sfida alla tecnica

Terrafugia TF-X concept: in arrivo l’auto volante ibrida?

-

Il Tarrafugia TF-X concept, al momento in fase di sviluppo, ha l'ambizione di diventare un'auto ibrida plug-in volante che grazie a numerosi sistemi di sicurezza promette una grande facilità di utilizzo

Terrafugia TF-X concept: in arrivo l’auto volante ibrida?

Terrafugia, Azienda che costruisce singolari mezzi di trasporto a metà tra un aeroplani e automobili, ha rilasciato i primi dettagli del TF-X concept.

 

Ancora in fase di sviluppo, il Terrafugia TF-X concept è un mezzo ibrido plug-in in grado di effettuare operazioni di decollo ed atterraggio verticale. Il costruttore ha dichiarato che per imparare a guidare e pilotare il TF-X sono sufficienti solamente cinque ore di pratica dal momento che il mezzo è stato concepito per assomigliare il più possibile ad una comune automobile. Il TF-X infatti è dotato di un sistema automatico di decollo e atterraggio che vuole garantire facilità di utilizzo anche ai meno esperti.

 

I tecnici hanno previsto che la futura auto volante ibrida sarà dotata di un motore da 300 CV abbinato a due unità elettriche da 600 CV che si occuperanno delle fasi di atterraggio e decollo verticale. In fase di volo questo complesso powertrain dovrebbe garantire alla futura auto volante ibrida una velocità massima di 322 km/h con un’autonomia di circa 805 km.

 

Sempre con l’obiettivo di rendere il mezzo volante facilmente accessibile anche a piloti non professionisti, i tecnici della Terrafugia hanno previsto un sistema di sicurezza elettronico che obbliga il conducente ad indicare prima del decollo il luogo dove prevede di atterrare. Se il sistema calcola che non c’è sufficiente energia per condurre il TF-X a destinazione o che il luogo selezionato per l’atterraggio non è sicuro per condizioni atmosferiche avverse o ancora che il percorso selezionato attraversa spazi di volo temporaneamente vietati, il mezzo volante non autorizza il decollo fino a quando non viene inserita una destinazione appropriata.

 

Altri equipaggiamenti di sicurezza includono un paracadute ed una funzione di atterraggio automatico di emergenza che permette al velivolo di atterrare anche nel caso in cui il pilota abbia perso i sensi.

 

Al momento il costruttore non ha comunicato un prezzo indicativo per la TF-X, limitandosi a dichiarare che l’auto ibrida volante dovrebbe essere prodotta in grande scala in modo tale da proporre un costo competitivo nei confronti di auto di extra-lusso.

 

Secondo i piani di Terrafugia la TF-X dovrebbe arrivare sul mercato nella versione di serie nei prossimi 8-12 anni.

  • Hydrogen, Cassano Magnago (VA)

    Ali

    Son troppo piccole. Non volerà mai. E poi i 600 cv dove li prendono? Le batterie pesano..Mah...mi ricorda una navicella di Star Wars ))
Inserisci il tuo commento