L'Area B a pagamento Milano è una fake news, ma invece...

L'Area B a pagamento Milano è una fake news, ma invece...
Pubblicità
Simone Lelli
  • di Simone Lelli
Un futuro incerto per l'Area B, mentre l'Area C vede un imminente aumento del ticket di ingresso.
  • Simone Lelli
  • di Simone Lelli
9 luglio 2024

Nonostante le voci che circolano, l'Area B a Milano rimarrà gratuita, almeno per ora. La conferma arriva direttamente dalla vicesindaco Anna Scavuzzo durante l'intervento nella trasmissione "Pane al pane" su Radio Lombardia, dove ha chiarito la posizione dell'amministrazione comunale riguardo le future modifiche alle zone a traffico limitato della città.

Il "pacchetto mobilità", che sarà presentato la prossima settimana in giunta, porterà novità significative per l'Area C, la Zona a Traffico Limitato che regola l'ingresso delle macchine all'interno della cerchia dei Bastioni, dove il ticket attuale di 5 euro è destinato ad aumentare. Questo rincaro mira a gestire meglio il traffico e l'inquinamento nel cuore pulsante della metropoli.

Per quanto riguarda l'Area B, che copre una vasta area della città e si applica ai veicoli benzina fino a euro 2 e diesel fino a euro 5, il vicesindaco ha sottolineato che, per il momento, questa rimarrà una misura per limitare l'accesso ai veicoli più inquinanti senza introdurre un pedaggio. Tuttavia, Scavuzzo non esclude che in futuro possa essere considerata l'introduzione di un pagamento anche per l'Area B, soprattutto se ci sarà la necessità di finanziare il potenziamento dei trasporti pubblici e dei collegamenti per chi arriva da fuori città.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Argomenti

Pubblicità