prova su strada

Renault Clio R3T e Clio RS 220 EDC Trophy [VIDEO]

Belve scatenate
-

Abbiamo provato sulle strade del Rally del Casentino la Renault Clio R3T e la Renault Clio RS 220 EDC Trophy. Piccole, scattanti e rapidissime

Renault Clio R3T e Clio RS 220 EDC Trophy [VIDEO]

Renault ci ha sempre abituato a vederla impegnata nel mondo delle competizioni a motore. Dopo aver vinto sei titoli mondiali di F1 nell'ultimo decennio, la casa di Viry ha deciso di esportare le proprie conoscenze nel campo della massima competizione agonistica anche su strada. Così nasce la Clio RS 220 EDC Trophy.

 

Prodotta in solo 220 esemplari, questa Clio ipervitaminizzata è tra le più potenti mai create dal costruttore francese. La posizione di guida, dove si è accolti da sedili avvolgenti e con poggiatesta integrato, fa capire subito al guidatore di trovarsi al volante di una vettura speciale. Il lounch control è immediato, ed aiuta come meglio non potrebbe. Lo sterzo è preciso e sensibile: oltre a rilasciare ottimi feedback, offre davvero la reale sensazione di esere nel pieno controllo dell'auto, anche quando le si tira il collo. La reattività della Clio RS 220 EDC Trophy è davvero apprezzabile negli inseimenti di curva, che avvengono in maniera rapida e precisa, regalando sensazioni che si hanno alla guida di un go-kart. 

 

Il propulsore è un 1.6 litri turbo, capace di erogare 220 cavalli a 6.050 giri/minuto. Lo scatto da 0 a 100 è coperto in 6.7 secondi, mentre la velocità massima è di 230 km/h. Le emozioni diq uesta Clio in tiratura limitata possono essere assicurate per 25.900 euro.

 

Per chi volesse davvero cimentarsi nelle competizioni a motore, esiste la Renault Clio R3T. Una vera macchina da corsa, alla quale sono stati tolti tutti i fronzoli e le comodità "superflue". Ci caliamo nell'abitacolo e ci lasciamo avvolgere da sedili racing dotati di cinture a sei punti. Sulla plancia è stato eliminato il peso inutile derivante dalle strumentazioni di serie, mentre fanno bella mostra di sé le varie spie, interruttori e manettini tipici di una vettura da rally.

 

Il propulsore da 1.6 litri turbo, alimentato da benzine specifiche, è capace di oltre 235 cavalli di potenza, mentre l'erogazione è tonda in ogni situazione. Trattandosi, tuttavia, di una vettura dotata di sovralimentazione, la tecnica di guida cambia reativamente rispetto alle auto aspirate.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento