Hub Rally-Raid - Qatar

Manateq Qatar Rally. Al Attiyah-Toyota per rompere il ghiaccio

-

La stagione 2020 del Cross-Country Rally parte dal Qatar e incorona per la settima volta il suo “Principe”. Tre Toyota sul podio finale, Can-Am voince nella categoria T3 con Al Quwari e… Manuel Lucchese

Lusail, Qatar, 29 Febbraio 2019. La stagione 2020 del Cross Country, comprensiva della ormai diversificata Coppa del Mondo Bajas, è partita dal Qatar con la disputa del Manateq Qatar Cross-Country Rally, da qualche anno a questa parte prima stagionale. La prova d’apertura è stata vinta, manco a dirlo da Nasser Al Attiyah e Mathieu Baumel ai comandi della Toyota Hilux ufficiale Gazoo Racing, in questo caso assistita Overdrive.

Manco a dirlo perché il Principe del Qatar è alla settima vittoria, in nove anni, nella Gara di casa che lui stesso ha contribuito, non poco, a promuovere. Un piccolo Paese, ricco, non proprio in buoni rapporti con i non meno ricchi vicini, ma già con una grande tradizione sportiva in generale, non solo motoristica, e per lo più sulle spalle del suo “Principe”.

 

Affermatosi con il successo in 4 delle cinque tappe del Rally, l’Equipaggio Toyota ufficiale si è assicurato una facile vittoria e il miglior inizio di stagione, il cui obiettivo è la riconquista della Coppa del Mondo persa nel 2018 a opera di Przygonsky e passata successivamente, e clamorosamente all’ultimo appuntamento, nelle mani di Stephane Peterhansel e Signora.

Al secondo posto, e con un ritardo di un’ora e mezza, ha concluso il “cugino” saudita Yazeed Al Rahji, in coppia con l’inglese Miachael Orr su identica vettura. L’Equipaggio polacco tedesco formato da Jakub “Kuba” Przygonsky e Timo Gotschalk completano il podio all-Toyota Overdrive.

Caratterizzato dalle numerose forature, soprattutto nel finale, il Rally di apertura di Coppa del Mondo è finito un po’ a sorpresa anche nella sempre più affollata categoria degli SSV. A vincere all’ultima Speciale e superando il favorito lid Al-Mohannadi, è infatti un altro Pilota di Casa, Ahmed Al-Kuwari, Pilota del Can-Am Maverick X3 accompagnato, ecco la nota “azzurra”, dall’italiano Manuel Lucchese sul sedile del navigatore.

 

2 Coppe del Mondo

Cinque le Prove di Coppa del Mondo FIA Cross-Country Rally in programma per la stagione corrente. Dopo Qatar, Abu Dhabi, Kazakhstan, Silk Way Rally e Marocco. A queste si devono aggiungere le ben otto Prove di Coppa del Mondo FIA Cross-Country Bajas, ovvero Russia, Dubai, Giordania, Italian Baja, Spagna, Ungheria, Polonia e Portalegre-Portogallo.

Stagione interessante e lunga, anche se c’è un certo sbilanciamento di date tra i due calendari. Non bastasse, è la stagione dei grandi piani, veri e presunti. È l’anno in cui si parla di un ritorno, anzi dell’arrivo della Dakar all’interno del calendario di Coppa del Mondo. Sarebbe una decisione contro tendenza che porrebbe fine alla tradizionale “autonomia” del Rally “originale”. La decisione porterebbe un contesto di maggiore omogeneità alla struttura del Mondiale.

Il Mondo cambia, gli interessi “sostanziali” un po’ meno, ed è di questi giorni la notizia dell’accordo tra ASO, Amaury Sport Organization e EMSO, Emirates Motorsports Organization. Il Presidente di EMSO Mohammed Ben Sulayem, deus ex machina del motorsport negli Emirati e Vice Presidente FIA per lo Sport, ha infatti annunciato che sarà la Società proprietaria della Dakar la Compagnia di Produzione televisiva ufficiale per Abu Dhabi Desert Challenge, alle porte della trentesima edizione, e Dubai International Baja.

Da lì a immaginare che il secondo Paese che ospiterà la Dakar 2021, come annunciato da ASO, possa essere proprio uno degli Emirati, se non entrambi, insieme o a turno, il passo è logicamente brevissimo.

 

 

2020 Manateq Qatar Cross-Country Rally – Risultato finale

1. Nasser Saleh Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Toyota Hilux Overdrive, 11hr 48min 56sec

2. Yazeed Al-Rajhi (SAU)/Michael Orr (GBR), Toyota Hilux Overdrive, 13hr 20min 36sec

3. Jakub Przygonski (POL)/Timo Gottschalk (D), Toyota Hilux Overdrive, 13hr 50min 19sec

4. Ahmed Al-Kuwari (QAT)/Manuel Lucchese (ITA), Can-Am Maverick X3 (T3), 15hr 25min 09sec

5. Saleh Al-Saif (SAU)/Ali Hassan Obaid (ARE), Can-Am Maverick X3 (T3), 15hr 36min 06sec

6. Khalid Al-Mohannadi (QAT)/Sébastien Delaunay (FRA) Polaris RZR 1000 Turbo (T3), 15hr 39min 30sec

7. Kees Koolen (NLD)/Serge Bruynkens (BEL) OT3 by Overdrive (T3), 15hr 49min 02sec

8. Balazs Szalay (HUN)/Laszlo Bunnozci (HUN) Opel Grandland X, 16hr 30min 43sec

9. Aleksey Shmotov (RUS)/Andrey Rudnitski (RUS) Can-Am Maverick (T3), 18hr 20min 02sec

10. Mohammed Al-Harqan (QAT)/Vili Oslaj (SLO) Can-Am Maverick X3 (T3), 19hr 33min 01sec

 

© Immagini MQC-CR

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento