app

App Formula 1: recensione

-

Abbiamo provato l'App ufficiale della Formula 1 per scoprirne potenzialità e limiti

App Formula 1: recensione

Il 2014 è forse l’anno della più grossa rivoluzione nel regolamento tecnico della Formula 1 dagli anni 80 ad oggi, quali possibilità restano ad un appassionato di Formula per seguire in diretta tutte le gare del mondiale senza dover pagare l'abbonamento a Sky? Ce lo siamo chiesti ed abbiamo provato con mano l’App ufficiale della Formula Uno disponibile dalla settimana scorsa su iTunes. Vi raccontiamo com’è andata senza avere la pretesa di realizzare un vera e propria recensione tecnica. Oggetto del nostro test è stato un Samsung Galaxy SIII con Android 4.3, abbonamento H3G e WiFi fibra di Fastweb.


L’applicazione è disponibile in versione free, che consente mette a disposizione i tempi sul giro e nei settori ed il commento testuale, oppure si possono spendere 9.99 per acquistare il Season Pass che consente di accedere alle funzionalità aggiuntive per tutte le 19 gare del campionato 2014. Abbiamo scelto di provare la versione a pagamento.

Meglio con tanta memoria e con lo schermo grande

L’applicazione non è certo piccola, dopo la prima gara siamo già a quota 150 mega occupati, ed anche il processo di configurazione automatica iniziale richiede diversi minuti. Trascorsa l’attesa si viene accolti da un’interfaccia ben realizzata, ma che richiede un certo periodo di adattamento.

Fatta amicizia con l’interfaccia si scopre che gli elementi visualizzati sono molti. E’ come avere a disposizione sul proprio cellulare quasi tutti i monitor degli uomini al muretto. Le informazioni sono così tante che il grande schermo del nostro galaxy a tratti ci è sembrato appena sufficiente allo scopo.

La gara in diretta, ma anche in differita

La funzione di maggior interesse è sicuramente il tabellone dei tempi con la mappa interattiva del circuito. E’ anche possibile scaricare un pacchetto che consente di vedere o rivedere l’andamento della gara anche dopo il termine. La schermata è divisa in due parti: nella parte superiore il tabellone dei tempi e nella parte inferiore la mappa.

app formula 1 (8)
Tante le possibilità offerte dall'App della F1, tra cui monitorare i tempi e seguire la gara dal punto di vista del proprio pilota preferito

 

Il tabellone è organizzato in diverse pagine che mostrano i tempi sul giro e nei vari settori, i record assoluti e quelli personali. Una pagina apposita è dedicata esclusivamente ai dati sulle gomme usate e sul susseguirsi dei vari stint... Abbiamo trovato questa pagina particolarmente utile per comprendere le strategie adottate dai team. Ad es.: Alonso ha fatto il primo stint di 15 giri con le medie e si trova al 7 giro del suo secondo stint e sta usando le soft.

La mappa consente di visualizzare la posizione in tempo reale dei piloti sul tracciato con i dati di accelerazione, marcia e velocità. Può essere ingrandita  o rimpicciolita con un tocco a due dita oppure ruotata in 3D trascinando il tocco di un solo dito.

Si può scegliere di seguire la gara dal punto di vista del pilota preferito, in questo caso vengono mostrati con valore assoluto solo i suoi tempi del pilota scelto quelli degli altri piloti sono mostrati per differenza. Ad es: Alonso ha percorso l’ultimo giro in 1’ 46.250’’ mentre Bottas che lo segue è stato più veloce di  0.200’’.

Qui abbiamo riscontrato i primi problemi. I dati di posizione e marcia delle vetture non sono sempre sincronizzati al meglio per cui ci è capitato di vedere Rosberg percorrere in terza marcia il rettilineo di partenza oppure affrontare la prima variante in settima marcia.


Per anglofoni

Un altra funzionalità di sicuro interesse, soprattutto per chi non ha Sky, è il commento audio. Una radio cronaca competente, ma rigorosamente in inglese britannico che però non ci ha causato grossi problemi di comprensione. Questa è l’unica cosa che non è possibile scaricare e riascoltare in seguito.

La qualità dello streaming non è stata impeccabile con frequenti interruzioni nonostante l'alta qualità della connessione usata.  Nei momenti salienti è possibile ascoltare comunicazioni radio in esclusiva per gli abbonati. I team radio però hanno lo spiacevole effetto collaterale di annullare la scelta di seguire un particolare pilota.

In conclusione

L’applicazione è molto interessante anche se la nostra impressione è che sia ancora ad uno stadio abbastanza acerbo. Il primo rilascio è di pochi giorni prima del GP di Australia e gli aggiornamenti si sono susseguiti anche durante lo svolgimento della gara. Siamo certi che una volta risolti i problemi di gioventù il costo dell’abbonamento varrà la spesa anche per chi è abbonato a Sky.  E voi avete provato l’app? Cosa ne pensate

Daniele Pascucci

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento