prova su strada

Nuova MINI Clubman

Station wagon? No, Shooting Brake
-

Novità in casa MINI: la Clubman si rifà il look, cresce nelle dimensioni e nelle dotazioni, senza tradire i valori del Brand. Abbiamo provato la versione più interessante: la Cooper S con cambio Steptronic a otto rapporti

Nuova MINI Clubman

Siamo ormai abituati alle evoluzioni e rivoluzioni di Mini, ma questa è davvero grossa, nel vero senso della parola! La Mini è sempre meno Mini: in questa versione Clubman, che a breve vedremo nelle concessionarie, le porte diventano 5 e le dimensioni crescono non di poco. Sono 27 i cm in più in lunghezza, 9 in larghezza e il passo cresce di 10 cm. Il volume del bagagliaio, capacità 360 litri, arriva a 1.250 abbattendo lo schienale della panca posteriore.

Mini Clubman (47)
La capacità di carico della nuova Mini Clubman è davvero interessante.


Numeri da station wagon, quasi, ma in Mini preferiscono chiamarla Shooting Brake, ovviamente reinterpretando il termine in chiave moderna e personale. Un nuovo concetto per l'ex piccolina, che diventa ora una vettura poliedrica, adatta all'uso cittadino così come per i lunghi viaggi, comoda per fare la spesa, ottima per le vacanze con la famiglia. Il tutto senza perdere il DNA Mini fatto di divertimento alla guida, grinta e linee personalissime. Sì, perché l'anteriore è quello che ben conosciamo, imponente e inconfondibile; il lungo tetto porta al posteriore con le due split door apribili manualmente o con due tocchi del telecomando (uno per porta). Avete le mani impegnate? Basta avvicinare un piede al paraurti per aprire prima una e poi l'altra porta. Ridisegnate anche le luci posteriori, al centro delle quali spicca la grande scritta Clubman.
Una linea che riporta alla mente le Morris Mini-Traveller e Austin Seven Countryman di 55 anni fa, che si differenziavano dal modello originale proprio per una maggiore lunghezza esterna, + 25 centimetri e un passo allungato di 10 centimetri.

Una Mini più matura quindi, con gli interni completamente ridisegnati e una plancia che sembra un bazar


Qualche numero della new Clubman? Lunghezza di 4.253 millimetri, larghezza di 1.800 millimetri e altezza di 1.441 millimetri: misure nuove nel segmento delle vetture compatte. Il passo è di 2.670 millimetri, la carreggiata anteriore misura 1.564 millimetri, quella posteriore 1.565.


Una Mini più matura quindi, con gli interni completamente ridisegnati e una plancia che sembra un bazar: strumentazione integrata al piantone di sterzo, display centrale circolare con anello luminoso a LED, consolle centrale con freno di stazionamento elettrico, porta-bicchieri, Mini Controller e bracciolo. Il tutto condito da pannelli porte retroilluminati blu (Mini Yours Interior Styles) e cromature su tutti i tasti di comando. Non vi basta? C'è anche il logo Mini proiettato a terra dallo specchietto lato guidatore, giusto a sottolineare il carisma del Brand. E se non amate cotanta esuberanza, poco male, ci sono ovviamente versioni più sobrie ed eleganti.
Nuove le proposte di colore per gli esterni, con la possibilità di scegliere tetto e calotte degli specchietti retrovisori esterni in vernice a contrasto bianca, nera oppure argento e soprattutto senza alcun sovrapprezzo.
Ampia la scelta anche per le nuove combinazioni proposte per sedili e interni oltre che per i cerchi, che vanno da 16 a 19 pollici: questa Mini accontenta proprio tutti.

Mini Clubman (44)
Gli interni della nuova Mini Clubman hanno tutto ciò che necessita al guidatore, e non solo a lui

Le motorizzazioni

Sono 6 le motorizzazioni disponibili per chi vuole mettersi in garage la nuova Clubman, di cui 3 Diesel, tutte Euro 6.Vediamole nel dettaglio.
Mini Cooper S Clubman: motore quattro cilindri a benzina con tecnologia Mini TwinPower Turbo (turbocompressione, iniezione diretta di carburante, comando valvole variabile, regolazione variabile degli alberi a camme), cilindrata: 1.998 cm, potenza: 141 kW/192 CV a 5.000 g/min,  coppia max: 280 Nm a 1.250 g/min (300 Nm con overboost), accelerazione (0–100 km/h): 7,2 secondi (cambio automatico: 7,1 secondi),  velocità massima: 228 km/h, consumo combinato di carburante: 6,3 – 6,2 litri (5,9 5,8 litri)/100 chilometri.


Mini Cooper Clubman: motore tre cilindri a benzina con tecnologia Mini TwinPower Turbo (turbocompressione, iniezione diretta di carburante, comando valvole variabile, regolazione variabile degli alberi a camme), cilindrata: 1.499 cm, potenza:100 kW/136 CV a 4.400 g/min,  coppia max: 220 Nm a 1.250 g/min (230 Nm con overboost), accelerazione (0–100 km/h): 9,1 secondi (cambio automatico: 9,1 secondi),  velocità massima: 205 km/h, consumo combinato di carburante: 5,3 – 5,1 litri (5,3 – 5,1 litri)/100 chilometri.

Alternativa al tradizionale cambio manuale a sei rapporti è il nuovo Steptronic a otto rapporti, offerto come optional sulla Cooper S, Cooper SD e Cooper D


Mini One Clubman: motore tre cilindri a benzina con tecnologia Mini TwinPower Turbo (turbocompressione, iniezione diretta di carburante, comando valvole variabile, regolazione variabile degli alberi a camme), cilindrata: 1.499 cm, potenza: 75 kW/102 CV a 4.100 g/min,  coppia max: 180 Nm a 1.200 – 3.800 g/min, accelerazione (0–100 km/h): 11,1 secondi (cambio automatico: 11,7 secondi), velocità massima: 185 km/h, consumo combinato di carburante: 5,3 – 5,1 litri (5,3 – 5,1 litri)/100 chilometri.


Mini Cooper SD Clubman: motore quattro cilindri diesel con tecnologia Mini TwinPower Turbo (turbocompressore con geometria variabile della turbina, iniezione diretta Common-Rail) cilindrata: 1.995 cm, potenza: 140 kW/190 CV a 4.000 g/min, coppia max: 400 Nm a 1.750 – 2.500 g/min, accelerazione (0–100 km/h): 7,4 secondi (cambio automatico: 7,4  secondi), velocità massima: 225 km/h, consumo combinato di carburante: 4,6 – 4,5 litri  (4,4 – 4,3 litri)/100 chilometri.


Mini Cooper D Clubman: motore quattro cilindri diesel con tecnologia Mini TwinPower Turbo (turbocompressore con geometria variabile della turbina, iniezione diretta Common-Rail) cilindrata: 1.995 cm, potenza: 110 kW/150 CV a 4.000 g/min,  coppia max: 330 Nm a 1.750 g/min, accelerazione (0–100 km/h): 8,6 secondi (cambio automatico: 8,5 secondi), velocità massima: 212 km/h, consumo combinato di carburante: 4,4 – 4,1 litri  (4,4 – 4,1 litri)/100 chilometri.

Mini Clubman (25)
Anche in virtù del doppio portellone al posteriore, le porte della Mini Clubman crescono a 6, per questa generazione


Mini One D Clubman: motore tre cilindri diesel con tecnologia MiniTwinPower Turbo (turbocompressore con geometria variabile della turbina, iniezione diretta Common-Rail) cilindrata: 1.496 cm, potenza: 85 kW/116 CV a 4.000 g/min, coppia max: 270 Nm a 1.750 – 2.250 g/min, accelerazione (0–100 km/h): 10,4 secondi (cambio automatico: 10,4 secondi), velocità massima: 192 km/h, consumo combinato di carburante: 3,9 – 3,8 litri  (4,1 – 3,9 litri)/100 chilometri.

 

Alternativa al tradizionale cambio manuale a sei rapporti è il nuovo Steptronic a otto rapporti, offerto come optional sulla Cooper S, Cooper SD e Cooper D. Su richiesta è altresì possibile equipaggiare la vettura con il Mini Driving Modes, per scegliere se guidare in modalità Sport o Green attraverso un semplice comando posto alla base della leva del cambio.

Dotazione di bordo

L’equipaggiamento di serie della nuova Clubman comprende gli specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, l’impianto di climatizzazione, il sensore di pioggia con regolazione automatica delle luci anabbaglianti, la radio con connettore AUX-In e interfaccia USB con impianto vivavoce per il telefono. È possibile poi personalizzare la dotazione dedicata al comfort grazie ai moltissimi optional proposti: climatizzatore automatico a due zone, sedili riscaldati di guidatore e passeggero e al pacchetto di ottimizzazione della vista con riscaldamento del parabrezza, tetto panoramico in vetro con superficie vetrata di 120 centimetri. È possibile montare il volante  sportivo in pelle (di serie su Cooper S e Cooper SD), il volante sportivo in pelle Mini Yours e il volante in pelle John Cooper Works. Sono disponibili i mancorrenti sul tetto, il gancio traino con testina sferica separabile, gli specchietti retrovisori esterni riscaldabili e ripiegabili, specchietti retrovisori esterni ed interno autoanabbaglianti e sistema di altoparlanti HiFi Harman Kardon. In combinazione con la radio Visual Boost e il sistema di navigazione viene offerto come optional il Mini Connected, sistema che permette l'integrazione di smartphone a bordo e l’utilizzo di servizi Internet. L’optional Mini Connected XL, disponibile in combinazione con il sistema di navigazione Mini Professional, include inoltre la funzione Journey Mate con possibilità di pianificare il viaggio, assistenza e Traffic Radar in tempo reale.

È possibile poi personalizzare la dotazione dedicata al comfort grazie ai moltissimi optional proposti


A confermare il carattere young di Mini troviamo numerose funzioni di social network e infotainment integrabili a bordo attraverso apposite App disponibili sia per iPhone che per Android. Il comando avviene tramite il Controller montato sulla consolle centrale e il display a colori della strumentazione centrale. L’equipaggiamento del sistema di navigazione MINI Professional include il monitor di bordo da 8,8 pollici e il Mini Touch Controller. Per non farsi mancare proprio nulla, la nuova Mini Clubman è ordinabile con una carta SIM integrata che mette a disposizione l’Emergency Call con rilevazione automatica della posizione e riconoscimento della gravità dell’infortunio. Tra gli altri optional troviamo la nuova tecnica d’illuminazione full LED. (Proiettori a LED con luce diurna LED e luci posteriori LED; diffusione adattiva del fascio luminoso e luce di svolta LED; fari fendinebbia LED).

Come va?

Oggetto della nostra prova è una bella Cooper S full optional, dotata di tutti gli ammennicoli di cui sopra. Non appena a bordo è evidente che c'è addirittura più di quel che serve, ma le possibilità di personalizzazione sono infinite ed è quindi possibile cucirsi addosso la propria Mini a seconda di gusti ed esigenze personali.

Mini Clubman (48)
Utile il sistema di apertura del vano bagagli, azionabile tramite un sensore di rilevamento


I sedili sono avvolgenti, comodi anche se di dimensioni piuttosto ridotte, l'abitacolo è spazioso e anche la panchetta posteriore accoglie comodamente tre passeggeri. Ottima l'abitabilità e la visibilità data dal parabrezza e dai vetri ampi; facile trovare la giusta posizione grazie al sedile regolabile elettricamente con funzione di memoria. Unica pecca per il comfort, ma dipende dai punti di vista, è il rombo del potente propulsore da 192 cavalli, che nei momenti di guida un po' più esuberante non esita a farsi sentire all'interno dell'abitacolo.


Ed è proprio dal motorone da 2 litri della Cooper S che vogliamo cominciare: un propulsore tutto sprint, perfetto per il caratterino della MINI e che dà il meglio di sé abbinato al cambio automatico  Steptronic a otto rapporti, impeccabile e impercettibile negli innesti. La cavalleria è sempre pronta, a tutti i regimi, e più che sufficiente per divertirsi un bel po' su qualsiasi tipo di percorso.
L'elettronica e l'assetto completamente riprogettato enfatizzano la sensazione di guida da go-kart, come amano chiamarla in Mini, favorita dalle sospensioni posteriori particolarmente rigide e dal baricentro che rimane basso, nonostante il restyling.

Il mode Green riduce il consumo di carburante, inserisce lo Start&Stop e gestisce in maniera parsimoniosa tutti i sistemi dell'auto


ABS, assistente di frenata e di partenza, traction control e bloccaggio elettronico del differenziale fanno il resto: sulle tortuose stradine nelle foreste della Svezia, teatro della nostra prova, la nuova Clubman ha dimostrato carattere e sicurezza, oltre ad averci regalato una buona dose di divertimento. Non vi basta? Il driving mode Sport irrigidisce lo sterzo, regala un pizzico di brio al motore e maggior sportività alle cambiate dello Steptronic. Il contorno dell'oblò centrale si colora di rosso.


Per la guida più rilassata, invece, il mode Green riduce il consumo di carburante, inserisce lo Start&Stop e gestisce in maniera parsimoniosa tutti i sistemi dell'auto. Il contorno dell'oblò si colora di verde.
Infinita la serie di optional di assistenza al guidatore, quali HeadUp-Display (comodissimo per tenere sotto controllo la velocità), Park Assistant, telecamera di retromarcia e Driving Assistant inclusa la regolazione attiva della velocità su base di telecamera, avvertimento di rischio di tamponamento e d’investimento pedoni con funzione decelerante, High Beam Assistant e riconoscimento della segnaletica stradale. Serve altro? Probabilmente c'è.

In conclusione


Mini conferma, con questa new entry, l'inarrestabile curiosità nell'esplorare nuove strade e arriva ad un ottimo compromesso tra fedeltà ai punti fermi del Brand e innovazione, ampliando intelligentemente il target di clientela e il raggio di utilizzo con un'auto poliedrica e adatta davvero a tutti e a tutti gli utilizzi, personalizzabile attraverso infinite declinazioni di colori, interni, optional.
Le vedremo nei prossimi giorni nelle concessionarie, con prezzi che partono dai 24.800 euro della Cooper fino ai 28.800 della Cooper S.
La One arriverà a novembre, non è ancora possibile ordinarla e i prezzi non sono stati dichiarati.

Pregi

Inconfondibile linea e carattere Mini
Maggior abitabilità e capacità di carico

Difetti

Rumorosità all'interno dell'abitacolo

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top MINI