii, visto lo stile morbido e tutto sommato poco dinamico. Non mancano le buone caratteristiche da off-road, con un altezza da terra di 19 cm, un angolo di attacco di 21°, un angolo di dosso di 19° e uno di uscita di 22,5°.  

Dal vivo: com'è dentro

Spazio da vendere e tanto comfort. Sarà pur vero che il motore posteriore si mangia 100 L di capacità di carico, portando lo spazio disponibile a 453 L. Abbattendo gli schienali e reclinando le sedute dei sedili posteriori si va oltre i 1800 L, con un pianale piatto. Volendo è disponibile anche la terza fila di sedili e in generale il comfort è alto per quanto riguarda le sedute. Nella seconda fila, al centro, data la mancanza dell'albero di trasmissione, non c'è alcun tunnel e si sta comodamente anche se si è alti 1,80 m ad esempio. Buoni i materiali e gli assemblaggi, soprattutto all'anteriore, dove anche il feedback delle plastiche non è male. La strumentazione è di tipo analogico e il sistema di infotainment per quanto possa contare su uno schermo touch, si presenta con una grafica un po' datata e l'assenza del navigatore (non è presente nemmeno come optional). Il tutto si unisce a un design non freschissimo, anche se nel complesso lo spazio a disposizione è davvero ben organizzato e ottimo per 5 persone.

Dal vivo: come si guida

Buona la visibilità, ottimo il sostegno del sedile e il vantaggio della modalità EV è l'assoluto silenzio durante la marcia. La batteria, che da 12 kWh passa a 13,8, riesce ad assicurare circa 35 km reali di utilizzo in solo elettrico. Con il motore che può funzionare esclusivamente come generatore per cercare di prolungare l'autonomia della propulsione elettrica. Non si tratta in alcun modo di un'auto votata alla sportività o con doti dinamiche accentuate, nonostante la presenza dell'invitante tasto 'Sport'. Si può parlare più di una vettura votata alle tratte extraurbane e anche all'off road, seppur non estremo. Tra le modalità di guida infatti ci sono quelle dedicate alla neve e quella 'Lock', buona per i tratti più sconnessi. Non si tratta del bloccaggio di alcun differenziale (non sono presenti sulla Outlander), ma di un appiattimento della risposta del sistema per garantire ripartenze più dolci sullo smosso. Alle velocità autosradali i fruscii sono discreti e come dicavamo l'auto è molto comoda. Da considerare che in questo frangente, a circa 130-140 Km/h, l'autonomia della batteria scende molto rapidamente, data l'impossibilità di recuperare energia. Tramite i paddle sul volante, invece, si può intervenire sull'intensità del freno motore, dando la possibilità al sistema di recuperare più o meno energia, tra 5 diverse modalità. Da sottolineare è anche l'assenza degli ADAS di secondo livello, con il solo cruise control adattivo, capace di adeguarsi alla velocità dei veicoli che precedono. 

In conclusione

I consumi non sono nemmeno troppo male, con una media di 6,6 L per 100 chilometri siamo in una fascia accettabile. Il prezzo è forse il deterrente più incisivo; si parte infatti da 49.900 euro per la base e si arriva alla versione Dyamond con 55.400. Considerato che i top di gamma diesel, benzina e GPL, si fermano 10.000 euro più in basso, è chiaro che la versione PHEV deve essere una scelta ragionata da parte degli interessati. Per la cifra in questione, ci saremmo aspettati una guida assistita di secondo livello, un sistema di infotainment più evoluto e anche una cura per il design degli interni più in linea con i gusti europei. La tecnologia ibrida plug in, con possibilità di ricarica da colonnina (80% dell'autonomia in 25 minuti), non giustifica al 100% il prezzo. Se, tuttavia, quello che cercate è spazio e comfort, qui di certo ne troverete in abbondanza. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mitsubishi Outlander
Modelli top Mitsubishi
Maggiori info
Mitsubishi