GP Canada 2019

F1, GP Canada 2019: vince Hamilton. Secondo Vettel, penalizzato

-

Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Canada di Formula 1 per una penalità comminata al leader della corsa, Sebastian Vettel. Terzo Charles Leclerc

Montréal sorride alla Mercedes: ad aggiudicarsi il Gran Premio del Canada, settima prova del mondiale 2019 di Formula 1, è stato Lewis Hamilton. Quella in terra canadese è la settantottesima vittoria in carriera e la quinta stagionale per il pilota inglese, che allunga in classifica mondiale. A decidere la gara de facto è stata una penalità di cinque secondi - e due punti sulla patente - comminata a Sebastian Vettel per aver chiuso Hamilton verso il muro dopo un lungo: una sanzione, questa, che farà certamente discutere. Vettel, al comando della corsa dalla partenza, ha così perso una vittoria che gli manca dal GP del Belgio 2018 pur tagliando il traguardo davanti a tutti. Terza posizione per il compagno di squadra di Vettel, Charles Leclerc. Quarto Valtteri Bottas, della Mercedes, davanti all’olandese della Red Bull, Max Verstappen.

Nel pre-gara, i meccanici della Mercedes hanno lavorato sulla vettura di Hamilton in seguito ad una perdita idraulica. Dopo le verifiche del caso, l’inglese ha preso regolarmente il via della corsa. La partenza ha visto un ottimo spunto di Vettel, che ha preso agevolmente la testa della corsa. Dopo la perdita idraulica nel pre-gara, Hamilton ha mantenuto la seconda posizione, resistendo agli attacchi di Leclerc. Nelle prime fasi della corsa, Vettel ha guadagnato un piccolo margine su Hamilton, staccato di due secondi nell’arco di sei giri. Molto più indietro, Bottas non è riuscito a schiodarsi dalla settima posizione.

Gasly è stato il primo dei piloti nelle posizioni di spicco a rientrare ai box per montare le medie, al termine del giro numero 7. La tornata successiva è stata la volta di Ricciardo, che ha optato per lo stesso compound. Ricciardo ha evitato di poco Lando Norris. L’inglese della McLaren si è ritrovato con la sospensione rotta senza aver toccato il muro, ed è stato costretto a ritirarsi, parcheggiando la sua MCL34 fuori dalla corsia dei box. Bottas, ancora in difficoltà, si è dovuto vedere dagli attacchi di un arrembante Verstappen; il pit stop di Hulkenberg per montare le medie, avvenuto al termine del giro numero 16, ha promosso Bottas in quarta posizione.

Vettel ha perso la gara per una penalità che farà discutere
Vettel ha perso la gara per una penalità che farà discutere

In questa fase della corsa, Hamilton ha alzato il ritmo, avvicinandosi leggermente a Vettel. Leclerc, dal canto suo, ha mantenuto un buon passo, cogliendo il crono più veloce al giro numero 21. Al termine della tornata numero 26, Vettel è rientrato ai box per montare le medie; dopo la sua sosta, ha riguadagnato la pista in terza posizione. Vettel ha spinto molto nei giri successivi al pit stop per assicurarsi di restare davanti ad Hamilton. Missione compiuta: Hamilton, dopo aver montato le medie al termine del giro numero 29, è rientrato alle spalle di Vettel. Due tornate più tardi, anche Bottas ha optato per la gomma bianca.

Leclerc, leader della corsa dopo le soste di Vettel e Hamilton, ha allungato lo stint rispetto alla concorrenza. Il monegasco ha montato le bianche al termine del giro numero 33, e si è ritrovato quarto, alle spalle di Verstappen, che però non aveva ancora effettuato la sua sosta. Leclerc, forte delle sue gomme fresche, ha sopravanzato Verstappen, che giustamente non ha opposto resistenza. Più avanti, Hamilton si è avvicinato a Vettel. Bottas, dal canto suo, ha cercato ripetutamente di superare Ricciardo, senza riuscirvi. Il finlandese si è finalmente imposto nel corso del trentanovesimo giro, non senza difficoltà.

I riflettori si sono poi spostati su Vettel e Hamilton, con l’inglese a meno di sette decimi dal tedesco al giro numero 40. Un bloccaggio di Hamilton ha dato momentaneamente tregua a Vettel, in modalità di risparmio di benzina. Il tedesco della Ferrari ha poi colto il giro più veloce in gara, staccando ulteriormente Hamilton. È durata poco: Hamilton si è ben presto riportato in zona DRS. I due sfidanti si sono mantenuti a distanza ravvicinata in questa fase di gara. Vettel si è complicato la vita finendo lungo nel corso del giro numero 48: il tedesco è comunque rimasto davanti.

Terza posizione per Charles Leclerc
Terza posizione per Charles Leclerc

Questa manovra ha avuto delle conseguenze: Vettel è finito sotto investigazione per aver chiuso Hamilton verso il muro rientrando dopo il suo lungo in curva 4. Più indietro, Verstappen, dopo aver montato le gialle, ha sorpassato i due piloti della Renault ed è salito in quinta posizione. Nel corso del giro numero 58, il verdetto dei commissari: a Vettel è stata comminata una penalità di cinque secondi, da aggiungere al tempo di gara. Vettel non è riuscito a guadagnare abbastanza terreno per mantenere comunque la vittoria.

Sesta posizione per Daniel Ricciardo, della Renault, davanti al compagno di squadra, Nico Hulkenberg. Ottavo è Pierre Gasly, della Red Bull; completano la top ten l’idolo di casa, Lance Stroll, in forza alla Racing Point, e il russo della Toro Rosso, Daniil Kvyat. Undicesima piazza per Carlos Sainz, della McLaren; seguono Sergio Perez, della Racing Point, e il pilota dell’Alfa Romeo Racing, Antonio Giovinazzi. Quattordicesimo è Romain Grosjean, della Haas; il francese ha preceduto Kimi Raikkonen, dell’Alfa Romeo. Chiudono la classifica l’inglese della Williams, George Russell; Kevin Magnussen, della Haas; e Robert Kubica, in forza alla Williams. Ritiro per Alexander Albon, della Toro Rosso.

La corsa minuto per minuto

21.42 Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Canada! Decisiva la penalità comminata a Vettel. 

21.39 Due giri al termine della corsa.

21.37 Bottas si reca ai box: per lui un treno di rosse per il giro più veloce.

21.35 Hamilton si trova a 7 decimi da Vettel. 

21.33 Hamilton vicino a Vettel. 

21.31 Ritiro per Albon.

21.29 Vettel dovrà cercare di allungare il gap su Hamilton. Sarà molto difficile. 

21.26 Cinque secondi di penalità per Sebastian Vettel. 

21.25 Hamilton al momento si trova a 1,8 secondi da Vettel. 

21.23 Magnussen è tutt'altro che entusiasta della sua macchina. Steiner gli risponde per le rime. 

21.21 Si attende il responso dei commissari. 

21.19 Vettel alza il ritmo; che tema una penalità?

21.19 Verstappen sorpassa anche Ricciardo.

21.17 Verstappen su Hulkenberg per la sesta posizione. 

21.16 Vettel under investigation per aver chiuso Hamilton finendo lungo. 

21.15 Sosta per Verstappen: gomme gialle per lui. Rientra in settima posizione. 

21.13 Lungo di Vettel. Resta davanti per un pelo. 

21.12 Hamilton in pressing su Vettel. 

21.10 Vettel e Hamilton proseguono la loro corsa a distanza ravvicinata. 

21.08 Hamilton di nuovo in zona DRS.

21.06 Giro più veloce per Vettel.

21.05 Un bloccaggio di Hamilton dà tregua a Vettel. 

21.03 Hamilton a sette decimi da Vettel.

21.01 Bottas passa Ricciardo. 

20.59 Bottas ci riprova, ma Ricciardo chiude la porta.

20.58 Leclerc supera Verstappen.

20.57 Bottas ci prova su Ricciardo, ma non va.

20.55 Sosta per Leclerc: gomme bianche anche per lui. Rientra in quarta posizione, alle spalle di Verstappen.

20.55 Bottas in pressing su Ricciardo. 

20.53 Perez di forza su Grosjean.

20.52 Testacoda di Giovinazzi. Sosta per Bottas, che ha montato le hard.

20.52 Il leader della corsa al momento è Leclerc, che non si è ancora fermato.

20.50 Hamilton si trova a 4,5 secondi da Vettel.

20.48 Sosta per Hamilton: gomme medie per lui. Rientra in terza posizione, alle spalle di Vettel.

20.48 Hamilton resta fuori. 

20.46 Sosta per Vettel: gomme medie per lui. Rientra in terza posizione.

20.44 Hamilton si trova ad 1,6 secondi da Vettel.

20.43 Problemi col cambio per Hulkenberg.

20.43 Il distacco tra Vettel e Hamilton si mantiene intorno ai due secondi. 

20.41 Bottas si lamenta delle sue gomme. 

20.41 Altro giro più veloce per Leclerc.

20.39 Piano B anche per Leclerc. Scopriremo presto di cosa si tratta.

20.38 L'ingegnere di pista di Vettel annuncia l'implementazione di un "piano B". Cosa sarà?

20.37 Proprio Hamilton si è portato sotto i due secondi da Vettel. 

20.37 Vettel doppia Russell; ora tocca ad Hamilton.

20.35 Giro più veloce per Leclerc.

20.33 Sosta per Hulkenberg: gomma media per lui. Rientra in settima posizione. 

20.32 Kvyat su Magnussen per la quattordicesima posizione. 

20.30 Verstappen si sta avvicinando a Bottas.

20.28 Questi i primi dieci dopo 13 giri: Vettel, Hamilton, Leclerc, Hulkenberg, Bottas, Verstappen, Ricciardo, Stroll, Gasly e Giovinazzi. 

20.26 Dai replay sembrerebbe che la sospensione di Norris si sia rotta da sola. Incredibile.

20.25 La macchina di Norris è ancora a bordo pista: bandiera gialla.

20.23 Sosta anche per Ricciardo: dopo aver montato le medie, riesce in undicesima posizione. Norris a muro, ritiro per lui. 

20.22 Sosta per Gasly: gomme medie per lui. Rientra in tredicesima posizione. 

20.21 Bagarre tra Norris e Verstappen: l'olandese passa l'inglese.

20.20 Male Bottas, solo settimo. 

20.18 Bene Norris, capace di sopravanzare Verstappen. 

20.16 Vettel ha un margine di circa due secondi su Hamilton.

20.14 Albon ai box per cambiare l'ala anteriore: contatto con un'Alfa in partenza. 

20.13 Buona partenza di Vettel, prende la testa della corsa. Leclerc insidia Hamilton, ma non lo passa.

20.10 La tensione sale: al via il giro di formazione. 

19.50 Pre-gara difficile per Lewis Hamilton: i meccanici della Mercedes stanno lavorando sulla sua W10 dopo una perdita idraulica.

17 gare: tanto è durato il digiuno di pole position di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco della Ferrari, che mancava la partenza al palo dal GP di Germania dello scorso anno, è riuscito a rompere l'incantesimo, cogliendo per due decimi la pole position nel Gran Premio del Canada di Formula 1, in programma oggi a Montréal.

Una vittoria per la Ferrari sarebbe come acqua nel deserto: la Rossa nel 2019 non si è ancora imposta sulla concorrenza, e per tenere aperti i giochi nel mondiale ritornare sul gradino più alto del podio battendo le due Mercedes sarebbe l'ideale. Vettel ha cominciato sicuramente con il piede giusto il weekend di gara, battendo al photofinish il grande rivale, Lewis Hamilton.

A pochi minuti dalla fine delle qualifiche, i giochi sembravano volgere proprio in favore di Hamilton, che, in caso di pole position, avrebbe eguagliato il record del maggior numero di partenze al palo colte in Canada, sette, detenuto da Michael Schumacher.

Così non è stato, e Hamilton si è dovuto accontentare della seconda posizione, al fianco proprio di Vettel. L'inglese della Mercedes è sempre un avversario scomodo, però: sulla pista sulla quale Hamilton colse la prima vittoria in carriera, nel 2007, il cinque volte campione del mondo potrà poi contare su un passo gara decisamente competitivo. 

La Ferrari spera anche grazie al terzo posto in qualifica di Charles Leclerc: il monegasco della Ferrari non è apparso soddisfatto della prestazione nella Q3, ma ha comunque un'ottima possiblità di ottenere un posto al sole sul podio, permettendo alla Rossa di guadagnare punti in ottica costruttori.

Sicuramente dovrà vedersi di un rivale scomodo in partenza: accanto a lui scatterà Daniel Ricciardo, ottimo quarto con la Renault. L'australiano, che in Canada colse la prima vittoria in carriera nel 2014, è riuscito a sopperire alle mancanze della sua vettura ottenendo il miglior risultato con la Losanga in F1 e battendo per due decimi il compagno di squadra, Nico Hulkenberg.

Charles Leclerc scatterà dalla terza posizione in griglia in Canada
Charles Leclerc scatterà dalla terza posizione in griglia in Canada

Tra i delusi delle qualifiche c'è anche Max Verstappen: l'olandese della Red Bull, dopo aver toccato il muro dei campioni nelle prove libere, ha tentato la qualificazione alla Q3 con le gialle, ma non è riuscito ad ottenere un giro competitivo. Verstappen è poi rientrato in pista con le rosse a fine Q2, ma l'imprevisto era in agguato: Kevin Magnussen è stato protagonista di un forte impatto contro le barriere, che ha causato un regime di bandiera rossa.

La neutralizzazione della sessione ha impedito a Verstappen di cogliere un tentativo lanciato, e l'olandese non ha così passato il taglio. La penalità comminata a Sainz per aver ostacolato Albon promuove Verstappen in decima posizione, ma la rimonta sarà lunga.

Se Verstappen non sorride, può dirsi soddisfatto il suo compagno di squadra, Pierre Gasly, quinto. Il francese della Red Bull scatterà dalla terza fila accanto ad una delle delusione delle qualifiche di ieri, Valtteri Bottas.

Il finlandese della Mercedes non è andato oltre il sesto posto: un risultato certamente non all'altezza della scuderia di Brackley. Continua poi a convincere la McLaren: sia Lando Norris che Carlos Sainz hanno passato il taglio della Q3. Solo Norris potrà scattare nei primi dieci, però: come detto in precedenza, Sainz retrocederà di tre posizioni in griglia. Non sarà invece una gara facile per l'idolo di casa, Lance Stroll: il pilota della Racing Point scatterà dalla diciottesima posizione. 

La gara prenderà il via alle 20.10 italiane. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento