anticipazioni

Fiat al lavoro su un sistema ibrido

-

Una nostra domanda rivolta al Ministro Clini nel corso di un'intervista ha confermato l'ipotesi secondo cui Fiat starebbe lavorando allo sviluppo di un inedito sistema ibrido. Nascerà abbinato al bicilindrico TwinAir?

Fiat al lavoro su un sistema ibrido

Milano - L’incontro con Corrado Clini in occasione dell’ufficializzazione dell’accordo stretto tra Lamborghini e il Ministero dell’Ambiente non è stata solo un’occasione per chiedere al Ministro importanti delucidazioni sul futuro dell’auto in Italia, ma anche per parlare di come Fiat intende affrontare le sfide tecnologiche di domani.

Il piano del Ministro dell'Ambiente per rilanciare l'auto in Italia

Secondo Clini saranno una serie di incentivi normativi a rimettere in moto il mercato dell’auto nel nostro Paese. Consentendo la circolazione nelle grandi aree urbane solo ai veicoli di ultima generazione, ibride ed elettriche in primis, e tassando i mezzi in base alle emissioni i diversi costruttori automobilistici saranno obbligati a proporre sul mercato modelli sempre più efficienti dal punto di vista energetico.

 

Con queste novità a livello normativo inoltre, Clini ritiene che sia possibile rilanciare il mercato dell’auto in Italia, perché i consumatori saranno invogliati a cambiare auto per risparmiare sulle tasse e per poter circolare liberamente nelle città.

fiat 500e elettrica 3
La Fiat 500e dovrebbe debuttare al prossimo Salone di Los Angeles. Secondo Marchionne ogni esemplare prodotto causerà 10.000 dollari di perdite alla Fiat

 

Secondo Clini la tecnologia disponibile nell’immediato futuro per migliorare la qualità dell’aria dei grandi agglomerati urbani è senza dubbio rappresentata dai sistemi di propulsioni ibridi. Il Ministro però ha anche aggiunto però che solo avendo una visione più lungimirante si riuscirà veramente a fare qualcosa in favore dell’ambiente e che quindi l’auto elettrica rappresenta la vera soluzione a lungo termine per risolvere l’inquinamento che affligge le nostre città.

Fiat: nuove tecnologie all'orizzonte?

A questo punto è venuto naturale chiedere al Ministro come considerasse quindi la posizione del Gruppo Fiat, che attualmente non offre ancora sul mercato modelli spinti da powetrain ibridi, puntando tutto su carburanti alternativi come GPL e metano, e che in diverse occasioni non ha risparmiato pesanti critiche all’auto elettrica.

 

È vero che il Gruppo si appresta a presentare la Fiat 500e, variante 100% elettrica destinata al mercato nord-americano, ma è altrettanto vero che l’Amministratore Delegato del Gruppo italo-americano Sergio Marchionne ha precisato che si tratta di un modello realizzato per il momento più che altro per ottenere un ritorno di immagine piuttosto che per raggiungere reali profitti commerciali.

lamborghini clini winkelmann ministero ambiente 24
Corrado Clini rispondendo ad una nostra domanda ha confermato che anche Fiat sta lavorando su un sistema ibrido

 

La risposta del Ministro si è rivelata molto interessante perché non ha fatto altro che confermare le indiscrezioni secondo cui Fiat sarebbe impegnata a sviluppare un nuovo sistema di propulsione ibrido.

La nostra domanda al Ministro Clini

Mentre il Governo italiano si dimostra intenzionato a incentivare attraverso normative e fiscalità agevolata l’auto elettrica e l’auto ibrida, il Gruppo Fiat non si è dimostrato fino ad ora particolarmente interessato a sviluppare queste tecnologie, tanto che Marchionne ha dichiarato che la 500e sarà prodotta in perdita e che sarà realizzata solo per il mercato americano ed esclusivamente per motivi di immagine. Come giudica questo atteggiamento dei vertici del Lingotto nei confronti dell’elettrico e dell’ibrido?

«Il Gruppo Fiat ha sull’elettrico una posizione molto netta, nel senso che ritiene che il mercato dell’auto elettrica in Europa non abbia al momento grandi prospettive. Questa è una loro valutazione e io non la condivido molto. Del resto però ogni Casa automobilistica deve ragionare sulla base di valutazioni di mercato.»

«La Fiat sta portando avanti una linea di prodotti attenti all’ambiente, puntando grandemente sul metano che si dimostra molto interessante dal punto di vista delle performance ambientali. In ogni caso Fiat sta portando avanti anche lo sviluppo di motori ibridi, riprendendo in mano una tradizione che già aveva (La Fiat Multipla Hybrid Power sperimentale presentata a Ginevra nel 2000, ndr).»

In ogni caso Fiat sta portando avanti anche lo sviluppo di motori ibridi, riprendendo in mano una tradizione che già aveva. Credo che questi nuovi powetrain ibridi siano molto promettenti, quindi possiamo dire che anche il Gruppo Fiat ha recepito (la direzione verso cui bisogna puntare


«Credo che questi nuovi powetrain ibridi siano molto promettenti, quindi possiamo dire che anche il Gruppo Fiat ha recepito (la direzione verso cui bisogna puntare, ndr). Io non vedo oggi Case automobilistiche che non hanno colto l’opportunità di produrre motori più efficienti. Tutti i costruttori desiderano infatti avere un quadro di riferimento di regole precise più che di incentivi finanziari che possano smuovere nuovamente il mercato.»

In un video ufficiale si parla di un possibile TwinAir ibrido...

Un altro tassello che avvalora l’ipotesi di un ibrido Made in Fiat è un video da poco realizzato ufficialmente dalla Casa di Torino. Nel filmato il costruttore italiano dichiara che il nuovo motore bicilindrico TwinAir si presta perfettamente, grazie a dimensioni particolarmente compatte, ad essere abbinato ad un motore elettrico per dare vita in futuro ad un powertrain ibrido.


Il video lascia quindi lascia aperta la possibilità che Fiat sia attualmente impegnata a sviluppare questo inedito sistema di propulsione termico/elettrico, che si rivelerebbe davvero interessante dal punto di vista tecnologico. Per conoscere quali saranno i futuri piani di sviluppo dei powertrain firmati Fiat non resta a questo punto che aspettare qualche nuovo indizio.

 

Al minuto 2:58 il video Fiat parla di un possibile TwinAir ibrido

  • eskimo01, genova (GE)

    Che farsa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Che le vetture e gli scooter elettrici siano il futuro non ho dubbi ma,vorrei sottolineare che nel nostro bel paese la classe dirigente e i nostri amministratori non hanno nessuna intenzione di rinunciare ai profitti derivati dal consumo di petrolio e di conseguenza non fanno nulla per incentivare la diffusione di veicoli ibridi. Io vivo a Genova e posso assicurarvi che in tutta la città esiste un solo punto di ricarica situato nella zona più periferica,mi chiedo pertanto come può un cittadino che non possiede un garage acquistare un veicolo elettrico.
  • marco76_2, CASSANO MAGNAGO (VA)

    Alleluia!

    Sergio ha scoperto la corrente elettrica! Comunque dieci anni fa la Fiat aveva già la seicento a idrogeno. Ma poi è arrivato lui...
Inserisci il tuo commento