Formula 1

F1 2018: Alfa Romeo Sauber, svelata la C37 [Video]

-

Svelata l'Alfa Romeo Sauber C37, la monoposto che segna il ritorno della casa del Biscione in Formula 1 dopo oltre trent'anni di assenza

La nuova era del Biscione in Formula 1 ha inizio: è stata svelata oggi l'Alfa Romeo Sauber C37, la vettura che segna il ritorno della casa italiana nel Circus dopo un'assenza durata oltre trent'anni. Fu un'Alfa Romeo, la 158, a vincere la prima gara della storia della categoria, il 13 maggio del 1950, grazie ad un acuto di Nino Farina, poi laureatosi campione del mondo al termine della stagione. La partnership con Sauber, al momento solo di natura commerciale, ha comunque riportato Alfa nel Circus.

Sulla C37 di Alfa Romeo giocoforza c'è poco: l'accordo tra la casa del Biscione e la Sauber, per ora soprattutto di natura commerciale, è stato siglato a novembre, momento in cui la monoposto del team di Hinwil per questa stagione era in fase di sviluppo avanzata. La C37 monta un propulsore Ferrari 2018, non marchiato Alfa; lo scorso anno, invece, la C36 vantava un motore sì made in Maranello, ma risalente al 2016. Un passo in avanti certamente significativo, per il team meno competitivo nel 2017. 

Le principali novità tecniche della stagione 2018 di Formula 1 sono evidenti sulla C37: spiccano, ovviamente, l'halo, sistema di protezione della testa del pilota introdotto a partire da questo campionato, e l'assenza di T-Wing e cofano a pinna di squalo, aboliti a fine anno scorso. Così come le altre monoposto presentate finora, anche la C37 presenta il deviatore di flusso all'inizio delle pance che ha debuttato sulla Ferrari SF70H lo scorso anno. Un profilo alare, questo, volto a ridurre l'effetto delle turbolenze legate al vortice generato dal movimento delle ruote anteriori.

L'Alfa Romeo Sauber C37 sarà affidata ad una coppia inedita. Si tratta del confermato Marcus Ericsson e di uno dei due rookie dello schieramento per la stagione 2018, Charles Leclerc. Ericsson, 27 anni, è alla quarta stagione con la Sauber; il suo debutto risale al 2014, con la Caterham. Leclerc, classe 1997, si è aggiudicato il titolo mondiale di Formula 2 lo scorso anno, dominando la categoria. Il pilota monegasco, tra i talenti emergenti più celebrati, fa parte della Ferrari Driver Academy, il "vivaio" della Rossa. 

  • mario.bianchi1055, Verbania (VB)

    🇨🇭Alfa Romeo Sauber, la F1 dalle doppie prese d’aria.

    È particolarmente originale, il tema di progetto sviluppato è quello delle doppie prese d’aria, della separazione dei flussi.

    💡Sopra il casco del pilota, l’air scope è sdoppiato, c’è la doppia presa d’alimentazione del 6 cilindri e nella parte alta in posizione leggermente arretrata sono presenti due ulteriori prese d’aria che portano aria fresca allo scambiatore della Power Unit Ferrari.

    💡Nelle fiancate una doppia presa di raffreddamento dei radiatori: la prima posizionata in posizione classica e la seconda leggermente più arretrata.

    💡Sulle fiancate il deviatore di flusso a ponte non collegato ai deviatori verticali ai lati delle fiancate. Praticamente un alettone centrale ai lati dell’abitacolo come la Red Bull RB14.

    💡Molto interessante il diffusore con gli angoli risvoltati verso le ruote e le bandelle Gurney riportate lungo il bordo.

    4 intelligenti intuizioni, se funzionano anche in pista, in Ferrari ci sarà un avversario in più... e non potranno levargli la Power Unit aggiornata!

    Bisognava considerare che gli svizzeri erano da 4 anni senza soldi e con lo stesso vecchio telaio, ma non erano affatto senza idee.

    Adesso vedremo i tempi, ma intanto a Maranello, da ieri le farmacie hanno finito i sonniferi...
Inserisci il tuo commento